Mini Countryman Plug-in: nel test dell’alce al top della categoria

La Mini Countryman Plug-in pesa quasi 1800 kg, ma nel test dell’alce il settaggio di telaio e sospensioni paga e non poco

2 maggio 2022 - 11:50

La Mini Countryman Plug-in nel test dell’alce manca di poco la vetta assoluta ma si conferma tra i migliori risultati. Il test più noto al mondo sulla stabilità delle auto permette di verificare a quale velocità un’auto mette in difficoltà il conducente nell’evitare un ostacolo improvviso. Alle leggi della fisica non si può sottrarre neppure la Mini SE Counrtyman Plug-in, anche se a una soglia molto alta. Ecco come va la Mini Countryman Plug-in nel video realizzato dal magazine spagnolo Km77.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. In pratica il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando oltre all’intervento dell’ESP. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Ecco com’è andata la prova della Mini Countryman Plug-in 2022 nel video qui sotto e i commenti del magazine nei paragrafi successivi.

MINI COUNTRYMAN PLUG-IN: 1800 KG E NON SENTIRLI

La Mini Countryman Plug-in equipaggiata con un motore benzina 125 cv davanti e un motore EV posteriore da 95 cv è nota per la sua poliedricità: può essere a trazione anteriore, posteriore o integrale. La batteria da 10 kWh permette una percorrenza in modalità totalmente elettrica di circa 50 km, quindi contribuisce ad abbassare il baricentro solo in parte rispetto alle batterie più grandi e pesanti delle BEV pure. Nonostante questo, ferma la bilancia a circa 1800 kg. Nel test dell’alce la Mini Countryman Plug-in messa sotto torchio dai colleghi spagnoli è equipaggiata con pneumatici estivi Pirelli Cinturato P7 nella misura 225/50 R18.

MINI COUNTRYMAN PLUG-IN: IL RISULTATO DEL TEST DELL’ALCE

Il primo tentativo effettuato per prendere le misure con le corsie e l’auto riesce senza sbavature e con un rollio laterale minimo. Aumentando la velocità però 79 km/h sono il limite entro il quale i coni restano in piedi. “I risultati che abbiamo raggiunto sono eccezionali”, è il commento il giornalista nel video sopra. “La velocità non è rilevante quanto le ottime sensazioni di controllo nella prova”. I tentativi a velocità più alte non riescono perché la reazione del conducente al volante non è abbastanza rapida o a causa dell’aderenza delle gomme che tende a diminuire.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori