In Norvegia l’80% delle auto nuove sono elettriche

Continua la crescita delle auto elettriche in Norvegia dove la quota di mercato delle vetture a zero emissioni ha superato l'80%

14 aprile 2022 - 17:26

Il mercato delle auto elettriche sta facendo registrare una notevole crescita nel corso degli ultimi anni in Europa. La scelta dei Governi europei di incentivare e sostenere lo sviluppo della mobilità a zero emissioni, con soluzioni come gli incentivi all’acquisto per le auto elettriche in arrivo a breve anche in Italia dopo alcuni mesi di stop, ha dato una netta accelerazione alla trasformazione del settore. C’è, però, un mercato in cui le auto elettriche sono già un riferimento assoluto della mobilità. Si tratta della Norvegia dove, già da diversi anni, acquistare un’auto elettrica è una scelta diffusissima tra gli automobilisti. In rapporto alla grandezza del mercato, il parco circolante di auto elettriche in Norvegia è già molto ampio rendendo il Paese un vero e proprio simbolo della mobilità a zero emissioni. Gli ultimi dati confermano questo trend. In Norvegia, infatti, più dell’80% delle auto vendute è a zero emissioni

LE AUTO ELETTRICHE IN NORVEGIA RAGGIUNGONO UNA QUOTA DA RECORD

Stando ai dati forniti da OFV (Opplysningsrådet for veitrafikken, organizzazione indipendente che fornisce analisi e statistiche sul mercato auto norvegese), l’86% delle auto vendute in Norvegia a marzo 2022 sono state auto elettriche. Complessivamente, infatti, su oltre 16 mila unità vendute a marzo quasi 14 mila erano a zero emissioni. Rispetto allo stesso mese dello scorso anno, le vendite delle auto elettriche sono incrementate del 6%. Al termine del primo trimestre del 2022, inoltre, le auto elettriche hanno rappresentato quasi l’83% delle immatricolazioni complessive di nuove vetture. Nel primo trimestre del 2021, invece, tale quota era pari ad “appena” il 52,8%.

LE AUTO PIU’ VENDUTE IN NORVEGIA SONO TUTTE ELETTRICHE

Una diretta conseguenza dei dati generali sulla vendita delle elettriche è rappresentata dalla classifica dei modelli più venduti in Norvegia. La classifica del mese di marzo 2022 è esemplificativa delle preferenze degli automobilisti norvegesi in fase di acquisto di una nuova auto. La Top 10 di marzo in Norvegia include 10 auto elettriche:

Tesla Model Y con una quota di mercato del 20,4%

Tesla Model 3 con una quota di mercato del 10,4%

Volkswagen ID.4 con una quota di mercato del 6,8%

Audi Q4 e-tron con una quota di mercato del 4,1%

Hyundai IONIQ 5 con una quota di mercato del 3,6%

BMW iX con una quota di mercato del 3,5%

Polestar 2 con una quota di mercato del 3,4%

Volvo XC40 con una quota di mercato del 2,2%

Audi e-tron con una quota di mercato del 2%

Nissan Leaf con una quota di mercato del 2%

Tesla, quindi, domina il mercato con un market share di oltre il 30%.

QUASI UN’AUTO SU DIECI IN NORVEGIA È ELETTRICA

Le vendite di nuove auto sono dominate dalle elettriche in Norvegia ed anche il parco circolante sta, progressivamente, diventando sempre di più a zero emissioni. I dati OFV aggiornati a febbraio 2022, infatti, confermano come in Norvegia circolino circa 470 mila auto elettriche pari a poco meno del 10% delle auto private immatricolate nel Paese. Molto interessante il raffronto fatto da Autocar con il mercato del Regno Unito. Attualmente, infatti, sul mercato britannico circola quasi lo stesso numero di vetture a zero emissioni (420 mila unità) ma la percentuale del parco circolante è pari ad appena l’1,3%. A garantire i numeri da record per le elettriche in Norvegia ci sono vari elementi. L’esenzione sulla tassa di importazione e sull’IVA del 25% rappresentano, naturalmente, fattori determinanti al successo delle elettriche. Da notare, inoltre, che i pedaggi autostradali sono dimezzati per le elettriche che possono usufruire anche di agevolazioni alla circolazione in città.

IN NORVEGIA CALANO LE VENDITE DI IBRIDE PLUG-IN

La crescente richiesta di auto elettriche si accompagna anche ad un calo delle vendite di ibride plug-in. Nel corso del primo trimestre del 2021, infatti, le ibride plug-in registrarono oltre 10 mila unità vendute sul mercato norvegese con un market share del 28%. Nel corso del 2022, invece, la situazione si è ribaltata con poco più di 2 mila unità vendute ed un market share del 6,9%. Per le ibride plug-in si è registrato un calo del 78% su base annua, nettamente superiore rispetto a quello fatto registrare dalle auto a benzina (-51%), dalle auto diesel (-45%) e dalle ibride a benzina (-54%) che hanno una quota di mercato complessiva inferiore al 10%.

LA NORVEGIA GUIDA IL MERCATO DELLE AUTO ELETTRICHE EUROPEO

I dati della Norvegia, in termini di diffusione delle auto elettriche, sono ben al di sopra del resto d’Europa. Lo confermano i numeri del 2021. In Europa, infatti, le auto elettriche hanno fatto registrare una quota di mercato del 10,3% nel corso del 2021 (con un incremento di 4,1 punti rispetto all’anno precedente). La Norvegia, invece, ha chiuso il 2021 con un market share del 63,7% ed un incremento di oltre 10 punti. I dati del primo trimestre del 2022 (non ancora disponibili per l’Europa) confermano un’ulteriore accelerazione per il mercato norvegese. Tornando ai risultati del 2021, alle spalle della Norvegia per quanto riguarda la diffusione delle auto elettriche, troviamo i Paesi Bassi (19,8% di quota di mercato per le auto a zero emissioni), la Svezia (19%), l’Austria (13,8%) e la Germania (13,5%).

IN ITALIA LE AUTO ELETTRICHE SONO ANCORA POCO DIFFUSE

La diffusione delle auto elettriche in Italia è ancora molto limitata come confermato dai dati Unrae. Nel corso del 2021, infatti, le auto a zero emissioni hanno rappresentato il 4,6% delle vendite complessive (nel 2020 erano il 2,3%). Nel corso del primo trimestre del 2022, però, si è registrato un netto rallentamento, anche per via dell’assenza degli incentivi statali, in partenza nei prossimi mesi. Al termine dei primi tre mesi del 2022, infatti, le auto elettriche rappresentano solo il 3,3% delle vendite complessive. In Italia, inoltre, si registra un trend diverso rispetto alla Norvegia per quanto riguarda le ibride plug-in. La diffusione di questa categoria di vetture è in crescita passando dal 4,7% al 5% di quota di mercato nel confronto tra i dati del 2021 e del primo trimestre del 2022.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori