Kia EV6: la frenata rigenerativa è cruciale nel test dell’alce

La nuova Kia EV6 supera il test dell’alce meglio di alcune concorrenti: il video mostra che in situazioni di emergenza il recupero di energia in frenata fa la differenza

6 dicembre 2021 - 11:07

La Kia EV6 nel test dell’alce dimostra tutte le sue doti che permettono un controllo ottimale in situazioni di emergenza. Nel video del test realizzato dal magazine spagnolo Km77, specializzato in test e prove su strada, le reazioni a un ostacolo improvviso da evitare cambiano parecchio in base al settaggio della frenata rigenerativa. Ecco come va la nuova Kia EV6 nel test dell’alce.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. In parole più semplici, il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando ma con il sistema di sicurezza ESP attivo. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Oltre al test dell’alce, la nuova Kia EV6 è stata messa alla prova anche nello slalom tra i coni a velocità costante (circa 70 km/h). In questo test la tendenza al rollio (l’auto si corica lateralmente) è esasperata per portare al limite l’aderenza degli pneumatici. Ecco com’è andata la prova della Kia EV6 e i commenti con video qui sotto.

NUOVA KIA EV6: COME VA NEL TEST DELL’ALCE O MOOSE TEST

Durante il test dell’alce la Kia EV6 GT-line era equipaggiata con pneumatici estivi Continental ContiPremiumContact 6 225/45 R20. La velocità di riferimento a cui la Kia EV6 supera il test è 78 km/h (più alta dell’Audi e-tron GT). La Kia EV6, come molte auto elettriche permette di selezionare diversi livelli di recupero dell’energia in decelerazione, in particolare 0, 1, 2, 3, i-PEDAL (massimo) e Auto. Il test dimostra che passare da 0 al livello 3 di recupero dell’energia permette un migliore controllo anche in situazioni di emergenza. Cosa che non avviene con il livello 0 e alla velocità di 80 km/h, con l’ESC attivato ma che non rallenta efficacemente l’auto tra l’ingresso e l’uscita dai coni. Tuttavia i commenti del tester sono positivi considerando il feeling. “Le reazioni sono state sempre sicure e precise, ed è stato facile per noi esplorare i limiti della vettura perché quando le ruote hanno iniziato a slittare lo hanno sempre fatto progressivamente”, riporta il magazine.

KIA EV6 NELLA PROVA DELLO SLALOM

Nella prova tra i coni, “la nuova Kia EV6 gestisce lo slalom in modo fluido e veloce, afferma il tester. “Nei cambi di direzione le sospensioni gestiscono bene i trasferimenti di carico e rendono l’auto agile”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild