Assicurazione cani e gatti in viaggio: cosa copre?

In quali casi è consigliabile o obbligatoria l’assicurazione cani in viaggio? Ecco come scegliere la migliore polizza e cosa copre

17 giugno 2021 - 11:23

L’assicurazione cani e gatti in viaggio è una delle polizze a cui spesso si ricorre con l’intenzione di proteggere il proprio animale e altre persone da possibili incidenti. Sei in procinto di partire e ti stai chiedendo se “è obbligatoria l’assicurazione per il mio cane?” in questo articolo ti daremo tutte le informazioni che cerchi. Ma anche quali sono le valutazioni da fare per la migliore assicurazione cani e gatti, oltre al costo della polizza e cosa copre.

ASSICURAZIONE CANI E GATTI: QUANDO E PERCHE’ FARLA

Quando è necessario fare l’assicurazione cani e gatti? Il caso più diffuso è senza dubbio se il vostro cane viaggia nella stiva di un aereo o nave o nel vagone dedicato di un treno. Generalmente, infatti, anche se si paga una tariffa extra per viaggiare con il proprio animale, la compagnia di trasporto non si assume alcuna responsabilità su eventuali danni o problemi di cui potrebbe soffrire l’animale dopo il viaggio. La responsabilità (e quindi i costi del veterinario) restano in capo al proprietario dell’animale. E in questo caso chiaramente attivare l’assicurazione cani in viaggio può far risparmiare un bel po’ di soldi, fino a un massimale che cambia in base alla compagnia assicurativa. Poi c’è un altro motivo: l’RC cane in viaggio può tornare utile in caso di aggressione, lesione o danni a terzi. Non tutti i cani sono abituati a viaggiare in auto con la famiglia e ogni animale somatizza lo stress in modo diverso, fino anche a diventare più nervoso e magari aggressivo del solito. In tal caso l’assicurazione cani per viaggiare tranquilli può mettere il padrone al riparo da qualsiasi conseguenza possa scaturire, ad esempio:

– dalla carezza di uno sconosciuto all’autogrill, che il cane interpreta come una minaccia in un momento di particolare stress;

– un morso ad un familiare o un passeggero;

– danni a cose e persone in generale che possa provocare l’animale, in viaggio ma anche a casa;

COSTO ASSICURAZIONE CANI: COME SI CALCOLA

A meno di particolari casi in cui si siano già verificati casi e manifestazioni di aggressività, l’assicurazione cani non è obbligatoria. Ci sono tuttavia dei fattori di rischio che possono far aumentar e il costo dell’assicurazione cani e gatti come:

– la tipologia di animale, per alcune compagnie il cane (o altri animali da compagnia) è più esposto al rischio di poter aggredire rispetto al gatto;

– una razza del cane, tendenzialmente ritenuta, più aggressiva di un’altra;

– l’età del cane; più è anziano, maggiore è il rischio che possa necessitare di cure veterinarie.

PREVENTIVO ASSICURAZIONE CANI: COSA CONTROLLARE

In base a quanto su esposto, non si può scegliere la migliore assicurazione cani (o gatti) solo ed esclusivamente sulla base del costo, ma è consigliabile verificare tutte le condizioni e le limitazioni proprio come si fa con i preventivi assicurazione auto. In particolare, chiedere se:

– la validità è limitata solo in presenza del padrone o anche quando l’animale è affidato ad altri (es, la toelettatura, il dog sitter, ecc.);

– eventuali limiti di età dell’animale;

– il rimborso in caso di lesioni copre anche i famigliari;

l’assicurazione cani e gatti, copre danni a persone o cose;

– il rimborso delle spese veterinarie vale anche senza intervento chirurgico (ad esempio per radiografia al cane e altre cure);

– la copertura vale anche per controversie legali nei confronti del danneggiato;

– limiti per risarcimento spese veterinarie e danni alle persone.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fase 2 vaccini tassisti

Taxi: come fare a ottenere la licenza

Chi guida con la patente illeggibile rischia una multa o altre sanzioni? Il Codice della Strada non prevede nulla ma una circolare del Viminale chiarisce tutto

Sospensione patente, quando è prevista per i neopatentati: i casi aggiornati

Smarrimento carta di circolazione

Smarrimento carta di circolazione: rilascio duplicato