Crash test Citroën C4 2021: 4 stelle e frenata AEB migliorabile

Il sistema basico di frenata autonoma e qualche sbavatura non permettono alla Citroën C4 2021 di ottenere più di 4 stelle nei crash test Euro NCAP

26 maggio 2021 - 12:20

Per la terza sessione del 2021 dei crash test Euro NCAP anche i dettagli possono far mancare il massimo punteggio: la rinnovata Citroën C4 2021 ottiene 4 stelle globali. Qualche piccola sbavatura nella protezione adulti, pedoni e nella dotazione di sicurezza penalizza il punteggio del nuovo crossover francese. Ottimo e abbondante l’ingresso sul mercato europeo del marchio coreano Genesis, che ottiene il massimo punteggio di 5 stelle per la berlina G80 e il suv GV80. Ricordiamo che tutti i crash test si attengono al protocollo 2020 Euro NCAP.

CRASH TEST CITROËN C4 2021

La nuova Citroën C4 2021 si comporta generalmente bene nei quattro crash test. Nella prova frontale offset però la protezione della tibia del passeggero è insufficiente e quella del pilota è mediocre. Stellantis non ha preso contromisure, nello specifico con l’airbag centrale, per evitare il contatto fra gli occupanti nei crash test laterali. Inoltre l’escursione nel test laterale sul lato opposto è eccessiva. Buona la prevenzione dal colpo di frusta su tutti i posti a sedere. Il sistema di chiamata d’emergenza è disponibile di serie. Il bambino di 10 anni subisce una trazione al collo di media entità nel test frontale. Guarda il video qui sotto del crash test Citroën C4 2021.

I SISTEMI DI SICUREZZA DELLA CITROËN C4 2021

La Citroën C4 2021 protegge bene i pedoni in caso di investimento; solamente la zona del parabrezza crea problemi agli adulti. Il sistema di frenata autonoma basato su telecamera riconosce solo i pedoni, non i ciclisti, con risultati migliorabili. La dotazione di base prevede l’avviso per le cinture slacciate, il riconoscimento dei segnali stradali con limitatore di velocità, il mantenitore della corsia e la frenata autonoma. Il sistema di frenata è valutato in maniera accettabile. Presente anche il controllo della stanchezza. La valutazione è estesa anche alla versione elettrica, la Citroën e-C4.

CRASH TEST GENESIS G80 2021

La berlina Genesis G80 sopporta bene le sollecitazioni nel crash test offset. Nonostante il peso, il frontale è compatibile con le altre auto in caso d’impatto. Nei due test frontali, la pressione sul torace del pilota è di medio livello. Ottima la protezione nel crash test laterale, accettabile nel più severo test del palo. La G80 è dotata dell’airbag centrale, che ben si comporta nel test di verifica. Anche lo spostamento nel test laterale sul lato opposto è accettabile. Migliorabile la prevenzione dal colpo di frusta sui sedili posteriori. Ottima la protezione dei bambini per i crash test frontale e laterale.

I SISTEMI DI SICUREZZA DELLA GENESIS G80 2021

La Genesis G80 2021 è dotata del cofano attivo, che migliora la protezione del pedone in caso di investimento. Soltanto il bordo del cofano crea problemi al bacino del pedone. Il sistema di frenata autonoma ben si comporta con i ciclisti, qualche sbavatura nei test con i pedoni. L’equipaggiamento di serie è completo: un efficiente sistema di frenata autonoma, avvisi per le cinture slacciate, avviso di stanchezza, mantenitore della corsia e limitatore di velocità con riconoscimento dei segnali stradali.

CRASH TEST GENESIS GV80 2021

Il nuovo suv Genesis GV80 2021 ottiene ottimi risultati in tutti i crash test. A causa del peso e della conformazione del frontale, soltanto la compatibilità può essere un problema per le altre auto coinvolte in un incidente frontale. Presente di serie l’airbag centrale, che protegge correttamente gli occupanti anteriori negli impatti laterali e trattiene egregiamente nell’impatto sul lato opposto. Ottima la protezione dei bambini sui booster, sia nel crash test frontale, sia in quello laterale. Soltanto mediocre la protezione sui posti posteriori in caso di tamponamento. Guarda il video qui sotto del crash test Genesis GV80 2021.

I SISTEMI DI SICUREZZA DELLA GENESIS GV80 2021

La Genesis GV80 crea qualche problema al bacino in caso di investimento di un pedone. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile con i pedoni, molto bene invece con i ciclisti. L’equipaggiamento di tutte le GV80 è completo. La frenata autonoma si comporta bene con le altre auto, così come il mantenitore della corsia di marcia. Presenti gli avvisi per le cinture slacciate e il riconoscimento dei segnali stradali insieme al limitatore di velocità. Anche il riconoscimento della stanchezza funziona correttamente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Crash test Cargo bike per bambini: quanto viaggiano sicuri?

Crash test Opel Mokka 2021: 4 stelle senza AEB e airbag centrale

Toyota: il simulatore di incidenti THUMS si può scaricare gratis