Stellantis lancia gli aggiornamenti OTA e investe sui chip

Stellantis ha annunciato il piano strategico sugli aggiornamenti OTA (nuove funzioni acquistabili nel tempo), le piattaforme e gli accordi su microchip e guida autonoma

7 dicembre 2021 - 10:04

Stellantis punta a 20 miliardi di ricavi incrementali annuali entro il 2030, guidati dalla spinta dei veicoli abilitati con i software. L’annuncio parla di 3 nuove piattaforme tecnologiche basate sull’intelligenza artificiale (IA) e 4500 ingegneri dedicati allo sviluppo con Software Academy.

STELLANTIS: GLI AGGIORNAMENTI OTA E LE NUOVE FUNZIONALITA’ NEI VEICOLI

Le auto connesse, con aggiornamenti OTA porteranno circa 4 miliardi di euro di fatturato annuo entro il 2026 e 20 miliardi di euro entro il 2030 tramite offerte di prodotti abilitati per software e abbonamenti. Sono le previsioni di Stellantis che ha annunciato il suo piano per lo sviluppo dell’architettura software su cui si centralizzano le strategie dei principali Costruttori. Le novità riguardano l’uso di piattaforme tecnologiche di nuova generazione, con funzionalità già esistenti dei veicoli connessi per trasformare l’interazione dei clienti con l’auto. Si passerà dalle attuali strutture elettroniche dedicate a una piattaforma software aperta con sui i clienti potranno aggiungere funzionalità e servizi innovativi, tramite aggiornamenti over-the-air (OTA). I veicoli attuali saranno aggiornati, anche a distanza di anni conservando una valutazione delle auto da usate migliore.

TRE PIATTAFORME SOFTWARE STELLANTIS ENTRO IL 2024

Stellantis prevede di investire oltre 30 miliardi di euro entro il 2025 per effettuare la sua trasformazione nell’ambito del software e dell’elettrificazione. “Le nostre strategie di elettrificazione e software supporteranno la trasformazione per diventare un’azienda tecnologica di mobilità sostenibile, sfruttando la crescita aziendale associata con funzionalità e servizi over-the-air e offrendo la migliore esperienza ai nostri clienti”, ha affermato Carlos Tavares, CEO di Stellantis. Si tratta di 3 nuove piattaforme tecnologiche basate sull’intelligenza artificiale in arrivo nel 2024, implementate sulle quattro piattaforme di veicoli STLA:

– Brain STLA;

– SmartCockpit STLA;

– AutoDrive STLA;

STELLANTIS: GLI ACCORDI SU MICROCHIP E GUIDA AUTONOMA

Oltre al piano elettrico e software, Stellantis ha siglato nuove partnership con Foxconn sui microchip e confermato altre con Waymo per la guida autonoma:

– L’accordo d’intesa non vincolante con Foxconn mira a progettare una famiglia di microcontrollori appositamente progettati per Stellantis e i clienti di terze parti. La partnership ha lo scopo di sviluppare quattro famiglie di chip che copriranno oltre l’80% delle esigenze dei microcontrollori del gruppo e saranno impiegati nei veicoli Stellantis entro il 2024;

– le Chrysler Pacifica Hybrid equipaggiate con Waymo Driver forniscono migliaia di corse completamente autonome a Phoenix, in Arizona (USA). Stellantis e Waymo hanno ampliato la loro partnership ai servizi di consegna locali per lo sviluppo di veicoli autonomi commerciali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild

Incidente apertura sportello: quando è colpa della moto?