Costo passaggio di proprietà auto

Costo passaggio di proprietà auto 2023: importo e calcolo

Tutte le somme che determinano il costo del passaggio di proprietà auto: importo di ciascuna voce e calcolo totale della tariffa

2 dicembre 2022 - 13:15

Qual è il costo del passaggio di proprietà di un’auto nel 2023? Sappiamo tutti che quando si compra un veicolo usato è necessario completare una procedura (definita anche voltura o trapasso) che certifica, appunto, il trasferimento della proprietà su tale veicolo dal venditore all’acquirente. La procedura è obbligatoria, dev’essere eseguita entro uno specifico termine e ha un costo che varia in base al tipo di vettura e alla provincia di residenza. Tutti i dettagli nei prossimi paragrafi.

Aggiornamento del 2 dicembre 2022 con il nuovo costo del passaggio di proprietà auto dopo l’entrata in vigore del documento unico di circolazione e proprietà.

QUANDO E COME FARE IL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ AUTO

A presentare la richiesta del passaggio di proprietà auto può essere il diretto interessato o un suo incaricato munito di delega. La domanda dev’essere inoltrata a uno Sportello Telematico dell’Automobilista (STA), che si può trovare presso le unità territoriali dell’ACI (PRA), gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile, le delegazioni dell’Automobile Club Provinciale e le agenzie pratiche auto abilitate. Si può pure richiedere il passaggio di proprietà in Comune, alternativa poco conosciuta ma tutto sommato vantaggiosa.

Termini per il passaggio di proprietà: entro 60 giorni dall’autentica della firma del venditore sull’atto di vendita. In caso di richiesta presentata in ritardo si pagano sanzioni e interessi.

Documentazione necessaria:

– Istanza unificata (scarica qui), compilata e firmata;

– carta di circolazione o documento unico;

– certificato di proprietà, cartaceo o digitale, o documento unico;

– atto di vendita del veicolo con firma autenticata del venditore in bollo, oppure atto pubblico, contratto o sentenza in copia conforme all’originale, sempre in bollo;

– copia fronte-retro di un documento d’identità e del codice fiscale dell’acquirente;

– se l’acquirente è un cittadino extracomunitario residente in Italia, copia del permesso di soggiorno in corso di validità.

COSTO DEL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ AUTO 2023

Se si dispone del certificato di proprietà o del documento unico, il totale del costo del passaggio di proprietà auto è composto dalle seguenti spese:

Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT) il cui importo varia a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza. Di solito l’IPT è di 181,00 euro per le auto fino a 53 kW, mentre per le auto oltre tale soglia è proporzionale ai kW. Tuttavia le province possono aumentare l’importo fino a un massimo del 30%. Clicca qui per informazioni più approfondite sull’IPT.

27,00 euro di emolumenti ACI;

32,00 euro per l’istanza unificata + 16 euro per il rilascio del documento unico;

10,20 euro per diritti DT (Motorizzazione Civile);

16,00 euro di imposta di bollo per l’autentica dell’atto, se viene redatto in forma digitale presso lo STA. Se l’atto invece viene redatto in modalità cartacea, dev’essere apposto un contrassegno di 16,00 acquistato in tabaccheria.

Chi si rivolge allo STA di una delegazione ACI o a un’agenzia di pratiche auto deve inoltre aggiungere i costi del servizio, versando tutte le somme con i metodi di pagamento disponibili presso l’intermediario. Agli uffici del PRA si può pagare invece solo con bancomat o carta di debito prepagata; in Motorizzazione i costi per IPT ed emolumenti si pagano mediante PagoPA direttamente sul sito dell’ACI, mentre i pagamenti relativi a imposte di bollo e diritti DT possono essere effettuati presso gli uffici postali tramite bollettini, nei tabaccai convenzionati oppure online sul Portale dell’automobilista, consegnando poi le attestazioni di versamento.

PASSAGGIO DI PROPRIETÀ AUTO: CASI PARTICOLARI

Ci sono richieste che non si possono presentare allo STA. In casi del genere è necessario richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio della Motorizzazione e la trascrizione del passaggio di proprietà al PRA. Il documento unico viene rilasciato solo quando entrambe le pratiche sono state eseguite e gli archivi del PRA e dell’Archivio Nazionale dei Veicoli sono stati aggiornati.

Questa procedura riguarda i seguenti casi particolari:

– si vuole registrare il passaggio di proprietà relativamente a particolari categorie di veicoli non ancora gestibili sulle nuove procedure realizzate in cooperazione applicativa ACI-Motorizzazione per particolari titoli autorizzativi (es. taxi, ecc.);

– si vogliono presentare richieste relative a veicoli di cui, allo stato attuale, non è ancora stato possibile abbinare i codici tecnici ACI e DTT (p.es. tutti i veicoli con codice carrozzeria ZZ e ZO);

– registrazione del passaggio di proprietà in seguito ad acquisto da proprietario non intestatario.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bollo auto a rate

Pagare bollo auto online con SPID: come funziona?

Quando un'auto diventa d'epoca?

Revisione auto storiche e d’epoca: quando e come farla

Auto usate: -8% i passaggi di proprietà a novembre