Apple car alla deriva: il progetto Titan naufraga

Da auto completa a software di guida autonoma: nel 2017 la resa dei conti per la Apple Titan

18 ottobre 2016 - 9:00

Per diverso tempo si è parlato della possibilità, da parte di Apple, di progettare e commercializzare una propria auto, con tanto di software capace di renderla autonoma nella guida. Nonostante l'iniziale riservatezza del progetto qualche rumor è sempre trapelato, ma ad oggi pare che il progetto sia stato definitivamente accantonato, con la volontà del brand di fornire semplicemente un software di guida autonoma.

IL PROGETTO TITAN Per diverso tempo si è parlato di un eventuale progetto “Titan” in cantiere, idea che avrebbe portato il brand tecnologico Apple ad entrare in un settore finora non toccato: le auto (leggi di come la Apple Titan avrebbe pensato a Brembo). Secondo i rumors susseguitisi la base tecnologica nella quale era in atto lo studio sulla fattibilità del prototipo e sono stati mossi i primi passi era in Germania (leggi della base di Apple in Germania), ma poco è stato veramente confermato dal colosso di Cupertino. Secondo i colleghi di Bloomberg, però, il progetto Titan sarebbe adesso stato definitivamente accantonato.

DA AUTO A SOFTWARE Ai vertici della Apple hanno deciso di mettere da parte la possibilità di produrre un'auto in completa autonomia. Il focus operativo pare essersi spostato dalla possibilità di fornire un prodotto fatto e finito, semplicemente da immatricolare, allo sviluppo di un software di guida autonoma da rivendere poi a chi interessato. Il vero cuore del progetto, in questo caso la guida autonoma, pare essere così rimasto attivo e pare essersi liberato di quell' “onere” dato dallo sviluppo di tutta l'auto, scelta che permetterà al team di lavorare con più dedizione ad un solo obbiettivo. Intanto tutte le risorse prima impegnate in tutto il progetto Titan sono state riallocate.

LA GUIDA AUTONOMA Stando alle dichiarazioni dei colleghi di Bloomberg, allora, per Apple sarebbe sfumata la possibilità di competere in tutto e per tutto contro Tesla. Con il semplice sviluppo software si è posta ancora una volta in lotta diretta contro uno dei suoi più grandi antagonisti, Google, che però è nettamente più avanti nello sviluppo poiché sono anni che continua a promuovere e concretizzare test su strada (leggi quante miglia di test hanno accumulato le auto di Google). Resta il fatto che la guida autonoma è sicuramente una delle più grandi ed interessanti, oltre che proficue, sfide tecnologiche dei prossimi anni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Test gomme invernali 2022 – 2023

Multa per parcheggio vicino a incrocio: quanto si paga?