Prezzi RC Auto: tariffe giù del 30% dal 2012 al 2021

Indagine ANIA sui prezzi RC Auto: tariffe giù di quasi il 30% dal 2012 al 2021 con una diminuzione del premio medio annuo di 134 euro

15 febbraio 2022 - 18:30

Nel 2021 è proseguito il trend al ribasso dei prezzi RC Auto, con il premio medio per l’intero anno sceso a 322 euro contro i 456 che si pagavano nel 2012, per una diminuzione del -29,4% in nove anni. In base all’ultimo report ANIA Trends il tasso di diminuzione delle tariffe RCA, mantenutosi pressoché costante nel corso degli anni prima di una frenata nel 2016, ha avuto un’impennata nel 2020 anche per gli effetti indiretti legati alla pandemia e ai vari lockdown che si sono susseguiti, ed è continuato pure nel 2021.

PERCHÉ SCENDONO I PREZZI RC AUTO IN ITALIA

L’indagine di ANIA, l’Associazione Nazionale delle Imprese di Assicurazione, ha riguardato, oltre al totale dei premi per il ramo RC Auto, anche quelli relativi alle tre principali tipologie di veicoli: autovetture, motocicli e ciclomotori. Da notare che la statistica è relativa alla sola garanzia obbligatoria, inoltre i premi analizzati non includono le imposte e il contributo al Servizio Sanitario Nazionale. Detto ciò un calo medio di 134 euro in nove anni è davvero un risultato notevole, frutto di diversi fattori:

– la maggiore concorrenza dovuta alla diffusione delle compagnie online;

– l’abolizione del tacito rinnovo;

– i siti di comparazione che consentono di calcolare il preventivo assicurazione auto e valutare il più vantaggioso;

– la nascita di nuovi servizi, come la scatola nera, che permettono, aderendovi, di ottenere ulteriori sconti sul premio.

Come in tutte le situazioni si potrebbe comunque fare meglio, ad esempio provando a ridurre al massimo (anche se non è semplice) le differenze territoriali che ancora oggi caratterizzano il mercato RC Auto in Italia, con i residenti di alcune provincie che pagano rispetto ad altre premi più alti di centinaia di euro.

PREZZI RC AUTO IN ITALIA: -134 EURO IN NOVE ANNI, TREND IN COSTANTE DIMINUZIONE

Ricapitolando, da quando è stata avviata la rilevazione di ANIA il premio medio per l’intero anno e per il totale dei veicoli è passati dai 456 euro pagati in media nel 2012 a 322 euro nella media del 2021. In nove anni, quindi, il premio medio RC Auto si è ridotto di 134 euro (-29,4%). Le riduzioni rispetto all’anno precedente sono state le seguenti:

– nel 2013 da 456 a 437 euro: -19 euro (-4,2%);

– nel 2014 da 437 a 411 euro: -26 euro (-6,0%);

– nel 2015 da 411 a 386 euro: -25 euro (-6,1%);

– nel 2016 da 386 a 367 euro: -19 euro (-4,9%);

– nel 2017 da 367 a 356 euro: -11 euro (-2,8%);

– nel 2018 da 356 a 352 euro: -4 euro (-1,0%);

– nel 2019 da 352 a 349 euro: -3 euro (-1,1%);

– nel 2020 da 349 a 335 euro: -14 euro (-3,8%);

– nel 2021 da 335 a 322 euro: -13 euro (-4,0%).

PREMI RCA PER AUTO, MOTOCICLI E CICLOMOTORI

Nel 2021 il premio medio annuo per le sole autovetture è stato di 323 euro (nel 2020 era 336, nel 2013, anno della prima rilevazione per diverse tipologie di veicoli, era 441), per i soli motocicli è stato di 222 euro (era 232 nel 2020 e 272 nel 2013) e infine per i ciclomotori 50 cc è stato di 149 euro (nel 2020 era 154, nel 2013 167). A dicembre 2021 il 76,8% dei contratti RCA ha riguardato il settore delle autovetture, il 3,7% quello dei motocicli e l’1,0% quello dei ciclomotori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bonus taxi Roma: come funziona lo sconto a dicembre 2022

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe