Addio a Twist, il car sharing delle VW Up!

È stato sospeso il servizio di "auto in condivisione" Twist, che era attivo a Milano con le Volkswagen Up!

18 novembre 2015 - 11:00

Stop momentaneo al car sharing Twist di Milano, le Volkswagen Up! “in condivisione”, sulle strade da maggio 2014: vedi qui. Ecco infatti la mail che hanno ricevuto i clienti: “Vi informiamo, con grande dispiacere, che, con effetto immediato, ci vediamo costretti a sospendere momentaneamente il nostro servizio di car sharing. Ringraziamo i clienti che ci hanno accordato la loro fiducia, i fornitori che ci hanno seguito in questa sfida e i nostri dipendenti che hanno profuso in tutto il periodo un eccezionale impegno, e contiamo di comunicarvi al più presto la riattivazione del servizio. Twistcar S.r.l.”. E se qualcuno volesse avere maggiori info tramite il numero verde, ascolterebbe una voce registrata che annuncia la sospensione del car sharing. Ovviamente, restano vivi e vegeti i concorrenti, le Smart bianche di Car2go (Daimler-Mercedes) e le Fiat 500 rosse di Enjoy (Eni).

LA REAZIONE DEL COMUNE – “Abbiamo appreso con rammarico della situazione di difficoltà che sta attraversando Twist e della conseguente scelta di sospendere momentaneamente l'attività. Auspichiamo che la società, che in questi anni ha offerto un ottimo servizio ai cittadini, possa presto superare ogni criticità e tornare operativa”. Così l'assessore alla Mobilità di Milano, Pierfrancesco Maran, commenta l'annuncio di Twist relativo alla sospensione del servizio di car sharing sul territorio comunale. “Il mercato del car sharing a Milano è in una fase assai dinamica e sta attraversando un momento di ulteriore sviluppo, con l'ingresso di nuovi operatori – da Share'ngo ad Aci Global che ha rilevato GuidaMi – e con l'interessamento di altre società a partecipare al  bando del prossimo anno. I milanesi hanno dimostrato un grande apprezzamento per i servizi di car sharing, che oggi contano oltre 340.000 iscritti, e sono convinto che ci siano ulteriori potenzialità di crescita”, conclude l'assessore Maran.

COME FUNZIONA – Pertanto, l'avventura del car sharing prosegue. Funziona in free floating (cioè senza l'obbligo di riportare l'auto dove si è prelevata) e si può lasciare liberamente l'auto sulle strisce gialle riservate ai residenti e su quelle blu, senza dovere pagare nulla. Anche all'interno dell'Area C. Per utilizzare il car sharing (qui la nostra prova) basta cercare l'auto più vicina a te, sbloccarla e mettersi in viaggio. Una formula intelligente, vincente, che piace sia in Italia sia in Europa, anche se con qualche intoppo momentaneo, come dimostra la vicenda Twist.

QUALCHE PROBLEMA – Ovviamente, non mancano le criticità anche per Car2go ed Enjoy, che comunque si spartiscono il mercato nazionale. In particolare, c'è il guaio delle vetture danneggiate: spesso, si tratta di quelle parcheggiate in periferia. Proprio per questo, come SicurAUTO.it aveva immediatamente evidenziato qui, le società di car sharing stanno valutando le contromisure migliori. E per il futuro? Le licenze di Car2Go, Enjoy e Twist scadranno a luglio 2016 e gli operatori chiedono un'estensione a 5 anni dagli attuali 3: questo il primo obiettivo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cyber Monday 2021: le occasioni più utili per l’auto

Black Friday 2021: gli sconti su accessori auto da non farsi scappare

Offerte auto Black Friday 2021

Offerte auto Black Friday 2021: i migliori sconti