Pagamenti Motorizzazione

Pagamenti Motorizzazione solo con PagoPA: arriva la proroga

Pagamenti Motorizzazione solo con PagoPA: il nuovo sistema doveva scattare da Luglio 2021 ma una proroga dell'ultim'ora rinvia tutto in autunno

9 luglio 2021 - 12:00

A partire dal 14 luglio 2021 tutti i pagamenti in Motorizzazione si sarebbero dovuti gestire con la piattaforma PagoPA, a seguito della conclusione del contratto con il consorzio Poste Motori. Ma poiché l’Italia è notoriamente il paese delle proroghe, ecco che a pochi giorni del cambiamento è giunto l’avviso del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili che ‘congela’ il passaggio a PagoPA rinviando tutto al prossimo autunno.

QUALI PRATICHE GESTISCE LA MOTORIZZAZIONE CIVILE

Le pratiche di competenza della Motorizzazione Civile comprendono la totalità delle operazioni tecniche e tecnico-amministrative relative ai conducenti e ai veicoli, tra cui:

– rilascio del foglio rosa;

emissione o rinnovo della validità delle patenti di guida;

– duplicato delle patenti di guida;

– immatricolazioni e re-immatricolazioni;

revisioni auto;

– collaudi;

– omologazioni dell’emissione o aggiornamento della carta di circolazione o del documento unico di circolazione e proprietà.

L’espletamento della pratica da parte della Motorizzazione avviene a fronte del pagamento dei diritti DTT (Dipartimento Trasporti Terrestri). Attualmente il pagamento viene effettuato tramite versamento su conti correnti postali dedicati di Poste Motori, ma a breve sarà accettata solo la piattaforma PagoPA.

PAGAMENTI MOTORIZZAZIONE: IL PASSAGGIO DA POSTE MOTORI A PAGOPA

Con una circolare dello scorso 21 maggio 2021, la Motorizzazione ha avvisato tutti gli uffici interessati del termine del contratto con il consorzio Poste Motori e del passaggio a PagoPA, lo strumento ufficiale delle Pubbliche Amministrazioni, con l’obbligo, a decorrere dal 14 luglio 2021, di effettuare i pagamenti relativi alle pratiche di competenza della Motorizzazione Civile utilizzando esclusivamente tale piattaforma. Nella circolare si raccomandava inoltre di esaurire nel minor tempo possibile i titoli di pagamento già acquistati (prepagati, bollettini di c/c postale, ecc.) e di non comprarne altri, visto che dal 14 luglio non avrebbero avuto più alcuna validità. Dopo l’annuncio sono però sorti molti dubbi sulla fattibilità della migrazione nei termini previsti, invero molto stretti (meno di 2 mesi), senza compromettere la continuità delle procedure e per il possibile insorgere di disservizi per imprese e utenti.

PAGAMENTI MOTORIZZAZIONE: PROROGA DEL PASSAGGIO A PAGOPA

E infatti, puntuale come le tasse, è stata predisposta una proroga che rinvia tutto al prossimo autunno, con orizzonte fino a Marzo 2022. Con avviso datato 8 luglio 2021 e inviato a tutte le sedi della Motorizzazione in Italia, il MIMS ha comunicato che dal 14 luglio il pagamento delle pratiche di Motorizzazione non subirà alcuna modifica, e che solo a partire dal prossimo mese di Settembre sarà avviata la progressiva migrazione verso la piattaforma PagoPA che si concluderà entro il mese di Marzo 2022. Questa migrazione, si legge sempre nell’avviso, comporterà lo spostamento sul sistema PagoPA secondo una logica ‘a blocchi’, per tipologia di operazioni (p.es. prima le revisioni, poi i trasferimenti di proprietà dei veicoli, poi le immatricolazioni, ecc.). Una volta portato a termine lo spostamento del ‘blocco’ sul sistema PagoPA non sarà più possibile eseguire i pagamenti secondo le modalità attuali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?