Crash test Toyota Yaris: 5 stelle con il nuovo protocollo 2020

La nuova Toyota Yaris ottiene 5 stelle al crash test Euro NCAP, ma con il nuovo protocollo 2020 che è più severo nella valutazione delle auto

16 settembre 2020 - 11:36

Dopo uno stop ai lavori forzato, a causa dell’emergenza Coronavirus, arriva il risultato Euro NCAP della prima auto con il rivoluzionato protocollo 2020. Il crash test Toyota Yaris ottiene le 5 stelle complessive. Forte di una buona prestazione nei test e di una dotazione di sistemi di sicurezza avanzata degna di un modello di categoria superiore. Guarda il video del crash test Toyota Yaris qui sotto.

DAL 2020 CRASH TEST PIU’ SEVERI

Il nuovo protocollo di test prevede l’introduzione del crash test frontale offset di compatibilità a 50 km/h contro un carrello da 1400 kg, in luogo del vecchio crash test a 64 km/h su barriera fissa. A bordo, sul lato guida troviamo il nuovo manichino Thor, più fedele al corpo di un adulto. Oltre alla valutazione della protezione degli occupanti, ora anche la spinta sul carrello e la qualità della deformazione del frontale incidono sulla valutazione, per arginare l’aggressività da parte delle auto più grandi su quelle più deboli. Inoltre il carrello del crash test laterale aumenta la massa di 100 kg e la velocità passa a 60 km/h. Nei due test laterali, per incoraggiare l’inserimento dei nuovi airbag centrali, si valuta anche la protezione del passeggero seduto sul lato opposto a quello dell’impatto.

SOCCORSI E GUIDA ASSISTITA

Novità del 2020 è l’introduzione di penalità per le difficoltà riscontrate durante i soccorsi agli occupanti dopo i crash test. Apertura portiere dopo l’impatto, schede di soccorso disponibili nell’app EuroRescue e sistema di chiamata di emergenza entrano ufficialmente nella valutazione. Anche i sistemi di frenata autonoma negli incroci, in retromarcia e quelli di sterzata d’evasione autonoma sono valutati dal nuovo protocollo. Inoltre, per mitigare il colpo di sonno anche il Driver Monitor regala punti aggiuntivi nella valutazione Safety Assist.

CRASH TEST TOYOTA YARIS 2020: BUONA COMPATIBILITA’

Nel nuovo crash test frontale offset MPDB Euro NCAP, la Toyota Yaris, grazie anche al suo peso ridotto e alla struttura frontale ben progettata, non mette a repentaglio i passeggeri del veicolo opposto. La struttura dell’abitacolo regge bene il crash test, tuttavia sono stati riscontrati alcuni problemi: la pressione sul torace del conducente è di medio livello e le ginocchia di pilota e passeggero potrebbero subire alcune ferite data la presenza di zone rigide dietro alla plancia. Anche la zona della pedaliera può ferire i piedi e le caviglie. Nel crash test frontale pieno la protezione è generalmente buona, a eccezione del collo del passeggero posteriore e del torace di entrambi gli occupanti, comunque di livello accettabile.

CRASH TEST TOYOTA YARIS 2020: LA PRIMA CON L’AIRBAG CENTRALE

In entrambi i crash test laterali Euro NCAP, sia nel nuovo test di speronamento a 60 km/h che nel severo test del palo, la protezione del conducente è ottima. La Toyota Yaris è equipaggiata di due airbag centrali, inseriti nella parte interna degli schienali dei sedili anteriori. Un ulteriore crash test laterale a 60 km/h ha dimostrato la buona protezione offerta a conducente e passeggero dai nuovi airbag, dove previene il contatto fra le teste. Nel crash test su slitta, che simula il test del palo sul lato opposto, lo spostamento del corpo verso l’ostacolo è stato valutato come mediocre, nonostante la presenza dell’airbag centrale.

CRASH TEST TOYOTA YARIS 2020: SOCCORSI AGEVOLATI

La nuova generazione di Toyota Yaris è equipaggiata con il sistema di E-call, che allerta i soccorsi autonomamente in casi d’incidente con attivazione dei sistemi di ritenuta (pretensionatori ed airbag). Inoltre è presente il sistema di frenata anti multicollisione, che interviene automaticamente per evitare impatti secondari. Tutte le portiere sono state aperte correttamente e con poco sforzo dopo tutti i crash test, agevolando le operazioni di soccorso. Nella valutazione del colpo di frusta in caso di tamponamento la Yaris si comporta bene, sia sui posti anteriori, sia su quelli posteriori.

CRASH TEST TOYOTA YARIS 2020: BAMBINI AL SICURO

La Toyota Yaris è equipaggiata degli ancoraggi i-Size per i seggiolini sui posti posteriori esterni. Nel crash test frontale offset Euro NCAP il collo di entrambi i bambini e la testa di quello di 6 anni sono protetti in maniera accettabile. Nel crash test laterale invece ottiene il massimo punteggio possibile. La disattivazione dell’airbag del passeggero è presente di serie, inoltre lo stato di attivazione di quest’ultimo è ben segnalato agli occupanti anteriori. Poco chiare alcune informazioni sul libretto di uso e manutenzione, che non permettono d’installare alcuni seggiolini con la cintura di sicurezza sui posti posteriori, fanno perdere alcuni punti nella valutazione dei bambini.

CRASH TEST YOYOTA YARIS 2020: PEDONI E CICLISTI EVITATI 

Nel crash test d’investimento pedoni a 40 km/h, la Toyota Yaris si comporta generalmente bene. Alcune zone del frontale, specie i bordi esterni del parabrezza, feriscono la testa del pedone adulto investito. Gambe e bacino invece ottengono quasi il massimo dei punti disponibili. Il sistema Toyota Safety Sense ben si comporta nei test su pista. Anche nelle nuove situazioni di pedoni dietro la curva di un incrocio, il sistema reagisce ed evita gli investimenti. Qualche piccola criticità si incontra nell’attraversamento perpendicolare di un ciclista, ma il safety Sense si comporta in maniera accettabile. Non è presente di serie la frenata autonoma per i pedoni che attraversano mentre l’auto è in retromarcia.

CRASH TEST TOYOTA YARIS 2020: COMPLETA SICUREZZA AVANZATA

Fa parte del pacchetto Toyota Safety Sense anche il Cruise control adattivo, con telecamera di riconoscimento dei limiti di velocità. L’allarme delle cinture slacciate è presente su tutti i posti a sedere, anche sui sedili posteriori è previsto il sensore di presenza per attivare l’allarme della cintura slacciata. L’attenzione del pilota è correttamente monitorata combinando gli input sul volante e la rilevazione della corsia tramite telecamera. Il sistema di tracciamento della corsia di marcia della Toyota Yaris ottiene il massimo punteggio nei test di verifica. Il sistema di frenata autonoma si comporta molto bene nei test a tutte le velocità e offset previsti dal protocollo 2020 Euro NCAP. Solamente quando si attraversa un incrocio e un’altra auto arriva di fronte il funzionamento può essere migliorato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Crash test Camion Elettrici: come si testa la sicurezza delle batterie [Video]

Volvo: il crash test estremo da 30 metri per addestrare i soccorsi [Video]

Crash test Mazda MX-30 e Honda Jazz: 5 stelle per le giapponesi elettrificate