Auto usate: a settembre -14% di passaggi di proprietà

I dati di settembre fotografano nel dettaglio l'andamento del mercato delle auto usate in Italia. Ecco i numeri forniti da ACI

10 ottobre 2022 - 19:10

Il mercato delle auto usate continua ad essere in rosso, con un nuovo calo dei passaggi di proprietà. Al netto delle mini-volture, infatti, il mese di settembre da poco concluso fa registrare un notevole rallentamento dei passaggi di proprietà nel confronto con i dati di settembre 2021. Si tratta di un risultato che fotografa al meglio l’attuale situazione del mercato. I dati forniti da ACI, inoltre, certificano come le auto usate continuino a rappresentare un riferimento per gli automobilisti italiani. I passaggi di proprietà di auto usate, nonostante il rallentamento registrato a settembre, continuano ad essere nettamente superiori rispetto ai dati di vendita delle nuove autovetture. Anche a causa dell’aumento dei costi, oltre che dell’allungamento dei tempi di consegna, gli automobilisti italiani preferiscono il mercato delle auto usate.

AUTO USATE: IN ITALIA RALLENTANO I PASSAGGI DI PROPRIETA’

I dati ACI relativi al mese di settembre sull’andamento del mercato delle auto usate in Italia chiariscono le scelte degli italiani. Nel corso del mese di settembre 2022, infatti, si è registrato un calo del 14% dei passaggi di proprietà di autovetture nel confronto con il settembre del 2021. Il dato è al netto delle mini-volture ovvero dei trasferimenti temporanei di proprietà a nome del concessionario e in attesa della successiva rivendita al cliente finale. Ecco i dati complessivi sui passaggi di proprietà:

– settembre 2021: 269 mila passaggi di proprietà

– settembre 2022: 232 mila passaggi di proprietà

Considerando anche i dati delle moto (in calo del -12,3% per un totale di quasi 57 mila passaggi), il settore dell’usato in Italia registra un calo del -12,7% a settembre. Per quanto riguarda i passaggi di proprietà di auto usate nel 2022, invece, il mercato italiano registra un totale di 2,27 milioni di pratiche. In questo caso, il dato si traduce in un calo del -11,6% nel confronto con i primi 9 mesi dello scorso anno.

AUTO USATE: IN ITALIA SI REGISTRA UN DRASTICO CALO DELE RADIAZIONI

Per le auto usate si registra anche un notevole rallentamento delle radiazioni. Rispetto all’anno scorso si registra un notevole rallentamento anche per quanto riguarda le radiazioni. In questo caso, infatti, i dati sono:

settembre 2021: 130 mila radiazioni

settembre 2022: 89 mila radiazioni

Il calo percentuale fatto registrare dal settore, in questo caso, è pari al -31,2%. Per le moto, invece, le radiazioni sono poco più di 10 mila con un calo del -5,5% rispetto allo scorso anno. Il dato relativo alle radiazioni registrate a settembre è in linea con quello registrato nel corso dei primi 9 mesi dell’anno. Complessivamente, infatti, si registrano poco meno di 800 mila radiazioni con un calo del -30,4%. L’immagine allegata qui di seguito riassume i dati relativi alle radiazioni ed ai passaggi di proprietà per il mese di settembre 2022 e per tutto il 2022.

GLI AUTOMOBILISTI ITALIANI PREFERISCONO LE AUTO USATE AL NUOVO

Uno dei principali trend del mercato auto italiano riguarda la preferenza per l’usato rispetto al nuovo da parte degli automobilisti. I dati sono chiari. Nel corso del mese di settembre, nonostante il risultato negativo del settore, per 100 nuove autovetture vendute sono state vendute 233 di seconda mano. I dati relativi ai primi 9 mesi del 2022 non sono differenti. Complessivamente, infatti, per ogni 100 autovetture nuove vendute in Italia nel 2022 si registrano 205 auto usate vendute. Si conferma, quindi, la tendenza degli automobilisti che preferiscono l’usato con un rapporto superiore a 2:1 rispetto al nuovo.

LE DIESEL CONTINUANO AD ESSERE UN RIFERIMENTO DELLE AUTO USATE IN ITALIA

Nonostante il già pianificato alle auto elettriche e le limitazioni alla circolazione per le auto ICE, nel settore dell’usato continuano a registrare un ruolo di primo piano le auto benzina e diesel. In particolare, si registra un ruolo di primo piano per le auto diesel che registrano una quota di mercato del 52,1% a settembre 2022. Il dato conferma come le auto a gasolio siano il riferimento assoluto del mercato delle auto usate. Da notare, però, che il market share è in netto calo rispetto allo scorso anno. Nel settembre del 2021, infatti, le auto diesel avevano fatto registrare una percentuale del 55,3%. Su base annua, quindi, si registrano un calo di oltre 3 punti percentuale. Nel corso dei prossimi mesi, molto probabilmente, le auto diesel continueranno a rappresentare un’opzione di grande rilievo per il settore delle auto usate. In futuro, però, anche le auto ibride inizieranno a diventare un’alternativa sempre più concreta nel mercato. A tal proposito, infatti, si registra la crescita del 4,7% delle ibride a benzina sul mercato dell’usato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori