Test dell’alce Mercedes Classe E coupé: sospensioni e freni sotto stress

La Mercedes Classe E coupè nel test dell’alce rivela quanto sono davvero efficaci le sospensioni standard in una manovra d’emergenza

10 settembre 2021 - 11:04

La Mercedes Classe E coupè è stata sottoposta al test dell’alce con pacchetto AMG e sospensioni Agility Control per verificare a quale velocità una manovra di emergenza per evitare un ostacolo può diventare rischiosa. Freni e pneumatici più performanti non si rivelano decisivi quanto le sospensioni (versione standard a smorzamento controllato). Il video del test dell’alce con la Classe E coupè è realizzato dal magazine spagnolo Km77, specializzato in test e prove su strada. Ecco in cosa consiste il test dell’alce e cosa bisogna aspettarsi dalla Mercedes Classe E coupé in una sterzata improvvisa ad alta velocità.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. In parole più semplici, il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando ma con il sistema di sicurezza ESP attivo. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Oltre al test dell’alce, la Mercedes Classe E coupè è stata messa alla prova anche nello slalom tra i coni a velocità costante. In questo test la tendenza al rollio (l’auto si corica lateralmente) è esasperata per portare al limite l’aderenza degli pneumatici. Ecco come sono andate le due prove sulla Mercedes Classe E coupè nel video qui sotto.

MERCEDES CLASSE E COUPÈ: COME VA NEL TEST DELL’ALCE O MOOSE TEST

Al momento test dell’alce la Mercedes Classe E coupè era equipaggiata con pneumatici estivi Pirelli PZERO MT MO 245/40 R19 anteriori e 275/35 R19 posteriori. “Nella nostra manovra di evitamento sul circuito non abbiamo raggiunto un’elevata velocità di entrata, – spiega il magazine – ma l’auto è sempre stata progressiva e prevedibile”. Infatti alla velocità di riferimento dei 77 km/h, il test non riesce senza abbattere coni, mentre a 75 km/h l’auto rientra perfettamente nella corsia di marcia.  “Ha molle elicoidali standard e sembra un po’ più solida della Classe E berlina con la stessa configurazione. Cambia appoggio più velocemente e ha meno tendenza a trascinare il muso nelle curve strette” è il commento dei giornalisti.

MERCEDES CLASSE E COUPÈ NELLA PROVA DELLO SLALOM

Nel test dello slalom a circa 70 km/h la Mercedes Classe E coupè non sembra deviare dalla traiettoria, come si vede nel video qui sopra. Tuttavia, “non è una coupé fatta per le curve lente”. In generale comunque, “la sospensione assicura che la traiettoria devii poco da quella impostata dal guidatore anche se il fondo stradale è deteriorato”. Commento negativo sui freni (che fanno parte del pacchetto AMG a pagamento). “Non reggono bene al riscaldamento dell’uso continuato. Non brillano neppure a freddo (né i freni né le ruote più larghe) poiché la loro capacità di fermare il veicolo è normale: 54,1 metri da 120 km/h”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023