Strisce blu Bari: orari e costi della sosta

Sai come funzionano le strisce blu a Bari? Scoprilo verificando gli orari in cui si applica la sosta tariffata e i costi dei parcheggi

20 luglio 2022 - 14:00

Come funzionano le strisce blu di Bari, quali sono gli orari di attivazione e quanto costa il parcheggio? Fin dal 2008 nel capoluogo pugliese è stata istituita la Zona a Sosta Regolamentata che comprende i quartieri Murat, San Nicola, Libertà e Madonnella, in cui le aree di sosta, per i non residenti, sono a pagamento, mentre i residenti, dotandosi di un apposito contrassegno dal prezzo modico, possono parcheggiare gratuitamente e senza limiti di tempo (con esclusione delle Isole a Pagamento per tutti). Nelle prossime righe trovate tutto ciò che c’è da sapere.

DOVE SI TROVANO LE STRISCE BLU DI BARI E ORARI DI APPLICAZIONE

Come detto, la Zona a Sosta Regolamentata di Bari comprende i quartieri Murat, San Nicola e parte di Madonnella e Libertà, coprendo buona parte del centro storico della città pugliese. Cliccando su questa cartografia, realizzata con Google Maps, è possibile vedere la mappa della ZSR con la localizzazione dei parcometri e delle Isole a Pagamento per tutti.

Le zone con le strisce blu sono contrassegnate da diverse sigle (Murat: zona A; Libertà: zona B; Madonnella: zona C; San Nicola: zona D), ognuna con le proprie sotto-zone (A1, A2, B1, B2, ec.).

In qualsiasi zona o sotto-zona la sosta, per i non residenti, è a pagamento nei giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle ore 8:30 alle ore 20:30, salvo eccezioni debitamente indicate con segnaletica verticale.

STRISCE BLU BARI: COSTI PER I NON RESIDENTI

Il costo del parcheggio nelle strisce blu di Bari è stato calibrato in modo da scoraggiare soste di lungo periodo e così favorire un rapido ricambio e una costante disponibilità di posti. A tal fine, applicando il concetto di tariffazione progressiva, sono state individuate tariffe diverse. In pratica, il costo orario della sosta è più alto per le aree più vicine al centro città, più basso per quelle più lontane. Ecco i costi:

zona A: tariffa oraria di € 2,00;

zone B, C e D: una tariffa oraria di € 1,00.

Da notare che nella zona D gli spazi di sosta per i non residenti sono presenti esclusivamente su parte del lungomare e in alcune piccole aree all’interno della città vecchia. Mentre il resto della zona è destinato esclusivamente al parcheggio dei residenti.

I non residenti, per pagare la sosta nelle strisce blu a Bari, possono utilizzare i parcometri (mediante monete e tessere prepagate), i grattini (qui la lista delle rivendite autorizzate) e MUVT, l’app ufficiale del Comune di Bari per i servizi di mobilità cittadini. Sull’app il pagamento avviene con carta di credito, Sisal Pay, Postepay e Satispay.

STRISCE BLU BARI: PERMESSI PER I RESIDENTI

I residenti e i domiciliati all’interno della Zona a Sosta Regolamentata di Bari possono usufruire di un permesso a scadenza annuale, al costo di 30 euro. Il permesso consente di parcheggiare, gratuitamente e senza limiti di tempo, nella zona (A, B, C, ecc.) dove è situata l’abitazione, nonché in tutte le sotto-zone comprese nella zona di competenza. I domiciliati (o dimoranti) per ottenere il permesso di sosta devono presentare una dichiarazione che attesti il luogo di dimora.

Ogni persona residente nella ZSR che abbia un veicolo intestato, ha diritto a un solo permesso a tariffa agevolata di 30 euro all’anno. Qualora la stessa persona sia intestataria di altri veicoli può richiedere un contrassegno anche per ognuno di questi, fino a un massimo di 2, al costo di 300 euro l’anno.

È possibile richiedere il permesso anche per veicoli in leasing, a noleggio lungo termine (superiori all’anno), in fringe benefit aziendale o ceduti in uso esclusivo da parte del coniuge o dei familiari di I grado in linea diretta, appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

Attenzione: in prossimità delle aree commerciali e dei servizi pubblici più importanti il Comune ha individuato delle piccole zone di parcheggio denominate Isole, che sono a pagamento per tutti. Questi parcheggi a pagamento per tutti, in cui non valgono i permessi per residenti, sono riconoscibili dalla segnaletica verticale.

STRISCE BLU BARI: COME SI RICHIEDE IL PERMESSO ANNUALE PER RESIDENTI

Per ottenere o rinnovare il permesso annuale per le strisce blu è necessario presentare richiesta presso l’ufficio abbonamenti AMTAB, sito in via Trevisani 206 a Bari (lun-ven dalle 9:00 alle 13:00, mar e giov anche dalle 15:00 alle 17:00), allegando la seguente documentazione:

Modulo richiesta contrassegno sottoscritto dal richiedente;

– Fotocopia fronte-retro del Codice Fiscale del richiedente;

– Fotocopia fronte-retro della patente in corso di validità;

– La Fotocopia fronte-retro del libretto di circolazione;

– Fotocopia fronte-retro del contratto di leasing o del contratto di noleggio a lungo termine (se l’automezzo è in leasing o a noleggio);

– Dichiarazione (con allegata copia del documento di identità del firmatario) da parte dell’azienda proprietaria del veicolo nel caso in cui lo stesso sia posseduto a titolo di fringe benefit a uso esclusivo del titolare, socio o dipendente (se l’automezzo è in fringe benefit);

Dichiarazione (con allegata copia del documento di identità dei firmatari, comodante e comodatario) nel caso in cui lo stesso sia posseduto a titolo di cessione a uso esclusivo da parte del coniuge o dei familiari di I grado in linea diretta appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

In caso di comproprietà dell’autoveicolo è necessaria una dichiarazione da parte degli intestatari, diversi dal richiedente, che autorizzi l’utente ad ottenere il permesso a suo nome.

Per ulteriori informazioni sulle modalità per richiedere il permesso ZSR a Bari cliccare qui.

Il permesso viene emesso in via telematica e associato alla targa della vettura. Per agevolare le attività di controllo può essere esibita una vetrofania rilasciata al momento dell’emissione.

Solo nel caso non sia variata alcuna delle condizioni che hanno consentito l’emissione del permesso, la richiesta di rinnovo può essere effettuata anche online all’indirizzo https://servizi.amtab.it/Zsr.

Infine sono concessi dei permessi provvisori per la durata di 90 giorni in caso di cambio di residenza. E di 30 giorni in caso di sostituzione o acquisto di nuovo autoveicolo. Il costo del permesso temporaneo è di € 10,00.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali