Verifica assicurazione auto estera

Verifica assicurazione auto estera: come fare

Come fare e a chi rivolgersi per la verifica dell'assicurazione di un'auto estera, passaggio fondamentale per avere il risarcimento in caso di incidente?

11 aprile 2022 - 12:00

Attraverso la verifica della targa è possibile scoprire se un veicolo è provvisto della copertura assicurativa RCA. Tuttavia se questo controllo risulta piuttosto semplice quando l’auto è immatricolata e assicurata in Italia, per i veicoli esteri la situazione si complica. Infatti il servizio più sicuro e veloce di verifica targa, quello del Portale dell’Automobilista, copre solamente i veicoli a motori e i rimorchi immatricolati nel nostro Paese. Mentre le app che promettono di identificare anche le targhe estere lo fanno solo nella versione premium a pagamento, restituendo spesso informazioni poco aggiornate e non completamente affidabili. Quindi come fare per verificare l’assicurazione di un’auto estera?

L’IMPORTANZA DI VERIFICARE L’ASSICURAZIONE DI UN’AUTO ESTERA

La domanda è molto importante perché nella malaugurata ipotesi di un incidente procurato da un’auto con targa straniera è fondamentale sapere se il mezzo risulta regolarmente assicurato, al fine di ottenere il giusto indennizzo in tempi ragionevolmente brevi. Tra l’altro, in caso di sinistro accaduto in Italia, dal controllo potrebbe emergere che l’auto ‘straniera’ non rispetta la nuova normativa sulla circolazione in Italia dei veicoli immatricolati all’estero, ingarbugliando ancor di più la situazione. Meglio quindi accertarsi subito se l’auto è assicurata.

VERIFICA ASSICURAZIONE AUTO ESTERA PER UN SINISTRO ACCADUTO FUORI DALL’ITALIA

Se il sinistro è avvenuto all’estero si possono ottenere tutte le informazioni necessarie ed eventualmente avviare le pratiche per ottenere il risarcimento rivolgendosi a Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) mediante l’apposito portale. Consap svolge infatti il ruolo di Organismo di Indennizzo Italiano (ODI), istituito allo scopo di garantire il risarcimento del danno ai residenti in Italia che subiscano un sinistro stradale in un altro Paese UE/SEE (ossia gli altri 26 Stati UE + Islanda, Liechtenstein e Norvegia). In particolare l’ODI interviene nei seguenti casi:

– sinistri all’estero causati da veicoli esteri regolarmente assicurati con una compagnia che però, anche attraverso un suo mandatario, non fornisce una risposta motivata sugli elementi indicati nella richiesta di risarcimento entro tre mesi; o assicurati con una compagnia che non ha designato un mandatario per la gestione dei sinistri;

– sinistri all’estero causati da veicoli esteri non identificati o non assicurati;

– oppure per sinistri all’estero causati da veicoli esteri la cui impresa è in liquidazione.

Maggiori informazioni qui.

Ricordiamo che Consap non è competente per i sinistri con auto estere avvenuti in Italia.

VERIFICA ASSICURAZIONE AUTO ESTERA PER UN SINISTRO ACCADUTO IN ITALIA

Infatti per i sinistri accaduti in Italia con un veicolo estero, che sia assicurato o meno, è necessario rivolgersi all’UCI, Ufficio Centrale Italiano, inviando specifica richiesta. Se risulta impossibile individuare chiaramente la compagnia di assicurazione del veicolo estero, l’UCI svolge accertamenti nel Paese di presunta immatricolazione del veicolo per individuarla o per verificare comunque la possibilità del proprio intervento. Le ricerche vengono svolte contattando il Bureau nazionale del Paese di immatricolazione del veicolo estero, che ha l’obbligo di rispondere entro 6 settimane. Maggiori informazioni qui.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bollo auto a rate

Pagare bollo auto online con SPID: come funziona?

Quando un'auto diventa d'epoca?

Revisione auto storiche e d’epoca: quando e come farla

Assicurazione auto: quando il passeggero può testimoniare?