SUV, Crossover o Fuoristrada: definizione e differenze

SUV, crossover e fuoristrada, sono termini utilizzati per riferirsi a tipologie di auto differenti ma spesso confuse. Facciamo chiarezza sulle differenze

11 agosto 2021 - 9:24

I SUV sono le auto più vendute nel mondo (con i pickup) e spesso confusi con fuoristrada e crossover. Non sono la stessa cosa e parlare indistintamente di SUV, Crossover e Fuoristrada può creare confusione sia nella scelta del modello che nell’impiego. Sebbene a prima vista possano sembrare molto simili, ci sono molte differenze tra una categoria e l’altra. Quali sono le caratteristiche e differenze principali? Ecco cosa cambia tra SUV, Fuoristrada e Crossover e come una gamma poliedrica come ad esempio quella di Peugeot riesce ad accontentare quasi tutti gli automobilisti.

COME SI RISCONOSCONO I SUV

Il significato di SUV sta per Sport Utility Vehicle e contraddistingue quei veicoli che nel tempo hanno rimpiazzato per volumi di vendite e impiego, berline e station wagon. In realtà però hanno caratteristiche molto differenti da quest’ultime:

– Altezza del corpo vettura maggiore di un’auto tradizionale, più simile a quella di un monovolume;

– Sospensioni con un’escursione più ampia;

– Trazione anteriore o 4 ruote motrici (nel caso della trazione Hybrid4 Peugeot, ad esempio, al motore a combustione è abbinato almeno un motore elettrico sull’asse posteriore);

Per quanto riguarda le dimensioni, i SUV si suddividono in SUV compatti (ad esempio la Peugeot 2008), SUV medi (Peugeot 3008) e SUV grandi (Peugeot 5008). Di pari passo crescono l’abitabilità, la trasmissione e le sospensioni sono più sofisticate (fino anche ad avere sospensioni indipendenti e differenziale autobloccante su alcuni modelli). Un dettaglio che negli ultimi anni è comune a questi veicoli sono anche gli pneumatici per SUV M+S (per fango e neve, quindi in regola con le ordinanze invernali). Guidare un SUV è più facile che guidare un fuoristrada per vari motivi:

– A parità di dimensioni è più confortevole di un fuoristrada soprattutto all’aumentare della velocità, proprio per via degli pneumatici adatti all’asfalto;

– Sono pensati per un uso prevalentemente urbano o al massimo per superfici moderatamente sconnesse. Non hanno molti dispositivi come le marce ridotte e il differenziale bloccabile, specifici per l’impiego su strade e fondo particolarmente impegnativi.

DIFFERENZE TRA SUV E CROSSOVER

Da ciò possiamo anche capire perché non basta montare pneumatici più tassellati a un SUV per trasformarlo in un fuoristrada. Ma prima parliamo dei Crossover, la categoria di veicoli che più si avvicina ai SUV e meno ai fuoristrada. Il significato più generico di auto Crossover è riferito a un segmento che nasce dalla combinazione di due tipi di auto differenti (ad esempio, una berlina 4 porte e un SUV). I crossover più diffusi per ovvi motivi di vendite sono i SUV Crossover o anche CUV (Crossover Utility Vehicle). Le differenze tra SUV e Crossover si possono ricercare generalmente:

– Nella linea più sportiva della carrozzeria per i Crossover, quasi sempre con tetto spiovente al posteriore;

– Per la presenza di pneumatici ribassati e ruote di diametro molto più grande rispetto ad un SUV che tradiscono un impiego esclusivamente stradale e lontano dalle buche;

– L’abitabilità (soprattutto posteriore) e la capacità del bagagliaio sono meno generosi rispetto a un SUV a parità di lunghezza;

Per il resto i contenuti tecnologici, la sicurezza e il comfort sono pressoché identici a quelli di un SUV di pari livello.

COSA CAMBIA TRA SUV E FUORISTRADA

E arriviamo finalmente a parlare dei fuoristrada, ovvero tutti i veicoli omologati per l’impiego su strade pubbliche che non si fermano quando finisce l’asfalto. Quando invece sono dotati di allestimenti più estremi e non omologati per la circolazione su strada, possono circolare solo su proprietà privata o in occasioni di competizioni dedicate. Ecco perché un’immancabile caratteristica dei fuoristrada è la presenza delle gomme tassellate, per una maggiore aderenza su sassi scivolosi, sterrato, pietrisco e tanto altro. Ma ci sono anche altre importanti caratteristiche che denotano importanti differenze tra SUV e fuoristrada:

– Gli angoli di attacco delle ruote anteriori e di uscita delle ruote posteriori di un fuoristrada permettono di salire e scendere da pendenze importanti senza incastrarsi con il pianale. In genere le ruote sono posizionate più vicine ai paraurti anteriore e posteriore, che invece sono rastremati nella parte inferiore;

– I differenziali bloccabili manualmente, le marce ridotte e l’assistenza nelle discese per i modelli più recenti;

– La trazione integrale permanente;

– Le sospensioni indipendenti con escursioni molto maggiori dei SUV e in alcuni casi anche pneumatiche;

– Una maggiore altezza da terra che permette anche di guadare piccoli corsi d’acqua;

– Il telaio non è autoportante come la scocca di SUV e Crossover, ma è quasi sempre a longheroni con motore, sospensioni e ruote su cui poi è allestito e montato l’abitacolo come cellula separata.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?