Audi A1 Sportback: spazio e sicurezza, ma si poteva fare di più

La nuova Audi A1 Sportback a cinque porte offre spazio per i passeggeri, buone motorizzazioni e sistemi di sicurezza, anche se migliorabili

19 novembre 2011 - 8:00

Audi ha lanciato ufficialmente la nuova versione della sua compatta di segmento “premium”, l'A1, che in questa sua incarnazione a 5 porte avrà il nome di Sportback. Si tratta di un miglioramento sensibile rispetto alla versione originale a tre porte, anche se dal punto di vista estetico le due portiere posteriori sono praticamente l'unico vero cambiamento. Audi ha deciso di aumentare lo spazio interno allargando la vettura e alzandola, mantenendo inalterata invece la lunghezza. Il risultato è apprezzabile e non modifica più di tanto l'aspetto piacevole dell'A1. Se, però, vogliamo parlare dei sistemi di sicurezza, allora qualcosa di più si sarebbe potuto fare. Ma proviamo a entrare nei dettagli.

LA CONFERMA – L'Audi A1 Sportback, almeno a giudicare dalle informazioni in nostro possesso, non dovrebbe godere di alcuna aggiunta particolare nelle dotazioni di sicurezza rispetto alla sorellina più piccola. Gli equipaggiamenti di serie comprendono due airbag frontali, due laterali per torace e bacino e due per la testa. Inoltre si aggiungono i limitatori di escursione per le cinture, i dispositivi di regolazione in altezza delle stesse, il sistema integrale di poggiatesta Audi e le staffe Isofix di serie dei seggiolini per bambini. A tutto questo si deve aggiungere anche l'ESP con meccanismo elettronico di bloccaggio trasversale, già di serie anche sulla versione tre porte, che promette di ridurre al minimo il sottosterzo durante le curve. La casa di Ingolstadt, inoltre, promette un abitacolo con elevati livelli di rigidità che dovrebbe essere in grado di garantire sicurezza negli impatti e isolamento acustico. In attesa di un crash test dedicato, ci basiamo sui risultati dell'A1 originale, che in effetti ha presentato una cellula protettiva di buona qualità e ha ottenuto le cinque stelle nei test EuroNCAP del 2010. Eccellente il risultato per la protezione degli adulti (90%) e comunque buona quella per i bambini (79%), ma le perplessità arrivano per quanto riguarda la protezione dei pedoni. Paraurti e zona centrale sono di ottimo livello, così come la zona centrale del cofano. Il resto del frontale, invece, presenta diverse zone con scarsi livelli di protezione e, a meno di essere smentiti da futuri crash test, questa situazione non sembra essere cambiato. In linea generale, comunque, la protezione nei confronti dei passeggeri è di ottimo livello e può essere promossa.

LE MOTORIZZAZIONI – I motori a disposizione dell'Audi A1 Sportback sono tutti a quattro cilindri e sono disponibili sette varianti. Sono in generale quattro quelli che consiglieremmo come rapporto peso/potenza, due benzina e due diesel. Il primo è il modello base e si tratta di un TFSI da 1.2 litri in grado di sviluppare 86 CV. Secondo i dati forniti da Ingolstadt, garantirebbe un consumo di 5,1 litri/100 km. Per chi preferisce l'alternativa a gasolio ce ne sono due piuttosto interessanti. Sono entrambi di 1,6 litri di cilindrata, la prima con 90 CV e la seconda  con 105. Per entrambe, Audi parla di un consumo di 3,8 litri ogni 100 km e di emissioni di CO2 pari a soli 99 g/km, piuttosto buono se reali. L'ultimo motore è “ai limiti” per i nostri gusti, ma può ancora andar bene a patto di avere un po' di esperienza e buon senso. Si tratta del benzina TFSI da 1.4 litri, che sviuppa 122 CV. Cominciano ad essere parecchi e tale propulsore entrerebbe nella nostra categoria “motore decente, ma da non dare in mano a un guidatore inesperto.

OPTIONAL E PREZZI – Tra gli optional a disposizione ne segnalano due che potrebbero essere molto utili per un viaggio tranquillo. Sono il sistema di ausilio al parcheggio e il sistema di regolazione della velocità, quest'ultimo particolarmente utile nel caso si debba dare l'auto in mano a conducenti con un'esperienza limitata. La nuova Audi A1 Sportback verrà messa in vendita a partire dalla prossima primavera con un prezzo che per le versioni a  benzina partirà da 16.950 euro e da 19.050 per quelle a gasolio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo