Sanzioni penali del Codice della Strada

Demolizione auto: chi può chiederla e come fare

La demolizione auto è un passaggio indispensabile per disfarsi di un’auto da rottamare o inutilizzabile: ecco chi può farla e quanto costa

15 aprile 2021 - 13:00

La demolizione di un’auto è l’ultimo atto che scandisce la materiale disponibilità dell’auto e il suo utilizzo. Anche se il più delle volte si immagina che demolire un’auto comporta la sua distruzione, in realtà spesso è qualcosa che avviene solo a livello burocratico. Mentre l’auto da demolire, perché incidentata o semplicemente dismessa, viene conservata per qualche tempo nella speranza (del demolitore) di recuperare e rivendere le sue parti riutilizzabili. Ma chi può chiedere la demolizione di un’auto e come si fa? Ecco tutto quello che bisogna sapere.

DEMOLIZIONE AUTO: CHI DEVE RICHIEDERLA

Per demolire un’auto o qualsiasi altro veicolo iscritto negli archivi del Pubblico Registro Automobilistico, la richiesta di demolizione deve essere fatta dal proprietario e intestatario del veicolo. Questo chiaramente è quanto avviene nei casi più frequenti. Ci sono però molte situazioni straordinarie in cui la richiesta di demolizione di un’auto deve essere fatta da una persona diversa da chi ha posseduto e utilizzato l’auto per la maggior parte del tempo. Ad esempio possono richiedere la demolizione di un’auto anche:

– Gli eredi del proprietario originario dell’auto;

– Il proprietario attuale che dimostri di possedere un atto di vendita anche se non ancora registrato al PRA;

Chiunque possa vantare un titolo idoneo a dimostrare la proprietà del veicolo;

QUANTO COSTA DEMOLIRE UN’AUTO

La demolizione di un’auto è un diritto innegabile di cui gode il proprietario del veicolo. Rivolgendosi ai centri di raccolta e demolizione autorizzati, nessuno può rifiutarsi di ritirare un veicolo da demolire. L’eccezione più frequente però, che è anche il motivo per cui spesso si decide di demolire un veicolo, è la demolizione auto con fermo amministrativo. Questa infatti non è permessa, almeno finché il proprietario attuale non risolve il vincolo ed estingue l’eventuale debito. Per sapere se sull’auto da demolire grava un fermo amministrativo bisogna fare una visura della targa auto. Se è tutto regolare, bisogna mettere in conto i costi di demolizione auto, che sono fissi:

– Emolumenti ACI: 13,50 euro;

– Imposta di bollo di 32,00 euro (se si utilizza il CdP cartaceo o il CDPD come nota di presentazione) oppure 48,00 euro (se si utilizza il modello NP3B come nota di presentazione);

DEMOLIZIONE AUTO E CESSAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE

La demolizione di un’auto può essere necessaria anche in caso di acquisto di un’altra auto nuova o usata. Nel primo caso di solito è la stessa concessionaria ad occuparsi della rottamazione, nel secondo potreste dovervi occupare voi della consegna a un’autodemolizioni o richiedere il ritiro con carroattrezzi. A prescindere da chi fa la richiesta di demolizione auto, entro 30 giorni dovrete avere il Certificato di cessazione della circolazione per demolizione (dall’ente addetto allo smaltimento o dalla Concessionaria). Questo documento è importante perché interrompe l’obbligo di pagare il bollo auto per le successive annualità ed eventuali multe per infrazioni commesse dal momento successivo alla consegna del veicolo. Ma non solo, permette anche di incassare la parte non goduta dell’assicurazione auto e del bollo per perdita di possesso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Albero di Natale in auto: come fare a trasportarlo

Bollo auto a metano

Bollo auto acquistata usata da un privato: chi lo paga?

Assicurazione auto come fare reclamo all'IVASS

Assicurazione auto: come fare reclamo all’IVASS