NCC

Noleggio auto e falsi danni addebitati: quali prove per la contestazione

Il rischio di essere ingiustamente accusati di aver consegnato un veicolo danneggiato è reale. Ecco come comportarsi con il servizio di noleggio auto

2 dicembre 2021 - 19:00

La situazione è certamente tra le più spiacevoli. Immaginiamo infatti di aver fruito del servizio di noleggio auto e di aver prestato la massima cura nel mantenimento del veicolo. In pratica siamo sicuri che non abbia ricevuto alcun danno, piccolo o grande che sia. E non sia stato coinvolto in alcun sinistro stradale, naturalmente. Ma anche che non abbia subito alcun graffio o ammaccatura. Abbiamo parcheggiato l’auto in posti sicuri, ad esempio all’interno del cortile della nostra abitazione, lontana da contatti con altre vetture e pedoni. Si tratta naturalmente di una circostanza estrema, per quanto verosimile, ma che ci serve per entrare nel cuore della questione. Se siamo certi di essere in regola con il noleggio auto ovvero di restituire il veicolo nelle stesse condizioni in cui c’è stato consegnato, come fare a contestare eventuali accuse di danneggiamenti? Quali prove ci servono per difendersi ed evitare di pagare quanto non dovuto?

NOLEGGIO AUTO, LEGGERE CON ATTENZIONE IL CONTRATTO DELLA COMPAGNIA

Prima di pensare a quali prove servono per contestare falsi danni addebitati quando si noleggia un’auto è indispensabile fare un passo indietro. Ci riferiamo all’importanza di leggere con attenzione il contratto che la società di autonoleggio fa sottoscrivere al cliente. Al netto di possibili particolarità, il documento mette nero su bianco il principio che spetta all’automobilista pagare per i danni subiti dal veicolo. In questa definizione rientrano quasi sempre tutte le casistiche possibili. Da un semplice faro rotto fino ad arrivare a danni più evidenti alla carrozzeria. Il primo suggerimento è dunque di leggere con attenzione il contratto di noleggio auto prima di firmarlo e dunque di ritirare la macchina. Ma allo stesso tempo di verificare che ci sia piena congruenza con la situazione reale. In pratica che le condizioni dell’auto siano (eventualmente) impeccabili come messo nero su bianco.

DALLA CONSEGNA ALLA VERIFICA DELLE CONDIZIONI DOPO IL NOLEGGIO AUTO

Con il contratto in mano, la società di noleggio auto verifica le condizioni del mezzo al momento della consegna. Controlla cioè se presenta danni di qualunque tipo che non erano stati precedentemente segnalati al momento dell’affidamento al cliente. Nel caso in cui salti fuori qualcosa di nuovo, come un graffio particolarmente profondo oppure uno specchietto esterno penzolante, ecco che scatta la richiesta di risarcimento danni. Tutto molto lineare e pacifico se le parti concordano ovvero se l’automobilista si assume la responsabilità del danneggiamento. Ben diversa è la situazione se il noleggiatore punti l’indice contro il cliente addebitandogli danni già esistenti. Senza prove a discolpa, il rischio che la compagnia di noleggio auto recuperi il costo delle riparazioni è concreto. E per farlo provvede quasi sempre con l’addebito diretto sulla carta di credito del cliente. Quest’ultimo è infatti chiamato a rilasciare gli estremi al momento della sottoscrizione del contratto.

COME CONTESTARE I FALSI DANNI ADDEBITATI SULL’AUTO A NOLEGGIO

Come evitare allora di farsi addebitare i costi per i danni non arrecati all’auto presa a noleggio? Cosa fare per stare alla larga da lunghe beghe legali? La chiave è giocare d’anticipo. Prima della messa in strada del veicolo ovvero quando è ancora nel salone, un comportamento virtuoso è scattare foto e girare video degli esterni e degli interni dell’auto. Bastano pochi minuti e ormai qualunque smartphone è in grado di assolvere al meglio questo compito. C’è un’accortezza in più che potrebbe fare la differenza in sede di contenzioso con il noleggiatore. Si tratta della geolocalizzazione del materiale multimediale prodotto. In questo caso vengono a cadere i dubbi sul momento esatto in cui foto e video dell’auto noleggiata sono stati raccolti. Dinanzi a queste prove sull’esistenza dei danni all’auto prima della consegna al cliente, la società di noleggio avrebbe ben poche argomentazioni a suo favore per pretendere il risarcimento danni.

NOLEGGIO AUTO, TECNOLOGIA IN SOCCORSO DEL GUIDATORE

Tra le nuove soluzioni nelle mani del guidatore alle prese con problemi con le società di noleggio auto c’è RentCheck App. Scaricabile sia su smartphone e tablet Android e sia su iPhone e iPad, si tratta di un software pensato per la tutela degli automobilisti dalla richiesta di pagamenti di danni già esistenti. L’app promette il controllo minuzioso di quasi tutte le componenti dell’auto. Offre suggerimenti su dove e cosa verificare e consente di annotare e verificare la presenza di eventuali danneggiamenti. Al termine della procedura genera un file Pdf di riepilogo da condividere con la compagnia di noleggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Top 10 gomme invernali 2022 – 2023: classifica Marche e Modelli

Come conservare le gomme in garage con o senza cerchioni

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild