Jaguar F-Pace PHEV: nel test dell’alce è più lenta

La Jaguar F-Pace PHEV pesa 200 kg più della gemella diesel: un peso extra che si fa sentire nel test dell’alce e nello slalom tra i coni

14 ottobre 2022 - 13:00

La prova della Jaguar F-Pace PHEV mostra quanto è cambiata la versione Plug-in rispetto alla versione ICE. Il peso di circa 2,2 tonnellate dà molto lavoro ai sistemi di assistenza alla guida e alle sospensioni adattive nel test dell’alce realizzato dai colleghi spagnoli. Il peso non compromette la sicurezza, ma dalla manovra di schivata la F-Pace esce meno disinvolta della gemella diesel. Il test dell’alce rivela le reazioni dell’auto che possono mettere in difficoltà un conducente davanti a un ostacolo improvviso da evitare. Ecco il video del test Jaguar F-Pace PHEV realizzato dal magazine Km77, specializzato in test e prove su strada.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. In parole più semplici, il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando ma con il sistema di sicurezza ESP attivo. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Oltre al test dell’alce, la Jaguar F-Pace PHEV è stata messa alla prova anche nello slalom tra i coni a velocità costante (circa 70 km/h). In questo test la tendenza al rollio (l’auto si corica lateralmente) è esasperata per portare al limite l’aderenza degli pneumatici. Ecco come sono andate le due prove Jaguar F-Pace PHEV nel video qui sotto.

TEST ALCE JAGUAR F-PACE PHEV

Nel 2016 il magazine km77 aveva già effettuato un test sulla Jaguar F-Pace diesel da 300 cavalli e 1995 kg. Un peso leggermente inferiore rispetto alla Jaguar F-Pace PHEV da 2200 kg. La differenza si rivela però determinante nella velocità massima alla quale la F-Pace Plug-in riesce a completare la prova di evitamento senza abbattere coni, prima che prenda il sopravvento un marcato sottosterzo. “Non è agile e diretta come quella del test precedente, che dava una certa sensazione di sportività, ma in compenso è molto più comoda”. “E’ una vettura sicura e facile da tenere sotto controllo”. La Jaguar F-Pace PHEV riesce a completare la prova a 71 km/h, leggermente peggiore di quella con la precedente F-Pace, di 74 km/h”.

TEST SLALOM JAGUAR F-PACE PHEV

Nel test dello slalom tra i coni si verificano leggeri cambi di traiettoria rispetto a quella impostata dal conducente e l’intervento dei sistemi di assistenza diventa più intenso. “Nonostante la morbidezza delle sospensioni il corpo della Jaguar F-PACE non si sposta troppo bruscamente con i trasferimenti di carico”. “L’avanzamento tra i coni è fluido fino a quando gli aiuti elettronici non iniziano ad agire, a quel punto ci sono dei piccoli cambiamenti nella traiettoria impostata”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future