Ricambi auto Iveco falsi: maxi sequestro da 1 milione di euro Sgominata un'attività di contraffazione di ricambi auto Iveco: maxi sequestro da 1 milione di euro a diverse società in provincia di Como e non solo

Ricambi auto Iveco falsi: maxi sequestro da 1 milione di euro

Sgominata un'attività di contraffazione di ricambi auto Iveco: maxi sequestro da 1 milione di euro a diverse società in provincia di Como e non solo

19 Dicembre 2022 - 03:12

Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha interrotto un’attività di falsificazione di ricambi auto Iveco, provvedendo a sequestrare il materiale contraffatto per un valore superiore a 1 milione di euro. Il fatto è accaduto in provincia di Como e per il momento vede coinvolte diverse società con 18 persone sotto indagine.

RICAMBI AUTO IVECO FALSI: COME FUNZIONAVA IL GIRO DI CONTRAFFAZIONE

Il piano era ben congegnato. La base operativa dell’attività di contraffazione di ricambi auto del marchio Iveco era in una stamperia di Guanzate (Como). Qui, come riporta il quotidiano La Provincia di Como, i ricambi non originali ma compatibili con i modelli Iveco, erano estratti, marchiati con i loghi del noto brand e nuovamente confezionati in scatole, comprensive di codice a barre ed etichette, del tutto identiche a quelle originali, con tanto di apposita dicitura ‘genuine parts’ (pezzi originali). I prodotti, così ultimati, finivano sul mercato legale a prezzi concorrenziali, garantendo un rilevante margine di guadagno a vantaggio degli ideatori della contraffazione.

RICAMBI AUTO CONTRAFFATTI IVECO: IL RISULTATO DELL’INCHIESTA

A quanto pare le Fiamme Gialle, e in particolare gli uomini della compagnia di Olgiate Comasco, stavano lavorando sul caso già da molti mesi e, dopo l’ok della Procura di Como, sono passati all’azione la scorsa settimana con un sequestro preventivo di materiale per un valore di oltre 1 milione di euro. I sigilli dei finanzieri sono finiti sui patrimoni della già citata tipografia di Guanzate, cuore dell’attività illecita, e anche su altre società che affidavano alla ditta comasca l’attività di falsificazione dei ricambi, fornendole i pezzi compatibili con i veicoli Iveco su cui dovevano essere apposti i marchi tutelati. Come detto, oltre alle società coinvolte, sono finiti iscritti sul registro degli indagati anche 18 soggetti coinvolti nel maxi giro di contraffazione di ricambi auto Iveco.

Ricambi auto Iveco falsi

RICAMBI AUTO IVECO FALSI: SEQUESTRI IN MOLTE REGIONI D’ITALIA

Nella conferenza stampa a seguito dell’operazione, i militari della Guardia di Finanza hanno spiegato che complessivamente sono stati sottoposti a sequestro penale 980 pezzi di ricambio (in particolare frizioni e filtri d’aria) riportanti il logo contraffatto Iveco, 84.000 confezioni e adesivi contraffatti, 3.000 pezzi di ricambi automobilistici senza loghi, 6 macchinari per la stampa e per il confezionamento, 28 cliché, 13 quadri per stampe, nonché tutta la documentazione amministrativa utile alla ricostruzione della filiera commerciale. La documentazione rinvenuta ha permesso di eseguire 23 perquisizioni presso le sedi di 13 aziende tra Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Campania e Puglia, con il sequestro di ulteriori 12.218 ricambi contraffatti già confezionati, 10.716 confezioni e adesivi contraffatti e 2 impianti di stampa.

Commenta con la tua opinione

X