Spesa carburante: in 1 anno spendiamo in media 1300 euro

Il caro benzina ha ridimensionato l’uso dell’auto e la spesa carburante: sono i giovani e gli over 65 i più parsimoniosi

13 dicembre 2021 - 10:14

La spesa carburante per gli italiani è una delle voci di costo sempre più ridimensionata nei bilanci familiari, come afferma il 70% degli italiani secondo un’indagine di Facile.it. A conferma del cambiamento nelle abitudini degli italiani, un’elaborazione Federpneus riporta un aumento degli spostamenti brevi entro 10 km. Ecco quanto spendiamo ogni anno in carburante.

SPESA CARBURANTE IN ITALIA: QUANTO CI COSTA

La spesa media degli italiani per il rifornimento di carburante è di 1.296 euro l’anno. Lo rivela un’indagine commissionata da Facile.it e MiaCar agli istituti mUp Research e Norstat. Inoltre il 72% degli intervistati ha dichiarato di aver cercato di ridurre gli spostamenti in auto a causa dell’aumento dei prezzi benzina. La spesa maggiore è stata attribuita agli automobilisti residenti nel Centro Italia (1.356 euro). Spendono meno invece gli automobilisti al Nord Est (1.152 euro). Dai risultati dell’indagine emergono altri dati legati all’uso dell’auto:

– gli uomini percorrono in media 12.441 chilometri l’anno a fronte dei 10.973 km delle donne;

– la spesa degli automobilisti uomini è circa 1.404 euro l’anno, cioè il 18% in più rispetto alle donne (1.188 euro).

 GLI AUTOMOBILISTI PIU’ GIOVANI USANO MENO L’AUTO

Se si considera l’età, gli automobilisti tra i 35 e i 44 anni spendono di più (1.428 euro l’anno). Gli over 65 invece spendono meno (1.056 euro). I giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni (76,6%) e gli automobilisti residenti al Sud e nelle Isole (76,1%) sono risultati più attenti al budget e cercano di ridurre maggiormente l’uso dell’auto. In base all’indagine, tra i 25 milioni di italiani che hanno preso questa decisione:

– il 43,1% ha dichiarato di aver eliminato gli spostamenti superflui;

– il 28,4% ha scelto di muoversi a piedi anziché con l’auto;

– il 13,5% ha optato per i mezzi pubblici.

GLI ITALIANI GUIDANO DI PIU’ MA PER BREVI TRAGITTI

Un’altra indagine realizzata dall’Associazione Nazionale dei Rivenditori Specialisti di Pneumatici su dati Isfort riporta che tra il 2017 e il 2020 sono aumentati gli spostamenti brevi (fino a 10 km di distanza). Sono passati dal 76,4% all’81,7% sul totale, con un aumento del 5,3%. Se si esaminano i dati anno per anno, però, si vede come tra il 2017 e il 2019 vi sia stato un calo dell’1,3% e poi, tra il 2019 e il 2020, un nuovo aumento del 6,6%. Dal 2017 al 2020 gli spostamenti medio-lunghi (oltre i 10 chilometri di distanza) invece sono passati dal 23,6% al 18,3% sul totale, con un calo del 5,3%.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023