Auto e veicolo commerciale una formula di convenienza

Auto e veicolo commerciale una formula di convenienza I furgoni multiruolo stuzzicano le famiglie: l'ultima chicca è il Ford Tourneo

I furgoni multiruolo stuzzicano le famiglie: l'ultima chicca è il Ford Tourneo

11 Novembre 2013 - 08:11

Un tema inaspettato per i miei lettori: l'avvicinamento fra auto e veicolo commerciale. Un legame che sta subendo, da un decennio, una notevole accelerazione anche a livello di sicurezza, di mondanità, di praticità, di versatilità e di personalizzazione.

LA FORMULA DEL MULTIRUOLO – I marchi automobilistici puntano a rendere più vetture i furgoni, una volta utilizzati per il lavoro, sempre più confortevoli e non più spartani. La carta vincente è quella di realizzare il multiruolo: si abbandona la formula del trasporto merci e arrivano sul mercato anche varianti di carrozzeria dedicate esclusivamente alle persone.

FORD TOURNEO, CIAO TRANSIT – L'ultima novità è della Ford: si chiama Tourneo ed abbandona il nome Transit con cui aveva debuttato anni addietro. Gli ingredienti accattivanti, per conquistare nuova clientela, in particolare la famiglia dinamica, sono, spazio record, design, flessibilità, tecnologia, sicurezza, efficienza, contenuti costi di esercizio. E' proposto in due passi. Con 4,40 metri di lunghezza per la versione a 5 posti e 4,80 per quella a 7 (e qui entrano anche biciclette nel senso della lunghezza, abbattendo un sedile per ciascuna delle ultime due file) il Tourneo moderno irrompe in un segmento dalla crescita decisa. In Europa, Ford vuole arrivare a regime a 100.000 unità l'anno, e di queste 20.000 in Italia, con commercializzazione nelle concessionarie a gennaio, mentre la gamma verrà completata, entro marzo, dall'arrivo del Tourneo Courier, il più piccolo, realizzato sulla piattaforma della Fiesta.

CHIANESE: ARRIVA IL PEOPLE MOVER – “Punto a creare una nuova gamma di veicoli, un'alternativa economica e funzionale per quanti si rivolgono al nostro brand – ha sottolineato Domenico Chianese, presidente ed amministratore delegato di Ford Italia – in linea con la strategia europea di Ford, che ha definito il Tourneo un people mover, come quei treni metropolitani di superficie delle città statunitensi”. I prezzi hanno un effetto calamita, se raffrontati a quelli della famiglia Max, rispetto alla quale possono vantare un 10-15% in meno. Si va dai 19.750 euro della versione base 5 posti con diesel da 95 cv fino ai 25.000 dell'allestimento Titanium del passo lungo a 7 posti, ma l'offerta di lancio permette a quanti firmeranno un contratto entro dicembre di portarsi a casa un Tourneo 5 posti Plus con 18.200 euro. Secondo la tradizione Ford Italia si può accedere a questa gamma mediante un finanziamento personalizzato, che prevede la formula più attuale di Idea Ford, con anticipo di 3.250 euro, 36 rate da 250 e riscatto finale di 7.955 euro. Scendendo nei dettagli, due allestimenti Plus e Titanium con pochi propulsori: benzina solo Ecoboost 3 cilindri nelle versioni da 100 e 150 cv, diesel 1600 da 95 o 115 cv. Trazione solo anteriore, trasmissione manuale a 5 e 6 rapporti con l'opzione di un automatico solo sulla versione più potente dell'Ecoboost, montato sul passo lungo 7 posti. Da evidenziare la dotazione tecnologica fra cui spiccano l'Active City Stop e il Ford SYNK. Il servosterzo elettrico Epas garantisce agilità e precisione. Il Tourneo Connect a 7 posti ha una capacità di carico, con la seconda e terza fila di sedili ribaltate, fino a 2.620 litri. Quello a 5 posti ha un carico totale fino a 2.410 litri. Il Tourneo Connect con EcoBoost 1.0 da 100 cv, motore dell'anno 2012 e 2013, consuma 5,6 litri x 100 km con 129 gr/km di emissioni di c02, fra i diesel TDCi da 75, 95 e 115 cv, i consumi dichiarati si aggirano sui 4,6 litri x 100 km. Su strada il nuovo Tourneo si è fatto apprezzare per la notevole abitabilità interna e per la silenziosità (quasi assenti i fruscii aerodinamici e poco valzer di decibel nei motori diesel). Il cambio manuale a 6 rapporti ha facili innesti, sterzo diretto, servito da un'assistenza elettrica. Frenata adeguata, facilità d'accesso anche per gli ospiti, plancia ben strutturata e in attesa di un navigatore (a fine 2014) c'è un baby Tom Tom che porta facilmente a destinazione.

TRANSIT, UNA LUNGA STORIA – Introdotto nel 1953, fu inizialmente prodotto nello stabilimento di Langley, nel Berkshire (la stessa fabbrica in cui si producevano i caccia Hawker Hurricane, usati nella seconda guerra mondiale), la produzione fu in seguito spostata a Southampton, dove viene tuttora prodotto, a causa della forte domanda di produzione del modello che superò la capacità dell'impianto. Il Transit viene inoltre realizzato a Genk, in Belgio, in Turchia, e anche in Cina. Attualmente sono stati prodotti più di cinque milioni di Transit attraverso sette serie.

AL SEMA A LAS VEGAS, PROTOTIPI GRIFFATI – Al Sema (Speciality equipment market association) svoltosi, nei giorni scorsi a Las Vegas, hanno incuriosito i prototipi griffati dai reparti specializzati di alcune marche. Fra questi il Mopar, il brand del Gruppo Chrysler/Fiat che ha alzato i veli su 20 novità (fra queste la 500L Adventure, la Thalassa dedicata ai surfisti, la Jeep Cherokee in versione Trail Carver, una cattiva 500 Abarth. Tra le protagoniste anche la Chevrolet con una serie di prototipi derivati dai modelli Malibù, Sonic, Spark, Impala e Cruze. Ford si è presentata con 57 vetture personalizzate a cominciare dal Connect Wagon ma c'erano anche concept di Hyundai e di Scion, il brand giovane di Toyota. Ma anche il Tuning cerca spazio sui veicoli commerciali come si è visto a Rimini H2.

MULTISPAZIO IN ITALIA, DOMINIO FIAT – Nel nostro Paese la nicchia dei multispazio vede il netto dominio di Fiat con Qubo (leader con 6.936 unità nei primi 9 mesi dell'anno) e di Doblò (2576 unità). Quest'ultimo fu presentato al Salone di Parigi nel 2000, un MPV destinato anche a chi ama viaggiare e porta con se anche gli attrezzi sportivi. Maneggevole come una vettura ma spazioso com un monovolume, può ospitare 5 persone e offrire un bagagliaio da 750 a 3.000 litri, doppio airbag, fendinebbia, abs di serie ma anche del “Nodo Info-Telematico” con autoradio, navigatore satellitare, telefono GSM collegati al Service Call per le chiamate di soccorso. Quindi seguono Dacia Dokker (1.399), Peugeot Partner (1.232) e Volkswagen Caddy (1.016). Seguono poi Peugeot Bipper, Citroën Nemo e Berlingo, Opel Combo, Renault Kangoo. Da notare che i due veicoli Fiat hanno anche alimentazione a metano come l'Opel Combo Tour.

OPEL, 111 ANNI DI STORIA – Di recente sono stati ricordati i 111 anni di storia dei veicoli commerciali Opel. L'erede moderno del leggendario Blitz, in gamma per 45 anni, si chiama Movano. Nel 1999 Opel con Movano ha lanciato una nuova generazione di veicoli commerciali leggeri. Proprio come il suo storico predecessore, l'obiettivo era fornire un mezzo di trasporto che fosse economico da ogni punto di vista – accessibile e parsimonioso, maneggevole e veloce, affidabile nella guida. L'idea si è rivelata flessibile con oltre quaranta varianti basate su quattro versioni base, tre lunghezze di passo e tre altezze di tetto. Inoltre era equipaggiato come la maggior parte delle vetture passeggeri. L'ultima generazione Movano definisce nuovi standard per quanto riguarda varietà dei modelli, capacità di carico e costi d'esercizio e soprattutto sicurezza. In listino anche il Vivaro.

