IRBA Italia procedura d'infrazione

Prezzi benzina 2020: quanto carburante si compra con uno stipendio medio?

Interessante report su prezzi benzina e salario nel 2020: quanto carburante si compra con uno stipendio medio in ciascuna nazione del mondo?

28 agosto 2020 - 10:45

Confrontando i prezzi della benzina nel 2020 con gli stipendi medi di 103 nazioni compresa l’Italia, quanto carburante si riesce a comprare in ciascuno di questi Paesi? La risposta è nel report preparato al team di Picodi.com, che ha calcolato, appunto, quanti litri di carburante può permettersi un automobilista con un salario medio considerando il costo della benzina nel posto in cui vive. Con risultati talvolta sorprendenti.

PREZZI BENZINA 2020 IN EUROPA: IN DISCESA QUASI OVUNQUE

Per quanto riguarda la sola Europa, i dati sui prezzi del carburante nella prima metà del 2020 (fonte Globalpetrolprices.com) riportano che su 42 Paesi considerati, in ben 39 sono risultati mediamente inferiori rispetto al 2019. I maggiori decrementi sono stati registrati in Bosnia Erzegovina (−17,8%), Ucraina (−15,4%) e Romania (−14%). In Italia i prezzi della benzina sono diminuiti del 6%, peggio di tante altre nazioni ma meglio di Regno Unito (−5,7%), Albania (−4,9%), Estonia (−4,3%) e Paesi Bassi (-4,0%). È interessante inoltre notare come in Russia il prezzo sia leggermente aumentato (dello 0,8%) rispetto all’anno precedente, anche se resta bassissimo confrontandolo con gli altri Paesi europei (l’equivalente di 0,58 euro, in Italia è 1,47 euro), mentre in Bielorussia la benzina è cresciuta addirittura del 12,4%.

RAPPORTO TRA PREZZI BENZINA E STIPENDIO MEDIO IN EUROPA: SVIZZERA AL 1° POSTO, ITALIA A METÀ

Alla luce di ciò, se si confrontano i prezzi medi della benzina nella prima metà del 2020 con gli ultimi dati sui salari medi, per il secondo anno consecutivo Svizzera e Lussemburgo possono vantare il miglior rapporto tra il prezzo di un litro di benzina e lo stipendio medio in Europa. Il salario consente infatti ai residenti di questi due Paesi di acquistare rispettivamente 3.795 e 3.320 litri di benzina in un anno. Al terzo posto la Danimarca con 2.484 litri. E l’Italia? Da noi lo stipendio medio è di 1364 euro netti (dati JobPricing), ciò significa che il salario consente l’acquisto di 929 litri di carburante, cifra che ci pone al 20° posto nella classifica europea, quindi più o meno a metà. Gli ultimi posti sono occupati da Moldavia, Ucraina e Albania, dove i salari medi in questi paesi valgono rispettivamente 352, 345 e 239 litri di carburante, una miseria.

Grazie alla seguente infografica potete visualizzare i dati riferiti a ciascun Paese europeo.

PREZZI BENZINA 2020 NEL MONDO: QUANTO CARBURANTE SI COMPRA CON IL SALARIO MEDIO

Nel resto del mondo i Paesi della penisola arabica occupano ovviamente le posizioni principali. In Arabia Saudita, Qatar e Kuwait con lo stipendio medio si possono acquistare tra 5.112 e 8.210 litri di benzina. La situazione peggiore è a Cuba dove il salario medio vale solo 28 litri, un dato assai distante persino da quelli di Tagikistan e Zambia che con 151 e 219 litri occupano rispettivamente il penultimo e il terzultimo posto. Curioso il caso della Nigeria, il Paese africano in cui viene estratto il maggior numero di petrolio grezzo. Pur avendo uno dei prezzi della benzina più bassi al mondo (l’equivalente 0,31 euro), lo stipendio medio di soli 165 euro permette ai nigeriani di acquistare appena 539 litri. Quasi come in Russia, che nonostante sia il secondo maggiore produttore di petrolio al mondo, consente ai suoi abitanti di comprare non più di 919 litri.

La seguente mappa, sempre a cura di Picodi.com, presenta i prezzi medi per 1 litro di benzina in 103 nazioni del mondo e i litri che si possono comprare con lo stipendio medio netto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto nuova: per il 50% degli europei con un motore a combustione

Tesla usata: quanto dura la garanzia del Costruttore?

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più