Polestar: in vendita anche in Italia entro il 2022

Il marchio Polestar inizierà le sue operazioni in Italia entro la fine del 2022 con l'obiettivo di diventare un riferimento del mercato premium

25 maggio 2022 - 19:13

Il mercato delle quattro ruote in Italia si prepara a registrare il debutto di un nuovo protagonista: Polestar. Il marchio, nato come divisione sportiva di Volvo, da alcuni anni opera come brand indipendente e punta a diventare un punto di riferimento del settore premium delle auto elettriche. L’espansione di Polestar graduale e, a breve, coinvolgerà anche l’Italia. L’azienda, infatti, ha confermato ufficialmente l’avvio delle operazioni in Italia. Il debutto di Polestar nel nostro Paese è atteso entro la fine dell’anno con piani d’espansione molto ambiziosi da mettere in atto nel corso dei prossimi anni. Il marchio ha registrato un inizio di 2022 da record ed ha tutte le carte in regola per affermarsi come una nuova concreta alternativa del settore auto a zero emissioni anche in Italia, dopo gli ottimi risulti raggiunti in 23 mercati internazionali in cui il brand è già attivo.

POLESTAR AVVIERA’ LE OPERAZIONI IN ITALIA ENTRO FINE 2022

La conferma in merito al debutto italiano di Polestar è arrivata in questi giorni. In occasione dell’annuncio dei risultati raggiunti nel corso del primo trimestre del 2022, infatti, l’azienda ha confermato la volontà diiniziare le operazioni” in Italia entro fine 2022. Contestualmente, il brand ha fatto il suo debutto in questo semestre in Spagna e Portogallo e intende continuare il programma di espansione in Medio Oriente (partendo da Israele dove debutterà entro fine anno) e nel resto d’Europa. Polestar ha confermato anche l’obiettivo di raggiungere un totale di 30 mercati di commercializzazione dei suoi modelli entro la fine del 2023. Da notare che il brand ha raggiunto quota 19 mercati sul finire dello scorso anno. L’azienda, quindi, intende continuare a crescere, aggiungendo almeno 5 nuovi mercati ogni anno fino a estendere su scala internazionale le sue operazioni.

PER I PRIMI MODELLI POLESTAR SULLE STRADE ITALIANE SI ATTENDE IL 2023

L’avvio delle operazioni in Italia potrebbe non coincidere con l’avvio delle vendite dei primi modelli Polestar in Italia. Nel comunicato ufficiale, infatti, si parla di un generico avvio delle operazioni, senza specificare ulteriori dettagli. Polestar potrebbe, quindi, definire il suo organigramma e la rete di distribuzione in Italia nel corso del 2022 per poi avviare le vendite dei suoi modelli nel corso del 2023. Nel giro di circa un anno, il brand punta, in ogni caso, a diventare un riferimento del mercato premium italiano, con un’attenzione particolare al settore delle auto a zero emissioni.

SI PARTE CON IL NUOVO POLESTAR 3?

Il programma di crescita di Polestar su scala internazionale è destinato a registrare una decisa accelerazione con il debutto del nuovo Polestar 3. Si tratta del primo SUV del marchio. Il modello sarà presentato nel corso del prossimo mese di ottobre e sarà poi prodotto in Cina e negli Stati Uniti. Polestar, come Volvo, è parte del gruppo cinese Geely e il supporto delle infrastrutture cinesi rappresenta un sostegno importante per il lancio internazionale e la crescita del marchio. Il nuovo Polestar 3, insieme alla berlina elettrica Polestar 2, potrebbe rappresentare il modello di riferimento anche per il debutto italiano del marchio, programmato, come detto, nel corso del 2023.

LA PANDEMIA POTREBBE RALLENTARE I PROGRAMMI

Per il futuro di Polestar in Italia c’è da valutare la futura evoluzione della pandemia che, in Cina, continua a rappresentare un problema di grande attualità. La politica “zero Covid” cinese, infatti, ha generato numerosi lockdown nel corso degli ultimi mesi, costringendo alla chiusura temporanea diversi stabilimenti del settore automotive. Anche Polestar è stata costretta a ridimensionare i piani a causa dei lockdown. L’azienda ha confermato una riduzione del target delle consegne per il 2022. Nel corso dell’anno, infatti, il brand punta a consegnare circa 50 mila unità ai suoi clienti su scala internazionale. Si tratta di un dato nettamente inferiore rispetto alle 65 mila unità previste ad inizio anno. Il taglio alle consegne previste, sottolinea Polestar, è da imputare “al 100% ai lockdown in Cina”. Gli ordini da parte dei clienti, nel corso dei primi quattro mesi del 2022, sono, infatti, triplicati rispetto allo stesso periodo del 2021.

OBIETTIVI AMBIZIOSI PER POLESTAR, ANCHE GRAZIE ALL’ESPANSIONE IN ITALIA E IN EUROPA

Il gruppo cinese Geely punta a rafforzare la sua presenza nel settore premium del mercato delle quattro ruote internazionale con Volvo, già da tempo un riferimento in diversi mercati, e con Polestar. Il nuovo brand punta a registrare una crescita rapidissima nei prossimi anni (pandemia permettendo). Il ridimensionamento dei piani relativi alle consegne per il 2021 è solo uno stop temporaneo. Per i prossimi anni, grazie all’espansione della gamma e del numero di mercati, a partire dall’Italia e dagli altri mercati europei, il target è ambizioso. Polestar, tramite le parole del CEO Thomas Ingenlath, ha ribadito che l’obiettivo è “vendere 290 mila auto nel 2025, 10 volte di più di quanto abbiamo venduto nel 2021“. Si tratta di un traguardo estremamente ambizioso per un brand nato da pochi anni e con una gamma ancora tutta da costruire. Volvo, ad esempio, con una gamma già completa ed una rete di distribuzione capillare, ha venduto circa 700 mila veicoli nel corso del 2021.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022