LA MODULARITA' DI PEUGEOT – Una gamma completa di veicoli modulari e versatili dedicata ai professionisti e studiata per soddisfare ogni esigenza di trasporto. I Veicoli Commerciali Peugeot garantiscono massimo comfort, alte prestazioni e consumi contenuti. Dalle versioni XAD e MIX delle vetture Peugeot, alla gamma di furgoni Bipper, Partner, Expert e Boxer nelle loro molteplici e differenti declinazioni: i veicoli commerciali del marchio del Leone rappresentano le soluzioni più efficaci per ogni tipologia di business. Propone la gamma di 6 modelli con 300 versioni (4×4, elettrici, microibridi, e_Hdi e tante possibilità di allestimento), con una rata da 99 euro, leasing Tan 2% Peugeot ama Italia e, nella pubblicità, scende in campo al fianco della nazionale Rugby ai Cariparma Test Match.

CITROËN BERLINGO SI ISPIRA ALL'AVIAZIONE – Via l'immagine dura e rude di una volta sul Multispace Berlingo. Frontale ristilizzato, abitabilità fino a 7 sedili ed un sistema Modutop che si ispira al mondo dell'aviazione: tetto in cristallo, bocche di ventilazione posteriori, lunotto apribile e sotto il cofano due turbodiesel da 75 e 90 cv.

CADDY COCCOLA FAMIGLIE E AMICI – Per quanti preferiscono trascorrere le giornate insieme ecco Caddy la proposta Volkswagen: un veicolo pensato per le famiglie e per chi bisogno di spazio per le proprie passioni. Qui la sicurezza è di serie: luci direzionali, regolatore di velocità, assistenza partenza in salita, impianto radio e navigatore, volante multifunzione, park assist, pneumatico con resistenza al rotolamento. Ed ancora la Blue Motion Technology e l'offerta anche di versioni Ecofuel e Bifuel.

MERCEDES PROPONE IL CITAN BY RENAULT-NISSAN – La Mercedes ha presentato il Citan, commerciale leggero realizzato in collaborazione con il gruppo Renault-Nissan. Questo modello completa così verso il basso la gamma dei veicoli da lavoro con la Stella, che già include il Vito, lo Sprinter e il Vario. Ideale per il trasporto misto di persone e cose, il Citan Mixto si basa sulla versione Extralong e offre cinque comodi posti, il divanetto posteriore ribaltabile, le porte laterali scorrevoli e la griglia divisoria. Punta sulla versatilità invece il Citan Kombi a cinque posti che include la porta posteriore scorrevole a destra, le pareti vetrate e il portellone. Tutti i Citan sono dotati di serie del controllo elettronico di stabilità che tiene conto anche delle condizioni di carico del veicolo. L'ESP, tra l'altro, include anche l'antipattinamento e il controllo di trazione. I sedili lato guida e passeggero prevedono le cinture con pretensionatore. Oltre agli airbag anteriori sono disponibili quelli laterali anteriori e quelli a tendina anche per i passeggeri posteriori.

ANCHE IVECO PENSA IN PICCOLO – Non solo maxi veicoli per ogni tipo di trasporto di materiali. L'Iveco Daily è un veicolo commerciale leggero con telaio a longheroni prodotto nello stabilimento di Suzzara (MN) dall'azienda italiana Iveco a partire dal 1978 in cinque generazioni. Il Daily è stato commercializzato anche con altri marchi e prodotto su licenza anche da altri costruttori: fino al 1983 come Fiat Daily mentre la prima generazione è stata venduta anche come Alfa Romeo AR8 e OM Grinta. Inoltre la Zastava Kamioni ha prodotto in Serbia su licenza i modelli ZK Rival e New Rival identici al Daily prima e seconda serie. In listino anche le varianti minibus a marchio Irisbus, scuolabus nota come Recreo (scuolabus), Way per trasporti a noleggio e Tourys per servizi turistici e di navetta oltre alle versioni a trazione integrale e con motore elettrico.

Commenta con la tua opinione

X