Patente foglio rosa

Patente: foglio rosa valido dopo 6 mesi anche senza certificato medico

C'è una novità che riguarda la patente: il foglio rosa è valido dopo i 6 mesi canonici, anche senza una nuova visita medica, se c'è stata l'impossibilità di sostenere l'esame.

2 agosto 2019 - 13:29

Attraverso una recente circolare il MIT ha comunicato di aver esteso la validità del foglio rosa della patente di guida a oltre 6 mesi, qualora ce ne fosse bisogno. L’intervento del Ministero si è reso necessario per tutelare quei candidati alla patente che, dopo aver superato l’esame teorico, non avevano potuto sostenere quelli pratici entro i limiti previsti (appunto 6 mesi) a causa di problemi burocratici non certo imputabili a loro. Con la beffa, unita al danno di rinviare a chissà quando il conseguimento della patente, di dover rifare la visita medica obbligatoria.

PATENTE E VALIDITÀ DEL FOGLIO ROSA

Com’è noto, e così come prevede l’articolo 122 del Codice della Strada, il cosiddetto ‘foglio rosa’, il documento provvisorio che consente le esercitazioni di guida su strada a chi ha superato l’esame di teoria, ha una validità di 6 mesi. Termine entro cui bisogna aver sostenuto anche gli esami pratici, con massimo due tentativi a disposizione. Una volta le norme che regolano il foglio rosa erano assai più severe, perché chi non riusciva a superare l’esame pratico nei tempi previsti doveva ricominciare dall’inizio l’intera trafila per prendere la patente. Adesso però le cose sono cambiate e non solo è previsto il rinnovo automatico del foglio rosa per altri 6 mesi se non si supera la prova pratica, ma dal 2016 c’è pure la possibilità di sostenere per una terza volta l’esame di guida senza dover rifare quello di teoria (però con l’obbligo di rifare la visita medica).

ESAME DI TEORIA DELLA PATENTE VALIDO DOPO 6 MESI: LE MOTIVAZIONI

E quindi, se già era previsto il rinnovo automatico del foglio rosa, in cosa consistono esattamente le novità introdotte dal MIT? Consistono nello stabilire che gli esami di teoria per la patente, in caso di esito positivo, restano validi anche oltre i sei mesi di efficacia del foglio rosa, se in questa tempistica non si è riusciti a conseguire le due prove pratiche di guida. E, soprattutto, restano validi senza bisogno di produrre un nuovo certificato medico. Questo perché, incredibile ma vero, negli ultimi tempi molti ‘patendandi’ sono stati costretti a rifare gli esami di teoria, che avevano brillantemente superato, perché a causa di ritardi delle motorizzazioni hanno incontrato oggettive difficoltà a prenotare ed eseguire le prove di guida pratica entro i 6 mesi di validità del foglio rosa.

PATENTE ED ESAME DI TEORIA: COSA CAMBIA IN CONCRETO

“Si tratta di un provvedimento molto atteso dalle autoscuole e che porta un vantaggio sia per i cittadini che tentano di conseguire la patente di guida, che per gli uffici della motorizzazione, oberati dalle pratiche”, si legge sul comunicato diffuso dal Ministero. In particolare la circolare precisa che d’ora in poi è prevista la possibilità, ma solo per una volta, di far valere il superamento della prova teorica anche se il foglio rosa è scaduto senza aver potuto effettuare le prove pratiche, e dunque si è costretti a richiederne uno nuovo. Il riporto permette di trascrivere sul nuovo foglio rosa il superamento dell’esame teorico, così da poter direttamente effettuare la prova pratica di guida senza dover nuovamente superare il quiz e senza dover sottoporsi a una nuova visita medica. Per leggere tutti i dettagli della circolare del MIT cliccate sul tasto rosso Scarica PDF.

Scarica PDF

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le migliori Case che sanno vendere meglio le auto nel 2019

Conversione patente estera

Conversione patente estera conseguita prima dei 18 anni: ok dal MIT

Gomme invernali obbligatorie: le ordinanze neve 2019 – 2020