Mercedes Classe E Plug-in: sicura ma “goffa” nel test dell’alce

La Mercedes Classe E 300 de 4Matic Plug-in è sicura, ma nel test dell’alce non molto agile: peso e gomme non aiutano

16 febbraio 2022 - 15:00

La Mercedes Classe E 300 de 4Matic Plug-in Station Wagon è stata sottoposta al test dell’alce, la prova più nota al mondo per verificare a quale velocità una manovra di evitamento ostacolo può mettere in difficoltà il conducente. Il video del test dell’alce con la Classe E ricaricabile è realizzato dal magazine spagnolo Km77, specializzato in test e prove su strada. Ecco quali sono le valutazioni e perché la Mercedes Classe E Plug-in non sorprende i colleghi spagnoli.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. Il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando ma con il sistema di sicurezza ESP attivo. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Oltre al test dell’alce, la Mercedes Classe E Plug-in è stata messa alla prova anche nello slalom tra i coni a velocità costante. In questo test la tendenza al rollio (l’auto si corica lateralmente) è esasperata per portare al limite l’aderenza degli pneumatici. Ecco come sono andate le due prove sulla Classe E PHEV nel video qui sotto.

MERCEDES CLASSE E PLUG-IN: COME VA NEL TEST DELL’ALCE O MOOSE TEST

Al momento del test dell’alce la Mercedes Classe E 300 Plug-in era equipaggiata con pneumatici estivi Pirelli Cinturato P7 245/45 R18 anteriori e 275/40 R18 posteriori. “Con oltre 2200 kg di peso in ordine di marcia, questa Classe E station wagon è un’auto pesante. Ciononostante le reazioni sono state sempre molto semplici da controllare, senza il minimo accenno di rimbalzo o movimento indesiderato”. La velocità a cui la Classe E Plug-in riesce a superare la prova è 75 km/h, definita “discreta” se si considera che la soglia minima di riferimento è 77 km/h. Aumentando la velocità gli pneumatici scivolano, non permettendo di completare le manovre senza abbattere i coni. “Il comportamento non cambia: le reazioni e il senso di controllo sono facili da interpretare, ma con movimenti molto ampi e goffi quando si cambia appoggio”, afferma il magazine.

MERCEDES CLASSE E PLUG-IN NELLA PROVA DELLO SLALOM

Nel test dello slalom la Mercedes Classe E 300 Plug-in risulta più disinvolta a velocità costante tra i coni. “Il controllo di stabilità non rallenta molto l’auto e, anche se cambia di appoggio con una certa lentezza, al volante si percepisce che l’auto è molto stabile e sicura”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bonus taxi Roma: come funziona lo sconto a dicembre 2022

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe