Fiat Tipo 2021 nel test dell’alce: cosa cambia rispetto alla precedente?

Dalle gomme dipende il controllo della Fiat Tipo 2021 in una manovra di emergenza: ecco cosa cambia nel test dell’alce rispetto alla versione 2016

11 ottobre 2021 - 13:00

La Fiat Tipo 2021 è stata sottoposta al test dell’alce con pneumatici e freni diversi che hanno avuto un peso importante nell’esito delle prove. Il test permette di verificare a quale velocità la berlina media italiana (prodotta in Turchia) mette in difficoltà il conducente nell’evitare un ostacolo improvviso. Quanto è cambiata la Fiat Tipo 2021 nel test dell’alce rispetto alla versione 2016? Ecco il video realizzato dal magazine spagnolo Km77, specializzato in test e prove su strada, e i commenti.

COME AVVIENE IL TEST DELL’ALCE

Il test dell’alce (o Moose Test) si basa sulla norma ISO 3888-2. In pratica il collaudatore al volante dell’auto da testare guida fino a una velocità di prova costante. Quando arriva a un punto contrassegnato dai coni sterza improvvisamente per evitare un ostacolo, che potrebbe essere un’altra auto o un animale selvatico. Prima della sterzata il conducente alza il piede dall’acceleratore e la manovra di evitamento avviene solo utilizzando il volante e senza alcun altro comando oltre all’intervento dell’ESP. La sterzata si svolge in due fasi:

– l’evitamento dell’ostacolo, eseguito a una velocità sempre più alta nelle varie prove. Questo per verificare qual è il limite in cui il volante, le sospensioni, il telaio e gli pneumatici consentono un controllo gestibile anche davanti a un ostacolo imprevisto;

– il rientro nella traiettoria iniziale (un corridoio di coni largo 3 metri) senza richiedere eccessive correzioni di volante e senza abbattere coni. Si possono verificare in caso di sovrasterzo (tendenza al testacoda) o sottosterzo (le ruote anteriori scivolano lateralmente e l’auto allarga la traiettoria) entrambi comportamenti di un’auto che ha raggiunto i suoi limiti di stabilità;

Oltre al test dell’alce, la Fiat Tipo 2021 è stata messa alla prova anche nello slalom tra i coni a velocità media di circa 70 km/h. In questo test la tendenza al rollio (l’auto si corica lateralmente) è esasperata per portare al limite l’aderenza degli pneumatici. Ecco come sono andate le due prove sulla Fiat Tipo 2021 nel video qui sotto.

FIAT TIPO 2021 NEL TEST DELL’ALCE: QUANTO È CAMBIATA?

La Fiat Tipo 2021 1.0 T3 era equipaggiata con pneumatici estivi Continental EcoContact 6 225/45 R17. “Non è un’auto entusiasmante, di quelle che si vorrebbe guidare per il semplice fatto di farlo, – riporta il magazine -, ma non presenta grossi inconvenienti”. Alla velocità di riferimento di 77 km/h per questa prova, la Fiat Tipo non permette direzionalità, colpa degli pneumatici e dell’intervento “brusco” del controllo di stabilità, secondo il magazine. L’evitamento dell’ostacolo riesce a 70 km/h in modo ineccepibile (rispetto ai 76 km/h della generazione precedente ma con gomme Pirelli).

FIAT TIPO 2021 NELLA PROVA DELLO SLALOM

Anche nel test dello slalom la Fiat Tipo 2021 mostra un comportamento prevedibile. “La sospensione della Fiat Tipo permette alla carrozzeria di avere ampi movimenti nelle curve strette o quando si frena più forte”, afferma il magazine. “Non è un fatto particolarmente eclatante ma richiede un po’ di pratica per abituarsi”. E continua, “La parte positiva di un questo setup è che i passeggeri sono ben isolati dallo stato della strada e l’auto ha una guida fluida e piacevole”. Commento positivo sulla frenata da 120 km/h, rispetto alla Fiat Tipo della precedente versione: “abbiamo ottenuto risultati molto migliori rispetto al modello precedente”. Per completare la manovra: 52,5 metri Fiat Tipo 2021 con Continental EcoContact 6 contro 57,3 metri per la Fiat Tipo 2016 con Continental EcoContact 5.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?