Patente scaduta da anni: cosa fare per tornare a guidare

Se la patente è scaduta da anni, cosa bisogna fare per tornare a guidare? Spieghiamo le procedure da seguire in caso di mancato rinnovo della patente

10 novembre 2022 - 18:45

Per chi ha la patente ma non guida è facile dimenticarsi di rinnovare il documento alla scadenza. E a volte capita anche a chi guida, anche se più raramente. Che succede in questi casi? Ovviamente non si può guidare con la patente scaduta, tuttavia è sempre possibile rinnovarla anche dopo la data di scadenza, ma con procedure differenti in base al tempo trascorso oltre i termini. Scopriamo dunque come si innova una patente scaduta da anni.

Aggiornamento del 10 novembre 2022 con informazioni sulle ultime modifiche della procedura per rinnovare una patente scaduta da più anni.

RINNOVO PATENTE SCADUTA DA MENO DI TRE ANNI

Per rinnovare una patente scaduta da meno di tre anni dalla data indicata sul documento occorre seguire la procedura standard di rinnovo patente, senza particolari accorgimenti. Basta dunque sottoporsi alla visita medica per l’accertamento dei requisiti fisici e psichici di idoneità alla guida e pagare i relativi costi (chi si affida a un’autoscuola paga di più ma azzera, o quasi, i tempi di attesa, ricevendo la patente rinnovata seduta stante).

COME RINNOVARE IN MENO DI 24 ORE UNA PATENTE SCADUTA

Nei prossimi paragrafi trovate la procedura per rinnovare una patente scaduta da oltre tre anni o da oltre 5 anni. Prima però segnaliamo un pratico servizio online per rifare la patente in tutta comodità senza perdere troppo tempo con la burocrazia e rischiare di fare errori: il tutto a prezzi davvero vantaggiosi. Questo servizio è Rinnovala di Guida e Vai e consente di rinnovare la patente in meno di 24 ore in una delle 600 autoscuole convenzionate in tutta Italia. Per verificare la disponibilità basta inserire i dati richiesti nella pagina web del servizio e attendere di essere contattati per confermare orario, giorno e struttura prescelti. Il rinnovo patente è possibile dal lunedì al venerdì. In autoscuola bisogna portare la patente in scadenza (o scaduta), un documento di identità, il codice fiscale ed eventuali certificazioni mediche, mentre il costo del servizio, pagabile anche in tre rate mensili senza interessi, comprende gestione pratiche, marca da bollo, diritti Motorizzazione, costi di spedizione della nuova patente e visita medica. Si possono rinnovare le patenti B, C, D, E.

RINNOVO PATENTE SCADUTA DA PIÙ DI TRE ANNI (MA DA MENO DI CINQUE)

Chi lascia trascorrere più di tre anni (ma meno di cinque) dalla scadenza della patente senza procedere al rinnovo, potrebbe vedersi richiedere degli oneri particolari. Infatti, pur non essendoci una norma di legge specifica, l’articolo 128 comma 1 del Codice della Strada stabilisce che deve sempre disporsi la revisione della patente nei casi in cui sorgano dubbi sulla sussistenza dei requisiti psico-fisici in capo al titolare del documento. Ed è pacifico che il mancato esercizio alla guida per un periodo di almeno tre anni faccia sorgere tali dubbi.

Tuttavia la revisione della patente in caso di mancato rinnovo del documento entro tre anni non è automatica: la valutazione va infatti fatta caso per caso, anche tenendo conto delle argomentazioni fomite dall’interessato sul perché non abbia rinnovato la patente per così tanto tempo. Ascoltate le motivazioni, solo se persistono dubbi sulla sua idoneità alla guida dev’essere disposta la revisione della patente (che consiste nel sottoporsi a vari tipi di accertamento a seconda delle situazioni, dal rifare l’esame di teoria e quello di pratica, oppure solo quest’ultimo, fino all’obbligo di una visita approfondita presso la Commissione medica locale).

RINNOVO PATENTE SCADUTA DA PIÙ DI CINQUE ANNI: ESPERIMENTO DI GUIDA

E veniamo alla novità più recente. Con la circolare n. 24645 del 29/7/2021, successivamente integrata dalla circolare n. 25660 del 9/8/2021, il MIMS (oggi di nuovo MIT) ha introdotto a partire dal 1° settembre 2021 la procedura dell’esperimento di guida per il rinnovo delle patenti scadute di validità da oltre cinque anni. In pratica si dispone che i titolari di patente scaduta da più di cinque anni e che presentino la richiesta di rinnovo del documento, per ottenere la conferma debbano obbligatoriamente sostenere una prova pratica di guida, classificata appunto come ‘esperimento di guida’, tesa ad accertare che abbiano conservato sufficienti capacità di effettuare manovre e abilità di comportamento nel traffico.

La prova pratica dev’essere calibrata sulla categoria di patente posseduta dall’interessato. Nel caso in cui la patente comprenda più categorie, l’esperimento di guida deve svolgersi secondo le modalità previste per la categoria di patente riportata nella seconda colonna di questa tabella:

La durata della prova è di almeno 15 minuti per le patenti A e B e di almeno 25 minuti per le categorie C e D. Il candidato può presentarsi all’esame come privatista (con veicolo non munito di doppi comandi) o come allievo di autoscuola, accompagnato da una persona, in qualità di istruttore, in possesso dei requisiti.

Per sostenere la prova pratica dell’esperimento di guida il candidato deve presentare istanza utilizzando il modello TT746 insieme alla ricevuta del versamento di 16,20 euro su bollettino PagoPA.

In caso di esito favorevole della prova pratica è possibile procedere con il rinnovo della patente scaduta da oltre cinque anni, annotando la data e l’esito dell’esperimento di guida.

Viceversa l’esito negativo dell’esperimento di guida rafforza il dubbio sulla persistenza dei requisiti di idoneità tecnica alla guida, comportando quindi la necessità che il conducente si sottoponga all’esame di revisione della patente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Arval Driving Rewards: 120 € di bonus ai clienti virtuosi alla guida

Incidente apertura sportello: quando è colpa della moto?