Controllare assicurazione

Controllare l’assicurazione auto: come verificare la copertura

Scopriamo come controllare l'assicurazione auto e verificare la copertura RCA di un veicolo attraverso alcuni servizi online gratuiti

21 marzo 2021 - 12:54

Una volta controllare l’assicurazione auto di un veicolo era molto facile perché bastava vedere il relativo tagliando posto sul parabrezza. Ma dal 2015, con la dematerializzazione del contrassegno, la verifica è diventata un po’ meno immediata, tuttavia i modi per appurare che un veicolo risulti effettivamente coperto dalla RC auto non mancano. Si tratta, quest’ultima, di un’operazione molto importante specialmente in caso di sinistro, per controllare che l’altra o le altre vetture coinvolte siano regolarmente assicurate. E anche per accertarsi di aver assicurato la propria automobile con una compagnia realmente operante.

CONTROLLARE ASSICURAZIONE AUTO SUL PORTALE DELL’AUTOMOBILISTA

Il metodo più veloce per controllare l’assicurazione auto di un qualsiasi veicolo consiste nell’utilizzare il tool del Portale dell’automobilista, che fa capo al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, raggiungibile qui. Nella sezione apposita è possibile infatti effettuare la ricerca inserendo soltanto il numero di targa del veicolo di cui si vogliono conoscere i dati (autovetture, motocicli, ciclomotori, rimorchi, ecc.). Le informazioni sono aggiornate in tempo reale dalle compagnie assicuratrici e consentono di scoprire la compagnia presso cui è assicurato il veicolo e la data di scadenza della copertura. Oppure che la vettura questione non è in regola con gli obblighi assicurativi RCA. Importante: chi sa di avere in corso un regolare contratto di assicurazione auto ma dalla verifica emerge che il suo veicolo non risulta assicurato, deve immediatamente contattare la propria compagnia (è possibile che ci sia stato un ritardo nell’inserimento dei dati).

CONTROLLARE ASSICURAZIONE AUTO SUL SITO DELLA CONSAP

La verifica della copertura RCA si può fare anche sul sito della CONSAP, la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici che tra le altre cose gestisce il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, l’organismo che a determinate condizioni risarcisce i danni da sinistro stradale causati da veicoli non identificati o non assicurati. Il controllo dell’assicurazione auto di un veicolo è un po’ meno immediato rispetto al tool del Portale dell’Automobilista ma comunque efficace: bisogna registrarsi al sito inserendo i dati richiesti, accedere all’area personale e seguire i semplici passaggi che vengono indicati. Importante: il sito della CONSAP permette di ottenere informazioni sulla copertura RC auto di tutti i veicoli immatricolati nei 27 Paesi dell’Unione Europea, mentre il Portale dell’Automobilista solo dei veicoli immatricolati in Italia.

CONTROLLO ASSICURAZIONE AUTO MEDIANTE APP

In aggiunta ai tool ufficiali che abbiamo appena descritto, è possibile controllare l’assicurazione auto di un veicolo anche mediante numerose app per dispositivi Android o iOs. Ce ne sono diverse (qualche nome? Verifica RCA Italia, iTarga, Targa Scan, Scanner Veicoli, Infotarga, RCA Security e molte altre) e tutte abbastanza affidabili, fate solo attenzione a scegliere applicazioni gratuite (le app in genere sono free ma propongono una versione a pagamento con ulteriori servizi) perché non ci sembra il caso di pagare per ottenere informazioni che sono già pubbliche e liberamente disponibili sul Portale dell’Automobilista e sul sito della CONSAP.

AUTO SENZA ASSICURAZIONE: RISCHI E SANZIONI

Concludiamo ricordando che per l’articolo 193 del Codice della Strada, chiunque circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 866 a 3.464 euro. Ma non solo: è disposto pure il sequestro del veicolo fino a quando il trasgressore provvede al pagamento della multa e a corrispondere il premio assicurativo per almeno sei mesi, oltre a farsi carico delle spese di prelievo, trasporto e custodia della vettura sottoposta a sequestro (se non lo fa il veicolo è confiscato). Prevista inoltre la decurtazione di 5 punti sulla patente.

Tuttavia se si provvede ad assicurare la vettura dal 16° al 30° giorno dopo la scadenza della precedente polizza (nei primi 15 giorni vige infatti il cosiddetto periodo di tolleranza o di comporto), o se l’interessato, entro 30 giorni dalla contestazione della violazione e previa autorizzazione dell’organo accertatore, esprime la volontà e provvede alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo, la multa di 866 euro è ridotta a un quarto. Qui ulteriori dettagli sui rischi e sulle sanzioni per chi circola senza assicurazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Guidare auto intestata a un disabile

Rinnovo patente auto con invalidità civile: come fare

Auto in leasing furto

Auto in leasing: cosa fare in caso di furto della vettura

Calcolo superbollo auto: come farlo e chi deve pagare