Incentivi auto ibride Emilia Romagna

Incentivi auto ibride Emilia Romagna 2021: come chiedere il bonus

Stanziati 3 milioni di euro per gli incentivi auto ibride Emilia Romagna 2021: scopri chi ne ha diritto e come chiedere il bonus regionale

16 aprile 2021 - 14:16

Al via gli incentivi 2021 per auto ibride in Emilia Romagna: si tratta di un bonus regionale che rimborsa, a chi acquista un veicolo di prima immatricolazione a uso privato con alimentazione ibrida benzina-elettrico, gasolio-elettrico o benzina-idrogeno, una cifra paragonabile al costo del bollo auto per tre anni. La misura può contare su uno stanziamento di 3 milioni di euro.

COME FUNZIONA IL BONUS AUTO IBRIDE IN EMILIA ROMAGNA

Il bonus, rivolto ai cittadini residenti in Emilia-Romagna, consente di ottenere un contributo fino a un massimo di 191 euro all’anno e per tre anni, quindi per potenziali 573 euro. La cifra è pari al costo medio del bollo auto. Si può fare domanda dal 7 aprile al 31 dicembre 2021, salvo esaurimento fondi, registrandosi sulla piattaforma del portale regionale raggiungibile a questo link. Il bonus sarà erogato in tre tranche, una per ogni anno dal 2021 al 2023, direttamente sul conto corrente del beneficiario.

INCENTIVI AUTO IBRIDE EMILIA ROMAGNA 2021: PLATEA DEI BENEFICIARI

Possono accedere agli incentivi auto ibride Emilia Romagna 2021 i cittadini residenti in regione (solo persone fisiche) che nel corso dell’anno acquistano un veicolo nuovo a uso privato di categoria M1. Escluse quindi auto usate, auto in leasing, a km 0, per servizi taxi e NCC e auto aziendali intestate a ditte. Come già anticipato, le auto acquistate devono avere un motore ibrido con alimentazione benzina-elettrico, gasolio-elettrico o benzina-idrogeno. Possono chiedere il contributo anche le categorie di cittadini che hanno diritto all’esenzione dalla tassa automobilistica regionale.

COME CHIEDERE IL BONUS AUTO IBRIDE 2021 DELL’EMILIA ROMAGNA

La domanda per il bonus auto ibride Emilia Romagna va presentata esclusivamente online, attraverso la piattaforma regionale accessibile tramite SPID, CIE o credenziali FedERa di livello alto. I dati da inserire sono:

– dati anagrafici dell’intestatario o del cointestatario del veicolo riportato sul libretto di circolazione;
– targa del veicolo acquistato;
– data di immatricolazione (gennaio-dicembre 2021);
– indirizzo di posta elettronica ordinaria per ricevere eventuali comunicazioni;
– recapito telefonico;
– coordinate bancarie o Banco Posta (IBAN) su cui effettuare il bonifico del contributo, necessariamente intestate o cointestato al soggetto richiedente.

Una volta ottenuta la conferma, il bonus sarà erogato automaticamente in tre tranche annuali fino a 191 euro ciascuna, dal 2021 al 2023. Senza la necessità di ripresentare la domanda nei prossimi due anni.

Importante: i beneficiari del bonus sono comunque tenuti a pagare regolarmente il bollo auto annuale, salvo che non godano di qualche esenzione (nel qual caso, come detto, possono comunque richiedere il contributo).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Limite neopatentati

Limite neopatentati in autostrada: regole e sanzioni

Isofix auto: cos’è e come funziona

Segnaletica orizzontale

Segnaletica orizzontale: significato delle strisce e delle scritte