Deterioramento targa, re-immatricolazione del veicolo

27 giugno 2016 - 1:01

Con il passare del tempo può accadere che una o entrambe le targhe di una automobile diventino, parzialmente o totalmente illeggibili. Questo può avvenire ad esempio a seguito di un incidente stradale o per via di ripetuti lavaggi troppo aggressivi. Se dovesse verificarsi l’evenienza di avere anche una sola delle targhe deteriorata è necessario re-immatricolare il veicolo per ottenerne di nuove. Vediamo quale iter bisogna seguire per poter avere nuove targhe e tornare a circolare in regola.

RE-IMMATRICOLAZIONE, COSA OCCORRE: Per la re-immatricolazione del veicolo è necessario presentare richiesta, su apposito modello (TT 2119), presso uno STA (Sportello Telematico dell’Automobilista), compilato e sottoscritto secondo le avvertenze ivi contenute. Il modulo è reperibile presso gli uffici della Motorizzazione ed è disponibile online nella sezione Modulistica di Sicurauto.

ALLEGATI E VERSAMENTI DI C/C: Di seguito vi indichiamo la documentazione e le ricevute di pagamento da allegare alla domanda di re-immatricolazione. Per le pratiche presentate in Val d’Aosta e nelle provincie autonome di Trento e Bolzano variano gli importi, i destinatari e i numeri di conto corrente.

  • la denuncia resa alle autorità di polizia o un’autocertificazione della stessa insieme alle eventuali targhe rimaste e alla carta di circolazione;
  • attestazione di versamento di 10,20 euro sul cc 9001 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri, ovvero c.c.p. 5462288, intestato alla Regione Valle D’Aosta, per pratiche richieste in Valle D’Aosta, ovvero c.c.p. 400382, intestato alla Provincia Autonoma di Trento, per le pratiche presentate alla Motorizzazione Civile di Trento.
  • attestazione di versamento di 32,00 euro sul cc 4028 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri;
  • attestazione di versamento di 59,00 euro sul cc 25202003 intestato all’ACI – Automobile Club d’Italia – Economato Generale – Servizio di Tesoreria, via Marsala, 8 – ROMA 00185
  • attestazione di versamento sul cc 121012 intestato alla Sezione Tesoreria dello Stato di Viterbo di importo differente a seconda del veicolo interessato:

€ 41,78 per la targa di tipo A (€ 45.68 per le Provincie Autonome di Aosta, Trento e Bolzano)

€ 41,37 per la targa di tipo B (€ 45.31 per le provincie autonome di Aosta, Trento e Bolzano)

€ 22,26 per la targa di un motoveicolo (€ 24.19 per le provincie autonome di Aosta, Trento e Bolzano)

€ 24,74 per la targa di un rimorchio

I pagamenti possono essere effettuati online, previa registrazione, tramine il Portale dell’Automobilista.

Verranno rilasciati contestualmente le nuove targhe, la nuova carta di circolazione e il nuovo certificato di proprietà.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Assicurazione auto temporanea: come funziona e quando conviene

Rinnovo patente per gli over 80: scadenze e limitazioni

Polizza tutela legale: come funziona e cosa copre la garanzia accessoria