Assicurazione auto 2022: costi in aumento per 800 mila proprietari

Ecco in quali regioni e per quali automobilisti scatterà l’aumento assicurazione auto nel 2022: l’indagine su 690 mila preventivi online

3 gennaio 2022 - 15:30

Il ritorno alla mobilità del periodo pre Covid ha comportato un aumento dei sinistri che per 800.000 automobilisti equivale a un aumento dell’assicurazione auto 2022. Lo rivela l’indagine di una delle maggiori piattaforme di preventivi online: nel 2022 molti automobilisti vedranno peggiorare la loro classe di merito con relativo aumento del costo dell’RC auto.

ASSICURAZIONE AUTO 2022 IN AUMENTO DEL 12%

L’analisi di Facile.it è stata realizzata su un campione di oltre 690 mila preventivi raccolti a dicembre 2021 e ha rilevato un aumento del 12% rispetto allo scorso anno. Secondo l’Osservatorio, è la conseguenza diretta dell’aumento dei veicoli in circolazione e dei sinistri stradali. L’aumento non impatterà sulle tariffe applicate agli automobilisti virtuosi. In media a dicembre 2021 per assicurare un’auto occorrevano 427,16 euro, vale a dire il 9,43% in meno rispetto a dicembre 2020 e il 20,3% in meno se paragonato con lo stesso mese del 2019.

COSTO ASSICURAZIONE AUTO 2022 PER REGIONE

A livello nazionale la percentuale di automobilisti che hanno dichiarato un sinistro con colpa è pari al 2,47%. A livello regionale i valori cambiano sensibilmente con al primo posto la Liguria: il 3,27% degli automobilisti vedrà aumentare il costo dell’RC auto. Seguono poi i guidatori di:

– Toscana (2,92%);

– Sardegna (2,90%);

– Basilicata (1,99%);

– Friuli-Venezia Giulia (1,95%);

– Calabria (1,56%);

Le regioni dove la percentuale di automobilisti che hanno dichiarato un sinistro con colpa è cresciuta maggiormente sono la Sardegna (+23% rispetto al 2020), la Sicilia (+18%) e il Trentino-Alto Adige (+17%). Una sola regione presenta valori in linea rispetto al 2020, l’Umbria dove si è addirittura registrato un lievissimo calo (-0,9%).

PER QUALI AUTOMOBILISTI L’ASSICURAZIONE AUTO 2022 PIU’ CARA

Il 2,72% del campione femminile ed il 2,33% di quello maschile hanno dichiarato un sinistro con colpa nell’anno appena trascorso. Guardando alle fasce d’età emerge che gli under 24 sono gli automobilisti che hanno registrato il valore più basso (2,15%). Mentre gli over 65 quello più alto (3,06%). In assoluto, però, gli assicurati più “attenti” sono risultati essere i neopatentati nella fascia 19-21 anni. Tra loro la percentuale di chi vedrà peggiorare la propria classe di merito a causa di un sinistro con colpa è pari appena all’1,37%.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bollo auto a rate

Pagare bollo auto online con SPID: come funziona?

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Euro NCAP: 11 auto a 5 stelle, migliorabili Puma, Touran e 408