Apple: guai in arrivo per non aver bloccato gli sms mentre si guida

Gli iPhone avrebbero potuto contribuire alla sicurezza stradale, ma Apple non avrebbe volutamente bloccato gli smartphone. Arriva la class action

19 gennaio 2017 - 13:37

L'utilizzo di smartphone durante la guida è diventato un problema sempre più pressante negli ultimi anni, con incidenti mortali causati da persone intente a messaggiare durante la guida. La Apple avrebbe avuto la possibilità di bloccare l'iPhone di tutti i suoi clienti durante la guida, o almeno bloccarne la possibilità di scrivere messaggi, ma non avrebbe implementato questa funzione sui proprio dispositivi. E' partita così un'azione legale ed una class action direttamente contro il colosso dell'elettronica, accusata di non aver implementato la tecnologia per non penalizzare la vendita dei telefoni.

BLOCCARE LA SCRITTURA Scrivere un messaggio mentre si è alla guida è una delle distrazioni più importanti da fronteggiare, cattiva abitudine che negli anni ha fatto impennare il numero di incidenti con feriti o addirittura morti (leggi dell'app che premia gli automobilisti che non usano il telefono mentre guidano). Il colosso americano Apple avrebbe depositato nel lontano 2008 il brevetto di un sistema che permette di bloccare la funzione messaggi di tutti gli iPhone, sfruttando una serie di dati derivanti dai sensori per capire se il conducente stesse utilizzando il dispositivo durante la guida. Questa funzione non è mai stata attivata, ma ad oggi l'azienda potrebbe pagare lo scotto di questa mancanza.

L'AZIONE LEGALE In California è partita una class action contro la stessa Apple, depositata alla Los Angeles County Superior Court, proprio perché l'azienda avrebbe potuto evitare una serie di incidenti semplicemente diffondendo la tecnologia che aveva già brevettato nel 2008. Una delle gocce che ha fatto traboccare il vaso è stata il coinvolgimento dell'attore Julio Ceja in un incidente contro una donna che utilizzava il telefono durante la guida (leggi come in UK la polizia assolda spie per segnalare chi usa lo smartphone mentre guida). Apple non ha proferito parola in merito e non ha rilasciato dichiarazioni sulla faccenda, ma l'azione legale avrebbe addirittura avanzato l'ipotesi che l'azienda non avrebbe implementato la funzione a causa degli alti profitti ottenuti dalla vendita di telefoni: con il blocco dei messaggi durante la guida avrebbe registrato una flessione sui numeri degli iPhone.

INCIDENTI CAUSATI DA SMARTPHONE Apple è accusata di aver causato la morte di due persone e la paralisi di un bambini, incidenti che sarebbero stati evitabili se gli iPhone degli automobilisti fossero stati bloccati durante la guida (leggi della campagna #Guardalastrada contro l'utilizzo di smartphone mentre si guida). Negli USA il 13% degli incidenti registrati nel 2014 sono stati causati da distrazioni derivanti dall'utilizzo di smartphone durante la guida, trend che nel 2015 è poi cresciuto di ben 8.8 punti percentuali. Questi i dati diffusi direttamente dalla National Highway Traffic Safety Administration americana.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage

Auto usate con danneggiamenti: Ferrari e Porsche in testa