Colonnine elettriche bonus 90 milioni

Dove sono le colonnine elettriche in autostrada?

Il numero delle colonnine elettriche in autostrada è destinato ad aumentare rapidamente, ma quali sono adesso le opzioni per gli automobilisti?

10 maggio 2021 - 17:00

Alla ricerca delle colonnine elettriche in autostrada. Per chi guida un veicolo a batteria non si tratta di un semplice esercizio di conoscenza, ma di una vera e propria necessità. Senza una riserva sufficiente di energia, l’auto non si muove e il rischio di rimanere in panne nel bel mezzo di un tragitto è possibile. A rendere il quadro piuttosto critico ci sono due evidenze. Innanzitutto il numero di stazioni di ricarica di energia elettrica in autostrada che non è lontanamente paragonabile alla quantità di pompe di rifornimento di benzina e gasolio. In seconda battuta, l’autonomia delle auto elettriche richiede al guidatore di pianificare con attenzione spostamenti e soste. Ma qualcosa sta cambiando. Vediamo da vicino dove sono le colonnine elettriche in autostrada, ma anche quali sono le novità in materia che daranno una spinta alla diffusione dell’elettrico in Italia.

DOVE TROVARE LE COLONNINE ELETTRICHE IN AUTOSTRADA

Ci pensa la tecnologia ad andare in soccorso dei possessori di un’auto elettrica. Sono infatti numerose le app messe a disposizione da sviluppatori terzi e dagli stessi gestori con l’indicazione delle colonnine elettriche in autostrada. Facilmente scaricabili dagli store digitali di riferimento (per Android e per iOS) e gratuitamente utilizzabili, propongono una mappa dell’Italia con la segnalazione delle stazioni di ricarica di energia elettrica in autostrada. A proposito di cartine, anche Google Maps può rivelarsi un utile strumento. Punto di forza, ma anche un limite per la sua completezza, è l’arricchimento delle indicazioni di colonnine elettriche da parte degli stessi utenti. In ogni caso, le possibilità per fare il pieno di energia per la propria auto sono a oggi piuttosto limitate. Tuttavia anche grazie a quanto previsto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza del governo Draghi ovvero nel Recovery Plan, sono in arrivo 750 milioni di euro per realizzare 7.500 punti di ricarica rapida in autostrada e superstrade e 13.755 nelle città.

COLONNINE ELETTRICHE IN AUTOSTRADA: DOVE SONO?

Sulla base degli strumenti a disposizione e in particolare della cartina fornita da Chargemap e aggiornata al momento in cui scriviamo (maggio 2021), possiamo allora stilare un primo elenco delle colonnine elettriche in autostrada. Si tratta di una lista in continua evoluzione poiché, come previsto dall’ultima legge di Bilancio, i concessionari autostradali devono installare colonnine di ricarica ultrafast lungo le tratte di competenza almeno ogni 50 chilometri. A oggi, i possessori di un’auto elettrica possono fare rifornimento di energia in questi tratti:

– Abruzzo: Torre Cerrano Est-Ovest A14;

– Campania: San Nicola Est-Ovest A1, Cittadella A1, Irpinia Nord-Sud A16;

– Emilia Romagna: Arda Est-Ovest A1, Secchia Est-Ovest A1, Po Est A13, La Pioppa Est-Ovest A14, Sillaro Est-Ovest A14, Badia Nuova Ovest A1, Montefeltro Est-Ovest A14;

– Friuli Venezia Giulia: Piave Est-Ovest A27;

– Lazio: Tirreno Est-Ovest A12, Salaria Est A1, La Macchia Est-Ovest A1, Flaminia Est A1, Mascherone Ovest A24;

– Liguria: Aurelia Sud A10, Sant’Ilario Nord-Sud;

– Lombardia: Lario Est A9, Brughiera Ovest A8, Villoresi Est-Ovest, San Donato Est, San Zenone Est-Ovest A1, Novate Nord A4, Lambro Sud A4, Brianza Nord-Sud A4, Valtrompia Nord-Sud A4;

– Marche: Esino Est A14, Conero Ovest A14;

– Piemonte: Monferrato Est-Ovest A26, Stura Est-Ovest A26;

– Puglia: Torre Fantine Est-Ovest A14, Le Saline Est-Ovest A14, Ofanto Nord-Sud A16, Murge Est-Ovest A14;

– Toscana: Peretola Nord-Sud A1, Firenze Nord A1, Arno Est+Ovest A1, Aglio Est A1;

– Umbria – Fabro Est A1, Giove Ovest A1;

– Veneto – Adige Ovest A13.

NUOVE STAZIONI DI RICARICA PER AUTO ELETTRICHE IN ARRIVO

La buona notizia per chi possiede un’auto elettrica è proprio il tentativo del legislatore di incoraggiare il passaggio alla mobilità sostenibile colmando quelle lacune che ne hanno impedito la diffusione. Consentire di fare il pieno di energia sulla rete autostradale è un altro importante passo. La normativa approvata assegna 180 giorni ai concessionari delle autostrade per installare punti di ricarica di potenza elevata. Nel caso di immobilismo o di mancato interesse si aprono le candidature per chi ne fa richiesta. L’iter prevede che il concessionario pubblichi un bando per selezionare l’operatore tenendo conto delle caratteristiche tecniche e commerciali e con l’obiettivo di valorizzare efficienza, qualità e varietà dei servizi proposti. Si tratta insomma di disposizioni più stringenti rispetto a quelle codificate nel decreto legislativo 257 del 2016, che pure prevedeva l’obbligo per i concessionari di installare colonnine elettriche in autostrada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sicurezza stradale: lo spettacolo “I Vulnerabili” va in DAD

Auto usata: le 5 truffe più diffuse da cui stare alla larga

Green Pass Covid

Green Pass Covid: come funziona e come ottenere la Certificazione verde