Crash test Euro NCAP: tante 5 stelle tra cui anche la Kia EV6

5 stelle Euro NCAP per Kia EV6, Mercedes Classe C, Volvo C40 Recharge e VW Multivan. Migliorabili le 4 stelle di Opel Astra e Peugeot 308

25 maggio 2022 - 12:44

La terza sessione dei crash test Euro NCAP del 2022 assegna il massimo punteggio in stelle a 4 modelli su 6. Kia EV6, Mercedes Classe C, Volkswagen Multivan e Volvo C40 Recharge ottengono 5 stelle Euro NCAP. Due auto del gruppo Stellantis, Opel Astra e Peugeot 308 si fermano a 4 stelle. La protezione degli occupanti ha frenato il risultato delle berline compatte, il che dimostra, almeno in questo caso, che la presenza degli ADAS non porta di default a un risultato di 5 stelle. Tutti i test si attengono al protocollo 2020 Euro NCAP

CRASH TEST EURO NCAP KIA EV6

L’abitacolo della Kia EV6 regge bene il crash test offset MPDB. La pressione su torace e tibie del conducente è di medio livello. Nonostante la massa elevata, la compatibilità con le altre auto è accettabile. Buona anche la protezione nel crash test frontale pieno, dove la pressione sul petto del passeggero è accettabile. Massimo punteggio per la Kia EV6 nei crash test laterali. L’airbag centrale previene il contatto fra gli occupanti anteriori, tuttavia non trattiene adeguatamente in impatti laterali sul lato opposto. Mediocre la protezione dal colpo di frusta sui sedili posteriori. La decelerazione sulla testa del bambino di 10 anni è di medio livello nel crash test laterale. Massimo punteggio per i bambini nel crash test frontale.

CRASH TEST KIA EV6: PEDONI E DOTAZIONI

La Kia EV6 presenta qualche zona rigida nel frontale, nella zona del bordo anteriore del cofano e del contorno del parabrezza, che possono ferire il pedone investito. Il sistema di frenata autonoma riconosce i pedoni in maniera accettabile. Ottima la risposta del dispositivo con i ciclisti e con le auto. L’equipaggiamento di serie prevede l’avviso delle cinture slacciate su tutti i posti, il limitatore di velocità con riconoscimento segnaletica. Il mantenimento di corsia interviene correttamente nei test di verifica su pista.

CRASH TEST EURO NCAP MERCEDES CLASSE C

Buona la protezione offerta agli occupanti della Mercedes Classe C nel crash test offset MPDB. La decelerazione e le intrusioni sul carrello mostrano una discreta compatibilità con le altre auto. Massimo punteggio per la Classe C nel crash test frontale pieno. Anche i crash test laterali ottengono pieni voti, tuttavia Mercedes non ha dimostrato che l’airbag centrale possa proteggere adeguatamente in caso di impatto laterale sul lato passeggero. La prevenzione dal colpo di frusta è buona. La testa del bambino di 10 anni sostiene decelerazioni di medio livello. Accettabile la trazione sul collo, sempre per il bambino di 10 anni, nel crash test frontale.

CRASH TEST MERCEDES CLASSE C: PEDONI E DOTAZIONI

Grazie al cofano attivo, il frontale della Mercedes Classe C protegge adeguatamente il pedone investito. Restano troppo rigidi i montanti del parabrezza e il bordo anteriore del cofano. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile negli scenari di prova con i pedoni. Molto buono invece il comportamento con ciclisti e automobili. Il limitatore di velocità con riconoscimento segnaletica e gli avvisi per le cinture slacciate sono di serie su tutte le Mercedes Classe C. Il mantenimento di corsia si comporta bene nei test su pista, anche in situazioni di emergenza.

CRASH TEST EURO NCAP VOLVO C40 RECHARGE

Il crossover elettrico Volvo C40 Recharge ottiene ottimi punteggi nei due crash test frontali. Nel crash test offset MPDB si evince tuttavia un’eccessiva spinta e aggressività verso le altre auto in caso di incidente. La C40 è dotata degli airbag centrali, che ben si comportano nel crash test laterale, prevenendo contatti fra gli occupanti anteriori. La ritenuta in caso di impatto laterale sul lato opposto è accettabile. Buona la protezione dal colpo di frusta in caso di tamponamento. Anche i bambini seduti dietro ottengono la massima protezione nel crash test offset MPDB e in quello laterale.

