Donne incinte, consigli e regole per viaggiare in auto in sicurezza

Oltre alle regole del Codice della strada, ci sono alcuni consigli utili per rendere più sicura l’esperienza di guida per le donne incinte

8 febbraio 2021 - 19:00

Pochi momenti della vita sono così speciali come quelli attraversati dalle donne incinte. La crescente attesa per un figlio va di pari passo con le attenzioni per la sicurezza al volante di un veicolo. Ecco quindi che le norme in materia prevedono una serie di accorgimenti e precauzioni per viaggiare in auto in sicurezza. La disposizione più nota, come approfondiremo in questo articolo, è relativa al corretto uso delle cinture di sicurezza. A cui si sommano i consigli e le regole per ridurre se non azzerare i rischi per le future mamme. Dal moderato utilizzo dell’aria condizionata ai suggerimenti per ridurre il mal di schiena fino ad arrivare all’eventuale sottoscrizione di un’assicurazione auto specifica per le donne in gravidanza: sono numerosi gli aspetti a cui prestare attenzione. Perfino l’abbigliamento gioca un ruolo importante poiché abiti comodi e scarpe basse aiutano a rendere la guida più confortevole.

DONNE INCINTE POSSONO SEMPRE GUIDARE? COSA PREVEDE L’ASSICURAZIONE?

La prima regola sulle donne incinte al volante è l’assenza del divieto di guidare in qualunque momento della gravidanza. Non c’è insomma alcuna norma che impedisce alle future mamme di condurre un’auto proprio a ridosso della nascita del piccolo. La scelta è sempre personale e va basata sul buon senso e dopo aver ascoltato i suggerimenti del proprio medico. I consigli non vanno presi alla leggera poiché i rischi sono per la sicurezza e quindi anche in ambito assicurativo. Ad esempio, nel caso in cui una donna con gravidanza a rischio si metta al volante nonostante gli avvertimenti del medico e provoca un incidente riconducibile al suo stato, le possibilità che le vengano attribuite tutte le responsabilità sono molto elevate. Sul fronte assicurativo, le donne in gravidanza non vanno generalmente incontro ad alcuna limitazione. In pratica la copertura garantita per i 9 mesi della gestazione è la medesima di tutti gli altri conducenti e non subisce variazioni. Tuttavia non sono da escludere eccezioni, applicate soprattutto da compagnie che cercano di essere competitive a suon di clausole. Il consiglio è dunque di leggere con attenzione il contratto della polizza o comunque chiedere esplicitamente al proprio assicuratore.

LE CINTURE DI SICUREZZA SONO OBBLIGATORIE PER LE DONNE INCINTE?

Quello delle donne incinte esonerate dall’utilizzo delle cinture di sicurezza è un mito da sfatare. La regola generale prevede infatti anche per le donne in gravidanza l’obbligo di allacciarle tutte le volte che si mettono alla guida di un’auto. Non conta il mese di gestazione e di conseguenza anche nelle ultime settimane prima della nascita le future mamme devono indossare la cintura di sicurezza. In fondo si tratta di una misura a tutela della loro salute e del futuro figlio. Tuttavia, gli esperti consigliano di non guidare a pochi giorni dalla data prevista della nascita del piccolo per via di possibili imprevisti per la salute della donna incinta. La sola eccezione – messa nera su bianco nell’articolo 172 del Codice della strada – riguarda le condizioni personali che sconsigliano l’utilizzo delle cinture di sicurezza. La valutazione deve essere effettuata dal medico, chiamato eventualmente a rilasciare il relativo certificato di esonero che la donna in dolce attesa deve portare con sé. Ancora più precisamente, secondo l’articolo 172, sono sollevate dall’obbligo “le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture”.

VIAGGIARE IN SICUREZZA: CONSIGLI PER LE DONNE INCINTE

Accanto alle norme che le donne incinte sono chiamate a rispettare, ci sono alcuni consigli utili che possono rendere l’esperienza di guida più confortevole e più sicura. Il principio generale è semplice: mettersi al volante solo quando ci sono le condizioni per farlo ovvero quando la futura mamma si sente davvero sicura. Settimana dopo settimana, il pancione è destinato a crescere. Di conseguenza la guida può diventare più difficoltosa. Il consiglio è di allontanare progressivamente il sedile dal volante e regolare la posizione dello schienale. In questo modo il pancione non rischia di comprimersi sul volante. In ogni caso bisogna riuscire a schiacciare fino in fondo i pedali ed evitare di mantenere le braccia troppo tese. Può rivelarsi prezioso per le donne in gravidanza posizionare un cuscino non troppo spesso come supporto per la schiena per ammortizzare i sobbalzi durante la marcia del veicolo.

ARIA CONDIZIONATA E AIRBAG SONO UTILI PER LE DONNE IN GRAVIDANZA?

Pochi strumenti come l’aria condizionata sono così preziosi per le donne incinte alla guida. Lo è perché il mantenimento della corretta temperatura evita, ad esempio, l’abbassamento della pressione con il rischio di perdere la concentrazione al volante. E a proposito di dispositivi di sicurezza, non disattivare l’airbag sia nel caso in cui la donna in gravidanza si metta al volante sia quando si accomoda sul sedile del passeggero.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assicurazione auto

Assicurazione auto: 10 consigli per risparmiare

RC auto massimale franchigia scoperto

RC auto: massimale, franchigia e scoperto, guida alle clausole

Immatricolazione auto: quanto costa e come ottenerla