Batterie auto elettriche ultra rapide: IBM e Daimler testano nuovi materiali

IBM e Daimler testano nuovi materiali per batterie che si ricaricano in meno di 5 minuti, saranno meno pericolose e più economiche

2 gennaio 2020 - 10:50

IBM e Daimler hanno diffuso i primi risultati sulla ricerca congiunta di batterie per auto elettriche ultra rapide più economiche e meno pericolose. L’obiettivo è sviluppare nuovi materiali per batterie ad alta densità che non utilizzano i tradizionali metalli pesanti. Ecco come, forse, tra qualche anno cambieranno le batterie per auto elettriche di massa.

BATTERIE RAPIDE PER AUTO ELETTRICHE SENZA METALLI PESANTI

L’impiego più responsabile del cobalto e delle terre rare con un sistema tracciabile sta diventando uno standard comune ai principali produttori di batterie. IBM Research ha avviato un progetto di ricerca con Mercedes-Benz Research and Development Nord America per la diffusione di nuovi materiali più sostenibili e meno costosi. Nel Battery Lab di IBM Research è stato sviluppato un materiale catodico privo di cobalto e nichel, nonché un elettrolita liquido con un alto punto di infiammabilità. Tra le potenzialità delle nuove batterie per auto elettriche IBM annuncia anche una rapida capacità di ricarica.

VANTAGGI E DIFFERENZE DELLE BATTERIE ULTRARAPIDE

Lo stato della ricerca di IMB sulle batterie ha portato allo sviluppo di elementi con basso punto di infiammabilità riducendo i dendriti di litio metallico durante la ricarica. Nel complesso, le batterie sperimentali avrebbero svariati vantaggi – sostiene IBM – rispetto alle attuali agli ioni di litio:

Costi inferiori, perché sono privi di cobalto, nichel e altri metalli pesanti.
Ricarica più veloce, meno di cinque minuti necessari per raggiungere uno stato di carica (SOC) dell’80%.
-Alta densità di energia paragonabile alla batteria agli ioni di litio.
-Oltre il 90% di efficienza energetica (calcolato dal rapporto tra l’energia per scaricare la batteria e l’energia per caricare la batteria).

I PARTNER IBM PER LE BATTERIE ULTRA RAPIDE

Per spostare questa nuova batteria dalla ricerca esplorativa della fase iniziale allo sviluppo commerciale, IBM Research si è unita a Mercedes-Benz Research and Development Nord America. Tra i partner del progetto ci sono Central Glass, uno dei principali fornitori di elettroliti per batterie al mondo e Sidus, un produttore di batterie. Mentre i piani per lo sviluppo più ampio di questa batteria sono ancora in fase di definizione quindi non ci sono ancora scadenze o annunci sul suo lancio ufficiale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ghiaccio nero sulla strada: cos’è e dove si può trovare

Paraurti Tesla Model 3: se piove si stacca e Tesla riconosce il difetto

Bollo auto 2020 in Sicilia

Bollo auto 2020 in Sicilia: esenzione per i redditi più bassi