Gli infotainment danno più problemi sulle auto, l’indagine JD Power 2019

I sistemi infotainment delle auto nei primi 3 anni sono tra i più difettosi. Lo rivela la nuova indagine sui difetti delle auto in UK di JD Power

13 maggio 2019 - 11:57

Le auto connesse dovranno dimostrare di essere più smart di quelle oggi in vendita con sofisticati sistemi d’infotainment. Secondo l’ultimo rapporto di JD Power sui difetti delle auto, i sistemi ACEN (Audio, Communication, Entertainment and Navigation) rappresentano almeno la metà dei difetti più frequenti. Tra le auto migliori vendute nel Regno Unito, Peugeot si colloca al primo posto, mentre solo un Brand Premium rappresenta le auto di lusso.

L’INDAGINE JD POWER IN UK

L’indagine condotta da JD Power “Vehicle Dependability Study 2019” analizza i difetti più frequenti lamentati dai consumatori su veicoli acquistati tra il 2015 e il 2018 in UK. La classifica qui sotto delle marche meno problematiche, tiene conto dei difetti registrati ogni 100 veicoli di ogni Costruttore. Tra le varie lamentele dei clienti delle Case ci sono 177 voci diverse in 8 categorie. Tra queste, i sistemi d’infotainmet più complessi sono anche quelli più problematici. Come riporta JD Power, i sistemi ACEN sono migliorati rispetto al rapporto precedente, ma rappresentano ancora 16,6 PP100 (problemi ogni 100 auto) dello stesso Brand. I consumatori lamentano difficoltà con Bluetooth integrato, comandi vocali, sistema di navigazione e ricezione della radio, che dal 2020 sarà DAB+ su tutte le auto.

I DIFETTI PIU’ FREQUENTI

Le categorie che contano più problemi sono l’esperienza di guida, comandi, ACEN, sedili, climatizzatore, interni, motore e trasmissione. Complessivamente la differenziazione dei brand e l’adozione di sistemi di sicurezza attiva influenzano le medie. Il punteggio globale di sistemi come il monitoraggio di angoli ciechi ha una difettosità di 2,4 PP100 (1,8 PP100 per le auto di massa e 4 PP100 per quelle premium). Secondo JD Power è molto maggiore di sistemi come il Keyless e il Cruise Control che si fermano mediamente a 1,5%. I guasti al motore (12% in media) sono quelli che maggiormente influenzano la scelta dell’auto successiva. Mentre i difetti (soprattutto ai sistemi ACEN) sulle auto ibride ed elettriche sono maggiori che sulle auto a combustione, tuttavia non sono reputati determinanti per il futuro acquisto.

I BRAND MIGLIORI E QUELLI PIU’ VENDUTI

Tra i Brand che hanno ricevuto meno lamentele da 11.530 proprietari in UK dopo l’acquisto ed entro i primi 3 mesi c’è Peugeot (77 problemi ogni 100 auto vendute). Al secondo posto c’è Skoda (80%) seguita da Hyundai (90 PP100) che negli USA gode di ben altra reputazione tra i clienti. Tra i Brand premium Volvo è al primo 10^ posto con 106 PP100 e anticipa Mercedes-Benz (136 PP100) al 20^ posto. Vauxhall, molto diffusa in UK al 6^ posto è più apprezzata per i modelli Mokka e MokkaX.  Secondo i dati di vendite 2018 nel Regno Unito, la Ford si è confermata con la Fiesta il brand preferito, ma nella classifica JD Power si piazza 9^. Al secondo posto nelle vendite poi c’è Volkswagen, con la Golf, al 12^ posto con 113 difetti PP100. Infine Nissan, al terzo posto con la Qashqai nelle vendite, manca al 4^ posto della classifica JD Power con 94.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ADAS obbligatori dal 2022: l’elenco ufficiale va in Gazzetta UE

Auto senza chiavi: un’app risolverà i problemi più frequenti?

Auto per disabili Iva al 4% elettriche ibride

Auto per disabili: Iva al 4% anche per elettriche e ibride