CRASH TEST VOLVO C40 RECHARGE: PEDONI E DOTAZIONI

La Volvo C40 presenta alcune zone rigide in caso di investimento di un pedone. I bordi laterali del parabrezza e le parti esterne del bordo anteriore del cofano possono provocare ferite. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile con i pedoni. Migliora invece la situazione nei test su pista con i ciclisti e le altre automobili. Il mantenimento della corsia interviene correttamente, anche in situazioni di emergenza. Presente su tutte le C40 il limitatore di velocità con riconoscimento segnaletica e gli avvisi per le cinture slacciate.

CRASH TEST EURO NCAP VOLKSWAGEN MULTIVAN

Nonostante la buona protezione per gli occupanti della Volkswagen Multivan, la compatibilità con le altre auto è critica. Il longherone frontale ha affondato completamente la barriera deformabile del carrello. Buona la prestazione invece nel crash test frontale pieno. Nei crash test laterali non si registrano ferite, tuttavia è stata attribuita una penalità per la testa. Un gancio che sostiene l’airbag a tendina non ha retto nel crash test laterale sul palo. L’escursione in caso di impatto laterale sul lato opposto è di media entità. L’airbag centrale protegge correttamente gli occupanti. Buona la prevenzione dal colpo di frusta in caso di tamponamento. Molto buona anche la protezione offerta ai bambini nei crash test.

CRASH TEST VOLKSWAGEN MULTIVAN: PEDONI E DOTAZIONI

Il frontale della Volkswagen Multivan si rivela morbido con i pedoni, ad eccezione dei montanti laterali de parabrezza. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile sia con i pedoni, sia con i ciclisti. L’equipaggiamento della Multivan prevede la segnalazione delle cinture slacciate su tutti i posti e il limitatore di velocità con riconoscimento segnaletica. Il sistema di frenata autonoma si comporta bene nei test sulle altre auto. Buono anche il funzionamento del mantenitore della corsia di marcia.

CRASH TEST EURO NCAP OPEL ASTRA

La Opel Astra si rivela abbastanza compatibile con le altre auto nel crash test frontale MPDB. La pressione sul torace è stata valutata mediocre per tutti gli occupanti, anche nel crash test frontale pieno. Massimo punteggio nei due crash test laterali, tuttavia lo spostamento del conducente in caso di impatto sul lato opposto è di medio livello. Manca l’airbag centrale fra i sedili anteriori. Buona la prevenzione dal colpo di frusta in caso di tamponamento. Il bambino di 10 anni riceve una pressione di media entità su collo e torace nel crash test frontale, il bambino di 6 anni invece una decelerazione accettabile sulla testa. Ottimo punteggio per i bambini nel crash test laterale.

CRASH TEST OPEL ASTRA: PEDONI E DOTAZIONI

Il frontale della Opel Astra protegge bene il pedone in caso di investimento. Resta rigida la zona del bordo inferiore e laterale del parabrezza. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera mediocre con i pedoni. Buona invece la prestazione con i ciclisti. Migliorabile anche l’efficacia del sistema contro le altre auto. Presente di serie l’avviso delle cinture slacciate, il limitatore di velocità con riconoscimento segnaletica e il mantenimento della corsia di marcia.

CRASH TEST EURO NCAP PEUGEOT 308

La Peugeot 308 presenta un buon abitacolo e un’accettabile compatibilità con le altre auto nel crash test frontale offset MPDB. Tuttavia la pressione sul torace del conducente è eccessiva e la protezione della tibia è mediocre. Anche nel crash test frontale pieno il torace del pilota riceve una compressione di media entità. Buona prestazione nel crash test laterale, nel più severo test del palo la protezione del torace è accettabile. Mediocre la ritenuta nei crash test laterali sul lato opposto. Manca l’airbag centrale che evita il contatto fra gli occupanti anteriori. La prevenzione dal colpo di frusta è buona. Il bambino di 10 anni sopporta una trazione di medio livello sul collo e una pressione accettabile sul torace nell’impatto frontale. Massimo punteggio per i bambini nel crash test laterale.

CRASH TEST PEUGEOT 308: DOTAZIONI E PEDONI

Il frontale della Peugeot 308 si comporta generalmente bene nel test di investimento pedone, ad eccezione di tutta la zona del parabrezza. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile con i pedoni. Molto buona invece la prestazione nei test sui ciclisti. Migliorabile l’efficacia del sistema verso le altre automobili. La dotazione della 308 prevede l’avviso per le cinture slacciate, il sistema di mantenimento della corsia di marcia e il limitatore di velocità con riconoscimento della segnaletica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Euro NCAP: 11 auto a 5 stelle, migliorabili Puma, Touran e 408

Audi Q5 45 Sportback: nel test dell’alce non si comporta da SUV

Nissan Ariya, nel test dell’alce sicura ma poco agile