RC auto risarcimento

Incidenti stradali con più vittime: -38% nei primi 9 mesi 2020

Meno mobilità e incidenti stradali con più vittime in calo: le strade extraurbane si confermano il luogo più pericoloso nel 2020

13 novembre 2020 - 11:00

Nel 2020 diminuiscono gli incidenti stradali con più vittime del -38%. A rivelarlo è il rapporto dell’ASAPS sugli incidenti stradali in Italia nei primi 9 mesi dell’anno. Un resoconto che deve la sua variazione negativa soprattutto al minor numero di spostamenti. Ecco dove e in quali situazioni gli incidenti sono contrassegnati come “plurivittime”.

EFFETTO CORONAVIRUS: DIMINUISCONO GLI INCIDENTI CON PIU’ VITTIME

L’Osservatorio ASAPS che elabora i dati degli incidenti stradali in Italia, afferma che nei primi 9 mesi del 2020 sono avvenuti “solo” 69 incidenti stradali con più vittime. In rapporto, le persone che hanno perso la vita sono più del doppio degli eventi (159). Il report dell’Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale afferma che tra le vittime del 2020 in questo tipo di incidenti 7 sono bambini. Il numero di incidenti con 2 vittime si verifica più frequentemente (58 quelli registrati nel 2020). Mentre meno frequenti sono i casi di plurivittime superiori a 2 (5 incidenti con 3 vittime, 4 con 4 vittime e 2 con più di 4 vittime). Un’evidenza positiva dell’analisi è che nessun incidente plurimortale è stato causato da pirati della strada, anche se in 3 incidenti il conducente è risultato positivo all’alcoltest. Un dato però che potrebbe essere parziale visto che non sempre si riesce ad accertare il tasso alcolemico.

DOVE AVVENGONO GLI INCIDENTI CON PIU’ VITTIME IN ITALIA

Il fatto che negli incidenti con più vittime siano coinvolte maggiormente le autovetture (in 53 episodi) non stupisce più di tanto. Solo in 3 incidenti figurano gli autocarri, in 13 le moto, in 1 un velocipede e in 6 un pedone. Nessun incidente in cui hanno perso la vita più persone è stato causato o ha coinvolto un autobus. Le strade extraurbane si confermano più pericolose: 53 incidenti avvengono su statali e provinciali, mentre 9 lungo le autostrade e 7 nei centri abitati.

LE REGIONI CON PIU’ INCIDENTI “PLURIMORTALI”

Le regioni con il maggior numero di incidenti plurimortali nei primi 9 mesi del 2020 sono il Lazio dove sono stati registrati 13 sinistri, la Lombardia con 8 sinistri, la Toscana con 7, il Piemonte, la Puglia e il Veneto con 6, la Calabria e l’Emilia-Romagna con 4 sinistri. Nel 2019 gli incidenti con più vittime furono 111 con ben 244 vittime. Si può con ogni probabilità associare la riduzione del 2020 alla limitazione della mobilità, non a caso l’Italia è stata annoverata tra i Paesi che hanno meglio attivato contromisure per la prevenzione di incidenti stradali durante la pandemia, secondo l’ETSC.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali