Come finanziare l’acquisto di un’auto

Scopri come finanziare l'acquisto di un'auto nuova o usata e rendere i costi più sostenibili, evitando il grosso esborso iniziale

17 maggio 2022 - 10:30

Sempre più automobilisti scelgono di adottare soluzioni di credito alternative per comprare una vettura e rendere i costi più sostenibili. Ormai determinati mezzi di trasporto comportano spese molto elevate, in grado di mettere a serio repentaglio il patrimonio economico personale. Di conseguenza, pagare un’auto in una sola rata risulta sempre più difficile, con l’esigenza di doversi affidare a sistemi di spese a rate o a un finanziamento. Di seguito, scopriremo insieme come finanziare l’acquisto di un’auto, con la chance di rendere un investimento simile sempre più vantaggioso. A tal proposito, è essenziale sapere quali siano le formule disponibili sul mercato per comprare un veicolo e trarne il massimo beneficio. Chi vuole può affidarsi al prestito finalizzato all’acquisto o a quello personale, da richiedere presso una qualsiasi finanziaria, senza dimenticare il leasing e la cessione del quinto.

COME FUNZIONA IL FINANZIAMENTO PER COMPRARE UN’AUTO

Nel corso degli ultimi anni, la misura del finanziamento per l’acquisto di vetture ha vissuto una crescita sorprendente. Sempre più clienti possono acquistare il loro mezzo preferito riducendo al minimo l’esborso mensile. Il sistema di pagamento viene apprezzato da numerosi guidatori anche grazie alla possibilità di accedere alla deducibilità delle spese.

A questo punto, non resta altro da fare che sapere come funziona il finanziamento auto, al fine di acquistarla con maggiore facilità. Ogni accorgimento può essere utile per ridurre al minimo gli eventuali oneri finanziari. In linea di massima, è possibile parlare di quattro forme di finanziamento, grazie alle quali si può diluire nel tempo l’acquisto della vettura. Ecco quali sono, con una rapida panoramica sulle caratteristiche principali di ciascuno.

– Il prestito finalizzato

Iniziamo dal prestito finalizzato, che può essere attivato tramite la banca o con contatto diretto con la propria concessionaria. In questo caso, il cliente rimborsa il costo della vettura con un sistema basato su rate mensili. Si tratta comunque di un valido metodo di pagamento, grazie al quale l’acquisto di una vettura può essere portato a termine riducendo l’incidenza della spesa sul proprio budget.

– Il prestito personale

Proseguiamo con il prestito personale, che non richiede alcun aiuto da parte di una concessionaria. Infatti, un prestito personale può essere richiesto presso una qualsiasi banca o finanziaria, ma anche comodamente online. Quest’ultima modalità è sempre più utilizzata perché permette di mettere a confronto diverse offerte contemporaneamente e trovare quella più conveniente. Ad esempio, è possibile trovare un prestito online su Prestiti.it o su altri comparatori simili, per abbattere il più possibile le spese di gestione del finanziamento. Una volta inviata la richiesta, la banca verifica il merito creditizio del potenziale acquirente e la fattibilità del prestito. Se la domanda viene accettata, il cliente può disporre di una determinata somma di denaro, da pagare poi sempre tramite rate mensili.

– Il leasing

Nel corso degli ultimi anni, la tecnica del leasing ha notevolmente preso piede e assiste numerosi automobilisti. Si tratta di un vero e proprio contratto di locazione, in cui la società garantisce al cliente un bene, un prodotto o un servizio, come ad esempio, nel caso specifico, un’automobile, che il cliente può utilizzare a piacere a seconda delle esigenze personali o professionali. La locazione dell’auto prevede un canone fisso mensile e una durata prestabilita, al termine della quale il cliente può decidere se riscattare o meno il valore residuo della vettura e finalizzarne l’acquisto.

– La cessione del quinto dello stipendio o della pensione

Concludiamo con la cessione del quinto, che può essere applicata sullo stipendio o sulla pensione di chi ha intenzione di acquisire un’auto. Si tratta di un sistema di finanziamento ancora poco praticato, che prevede per il rimborso del prestito una trattenuta prelevata direttamente dalla busta paga o dal cedolino della pensione. Come si evince già dalla sua denominazione, la somma di denaro che si può richiedere in prestito corrisponde a un quinto dello stipendio o della pensione percepiti.

QUALI SONO I TASSI D’INTERESSE SUL FINANZIAMENTO DI UN ACQUISTO

Chi vuole comprare un’auto tramite il finanziamento deve far fronte a eventuali tassi di interesse. Questi ultimi vengono stabiliti in sede di contratto e rimborsati mese dopo mese in quanto parte della rata. Sono due i tassi che vengono inseriti nella maggior parte delle formule, ossia il TAN e il TAEG.

Il TAN è l’interesse su base annua espresso in percentuale e varia a seconda della somma di denaro da finanziare. Il TAEG, invece, è un indicatore che comprende anche la somma di denaro necessaria per erogare il credito e le varie spese accessorie, ed è quindi quello più utile per valutare la convenienza di un finanziamento. Infine, è possibile accedere a una formula a tasso zero: per questo tipo di soluzione, in genere, il tasso azzerato è il TAN, ma non il TAEG.

COME CHIEDERE IL FINANZIAMENTO SULL’ACQUISTO DI UN’AUTO

Il finanziamento dell’acquisto di un’auto può essere erogato da banche, finanziarie indipendenti o intermediari autorizzati dalla Banca d’Italia. Per richiedere un prestito finanziario, bisogna soddisfare alcuni requisiti ben precisi e verificare che siano pienamente rispettati.

In primo luogo, al momento della richiesta il cliente deve avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Deve inoltre possedere la residenza all’interno del territorio italiano e documentare il proprio reddito tramite busta paga, dichiarazione dei redditi e/o modulo F24. Non può poi mancare un conto corrente, o comunque un codice IBAN, sul quale ricevere la somma erogata e tramite il quale pagare le rate mensili. Una volta sbrigati tutti gli aspetti burocratici, richiedere un finanziamento per comprare la propria vettura dei sogni diventa facile e alla portata di tutti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022