Display touch in auto: più pericolosi di alcol e droga?

I display touch in auto sono sempre più diffusi ma creano un falso senso di sicurezza: un’indagine dimostra che sono più pericolosi di alcol e droga al volante

2 aprile 2020 - 13:10

I display touch in auto sono l’ultimo ritrovato tecnologico che non può mancare neppure nelle utilitarie moderne. Peccato che, da un’indagine sui tempi di reazione dei conducenti, emerge un peggioramento della sicurezza di guida. I numeri inaspettati dicono che i display in auto sono più pericolosi anche della guida sotto effetto di alcol e droga. Vediamo di cosa si tratta e capire perché i display sono pericolosi.

DISPLAY TOUCH IN AUTO: L’INDAGINE E IL SIMULATORE

L’indagine sui display touch in auto è stata commissionata da IAM RoadSmart per TRL (The Future of Transport) con il sostegno della FIA per comprendere l’impatto dei touchscreen sulla sicurezza di guida. I partecipanti (46 persone di età media di 45 e 37 anni in base alle prove) hanno guidato per 15 minuti al simulatore. Durante le prove sono stati valutati i tempi di reazione a un imprevisto mentre svolgevano precise istruzioni tramite display touch in auto. Il percorso di prova prevedeva una simulazione di guida extraurbana e autostradale, con velocità da 64 a 112 km/h. L’elemento imprevisto era simulato con una barra rossa sul monitor: appena i partecipanti si accorgevano dell’imprevisto, dovevano tirare la leva destra dietro il volante. Il tempo di risposta utile è stato stabilito in 10 secondi, oltre i quali corrispondeva a un evento mancato: quindi un possibile pedone investito o un incidente stradale.

TEMPI DI REAZIONE AL VOLANTE E DISPLAY TOUCH IN AUTO

Normalmente i tempi di reazione medi di un conducente concentrato alla guida sono di circa 1 secondo. Nell’indagine sui display touch in auto però viene fuori che la sicurezza di guida peggiora anche più di quanto accadrebbe per l’uso di alcol o droga. L’uso del Touch in auto (sia con Android auto che con Car Play) è di gran lunga più pericoloso poiché i tempi di reazione peggiorano di oltre la metà. Questo però non vuol dire che da oggi chi scrive messaggi, assume alcol o droghe può sentirsi più sicuro al volante. Nell’immagine qui sotto è riportato in media quanto peggiora il tempo di reazione in diverse condizioni di guida e con diversi rischi: con vivavoce, con comandi vocali, scrivere un messaggio, tenere il cellulare in mano e guidare usando il display touch in auto.

QUANTO SONO PIU’ PERICOLOSI I DISPLAY TOUCH IN AUTO

Per gli studiosi il rischio maggiore di usare un display touch in auto deriva anche dal fatto che i conducenti sottovalutano il tempo in cui sono distratti ad utilizzare l’infotainment. In media le risposte hanno sottostimato di 5 secondi il tempo impiegato ad usare il display. Usare il display touch in auto ha fatto emergere anche altre criticità. I conducenti si spostavano di 0,5 metri dalla carreggiata durante la navigazione con Android Auto o CarPlay. La selezione della musica durante lo studio ha rallentato i tempi di reazioni più della scrittura di messaggi. In media i display touch distraggono ben oltre i tempi limite definiti dall’NHTSA Driver Distraction Guidelines for InVehicle Electronic Devices: 2 secondi ogni distrazione, non oltre 12 secondi in totale. Questo risultato rimette in discussione la pericolosità di selezionare musica tramite il display, cosa che farebbe la maggior parte dei guidatori più attenti. Probabilmente gran parte di queste criticità si risolverebbero semplicemente usando i comandi al volante abbinati al display del quadro strumenti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?