Crash test Euro NCAP: 5 stelle per Lexus, Mazda e Toyota. Solo 4 per Opel e Mitsubishi

Crash test Euro NCAP: 5 stelle per Lexus, Mazda e Toyota. Solo 4 per Opel e Mitsubishi Nei nuovi crash test Euro NCAP risultato pieno per le berline medie e qualche problema per le piccole

Nei nuovi crash test Euro NCAP risultato pieno per le berline medie e qualche problema per le piccole

4 Settembre 2013 - 09:09

Anche ad agosto l'Euro NCAP non va in vacanza ed ecco a settembre i risultati dei nuovi crash test effettuati. Sono state testate le nuove berline giapponesi, Lexus IS 300h, Mazda 6 e Toyota Corolla e le piccole Opel Adam e Mitsubishi Space Star

LEXUS IS 300H – La berlina giapponese esce a testa alta dal crash test Euro NCAP con cinque stelle e senza nessun punto debole evidente. Si ferma al 66% sui Safety Assist dove viene sottolineata l'assenza del limitatore di velocità. Risultati di eccellenza, invece, negli impatti laterali, sia in quello contro un'altra auto che in quello contro il palo, che contribuiscono a un 91% nella protezione degli adulti. Buono lo score (85%) nella protezione dei bambini, con menzioni specifiche nella protezione di quelli di 18 mesi e 3 anni. Protetti anche i pedoni (80%) grazie al dispositivo di sollevamento del cofano.

MAZDA 6 – La Mazda 6 è stata testata con carrozzeria station wagon, ma il crash test è attendibile anche per la versione berlina. La media giapponese ha totalizzato uno score del 92% nella protezione degli adulti, sebbene la portiera del guidatore abbia mostrato qualche cedimento di troppo. La protezione dei bambini, invece, non va oltre il 77%, a causa dell'eccessivo scuotimento che subiscono i piccoli di 3 anni. Se un pedone viene investito la testa rischia pochi danni, al contrario delle gambe: 66% è il risultato. I Safety Assist, invece, raggiungono l'81%  grazie al limitatore di velocità, contribuendo al raggiungimento delle cinque stelle.

TOYOTA COROLLA – La media giapponese, una delle auto più vendute al mondo, esce a testa alta dai crash test, con la migliore protezione degli adulti (94%) della tornata. Nella prova per la protezione dei bambini, l'auto se la cava bene (82%), ma paga la mancanza del terzo attacco ISOFIX sul sedile posteriore. Nel test per i pedoni, la Corolla non va oltre il 67% a causa della superficie frontale del cofano che sollecita molto il bacino. Come la Lexus, il Safety Assist non supera il 66%, a causa della mancanza di dispositivi di limitazione della velocità.

MITSUBISHI SPACE STAR – La leggera citycar giapponese (solo 860 kg di massa) non riesce a guadagnare le cinque stelle, pur con una protezione degli adulti del 90%, che paga il leggero infortunio occorso alla tibia destra del guidatore. Il punteggio nella protezione dei bambini si ferma al 72%, a causa delle eccessivo carico che grava sul torace del piccolo di 18 mesi. Un pedone investito potrebbe riportare danni al bacino, così il risultato non va oltre il 73%, mentre i Safety Assist fermi al 55 % pagano la mancanza degli avvisatori per il mancato allacciamento delle cinture sul sedile posteriore.

OPEL ADAM – Anche la citycar tedesca si ferma a quattro stelle e ottiene il punteggio più basso per la protezione degli adulti (87%) della tornata. In particolare, è l'impatto laterale con il palo che può provocare infortuni al torace e anche la protezione contro il colpo di frusta da impatto posteriore, non è al top. Nella protezione dei bambini, il carico sul torace risulta abbastanza elevato sia per i 18 mesi che per i 3 anni, così il punteggio non supera il 72%. 65% è il risultato nella protezione dei pedoni, che vede avvantaggiati quelli di statura maggiore, mentre i Safety Assist raggiungono l'81% grazie al limitatore di velocità.

Qui sotto trovate tutti i dettagli dei test, con foto, video e commenti in italiano:

1 Commento

Stefano
00:11, 5 Settembre 2013

Adesso sarebbe interessante vedere come la Corolla e la IS se la cavano in small overlap crash test, dove ultimamente il Gruppo Toyota non è andato mica bene. Comunque, le citycar non vanno quasi mai oltre le 4 stelle, purtroppo, nonostante i pochi kg in gioco…

X