Prezzi carburante: come trovare quelli più convenienti

Per trovare i prezzi carburante più convenienti ci sono più opzioni. Consentono di risparmiare sul costo di benzina, diesel, Gpl e metano

15 aprile 2021 - 17:00

Non si tratta di una ossessione perché trovare le stazioni di servizio che applicano i prezzi carburante più convenienti consente di effettuare tutte le volte piccoli risparmi di spesa. Rifornimento dopo rifornimento, pieno dopo pieno, l’automobilista finisce per conservare nel proprio portafogli un bel gruzzoletto. Non solo, ma alla luce della continua variazione dei prezzi, sapere dove benzina e diesel, ma anche Gpl e metano, costano meno consente di organizzare al meglio i propri spostamenti. Sugli store digitali sono presenti numerose app con la mappa dei distributori di carburante. In questo articolo vogliamo però concentrarci sugli strumenti ufficiali, sempre gratuiti, oltre che su un recente e importante aggiornamento di Google Maps. Tutti aiutano a trovare i prezzi carburante più convenienti. Ecco come fare.

COME SAPERE QUALI SONO I PREZZI CARBURANTE SULLE AUTOSTRADE

Se c’è uno strumento da non perdere di vista per sapere quali sono i prezzi carburante è il sito di Autostrade per l’Italia. Naturalmente sono presenti solo i costi di benzina, gasolio e Gpl lungo le tratte gestite, ma l’utilità di questo servizio è evidente. Basta infatti selezionare il percorso ovvero il casello autostradale di entrata e quello di uscita per sapere quali sono tutte le stazioni di rifornimento e i prezzi applicati. In questo modo l’automobilista può calcolare le spese da affrontare, compresa quella del pedaggio, e pianificare con cura il proprio percorso. Come ci tiene a specificare la stessa Autostrade per l’Italia, i prezzi di benzina e gasolio sono relativi al self service mentre per il rifornimento del Gpl si fa riferimento alla modalità servito. Dal punto di vista tecnico, i gestori delle aree di servizio lungo i tratti autostradali aggiornano i dati anche attraverso il sito Osservaprezzi carburanti del Ministero dello Sviluppo economico. In ogni caso, i dati sono riferiti alla rete gestita da Autostrade per l’Italia che si dichiara non responsabile dei prezzi indicati e del loro aggiornamento.

DOVE COSTANO MENO BENZINA E GASOLIO: IL PORTALE OSSERVAPREZZI CARBURANTI

Abbiamo accennato al sito Osservaprezzi carburanti del Ministero dello Sviluppo economico. Questa piattaforma web è la porta di accesso alla consultazione in tempo reale dei prezzi di vendita di benzina, diesel, metano e Gpl praticati dagli impianti di distribuzione in tutta Italia. Prima di esaminare il funzionamento, ricordiamo che il database viene aggiornato tutte le settimane dagli stessi gestori dei punti vendita o comunque quando è in programma un aumento infrasettimanale. Lo strumento di ricerca è ben articolato, in quanto l’automobilista può procedere:

– secondo l’area geografica, selezionando la regione, la provincia, il comune, il tipo di carburante (benzina, diesel, metano, Gpl tra servito e self laddove possibile) e l’ordine del livello prezzi;

– per zona, in cui effettuare una ricerca disegnando un’area o intorno a un punto;

– mediante il percorso, scrivendo punto di partenza e punto di arrivo;

– per tratta autostradale, scegliendo tra i percorsi già presenti nel menu a tendina;

– per nome impianto, in cui inserire il nome del gestore della stazione di servizio (utile ad esempio nel caso di raccolta punti per ottenere un premio o uno sconto).

La fruizione del servizio di Osservaprezzi carburanti è completamente gratuita. Il Mise mette a disposizione anche le relative app per iPhone e iPad e smartphone e tablet Android. Tuttavia, nel momento in cui scriviamo, l’app per i device Google non è accessibile.

DOVE COSTANO MENO BENZINA E DIESEL? ORA LO DICE ANCHE GOOGLE MAPS

La ricerca dei distributori con i prezzi carburante più convenienti per fare il pieno di benzina o diesel è una costante degli automobilisti. Una soluzione in più arriva dal recente aggiornamento di Google Maps. Punto di forza del sistema cartografico della società di Mountain View è la semplicità d’uso. In buona sostanza è sufficiente uno smartphone per avere la piantina del proprio percorso a portata di tap. Non solo, ma con il mirroring sul display dell’auto, il guidatore può disporre di una visualizzazione più ampia e di più facile consultazione. L’update dell’app consente di saper quali sono i distributori di carburante più vicini, così come accade anche adesso. Ma con la novità dell’indicazione del prezzo al litro di benzina e gasolio, oltre agli orari di apertura e naturalmente l’indirizzo. Per fruire di questa possibilità occorre avviare l’app, cliccare su Benzinai e quindi su Panoramica. Tuttavia il rollout dell’update è in corso. Di conseguenza occorre tempo prima che possa raggiungere tutti i Paesi e tutti gli automobilisti italiani che hanno installato Google Maps.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Limite neopatentati

Limite neopatentati in autostrada: regole e sanzioni

Isofix auto: cos’è e come funziona

Segnaletica orizzontale

Segnaletica orizzontale: significato delle strisce e delle scritte