Renault Megane Coupé 1.5 dCi: prova su strada

Abbiamo messo alla prova la coupé francese nell'allestimento Gt line, ecco come va la Renault Megane Coupé 1.5 dCi

17 giugno 2014 - 11:00

Renault è uno dei pochi costruttori generalisti rimasti, nel senso più ampio e positivo del termine. A fronte di una gamma prodotti non sempre freschissima, la casa francese copre una grande quantità di segmenti di mercato, praticamente tutti i più importanti e anche quelli meno presidiati. Ne parlammo già qualche mese fa, a proposito della Clio Sporter, una station wagon di segmento B, le cui concorrenti si contano sulle dita di una mano. Ora è la volta della Megane, che abbiamo provato nella versione Coupé, un'altra esponente di un mini-segmento che fa numeri davvero risibili, quantificabili in alcune migliaia, tanto in Italia quanto in Europa. In effetti, anche le concorrenti della berlinetta francese sono pochine, listino alla mano si chiamano Hyundai Veloster, Mini Coupé, Seat Leon SC e Volkswagen Scirocco. Di queste, solo le ultime due lo sono in maniera diretta, visti i cinque posti disponibili a bordo e la derivazione da una compatta di segmento C. Ad ogni modo, Renault continua a credere in questo prodotto, recentemente sottoposto a restyling e declinato anche nelle versioni cinque porte e station wagon (provata qui). Infine, è doveroso ricordare che la Megane Coupé, nella versione più sportiva RS, ha detenuto per diversi anni il record sul giro al Nurburgring tra le trazioni anteriori di serie, primato che le è stato tolto da poche settimane per mano della Seat Leon Cupra.

DESIGN – La Renault Megane Coupé ha una linea molto personale e, tutto sommato, inconfondibile. Sebbene il frontale sia praticamente lo stesso delle altre Megane, a partire dal montante A lo sviluppo del corpo vettura è del tutto differente, con una linea del tetto più bassa che degrada poi dolcemente verso il baule. La linea di cintura alta fa sì che nella parte posteriore ci sia una certa quantità di lamiera, così da alcune angolazioni l'auto può risultare leggermente più 'pesante', ma nel complesso il design è sicuramente ben riuscito.

INTERNI – Gli interni della coupé Renault sono comodi anche per quattro persone, a patto che i passeggeri anteriori non arretrino troppo il sedile e che quelli posteriori non soffrano di claustrofobia. La vetratura a loro disposizione, infatti, è molto limitata. Il posto guida, invece, è molto ben realizzato e anche la posizione che il pilota può assumere è corretta, vista l'ampia gamma di regolazioni. Particolare la strumentazione, con il quadro molto inclinato verso l'indietro. Contenitivi, come si addice al tipo di auto, ma anche comodi i sedili davanti.

INFOTAINMENT – Il sistema di infotainment è forse la parte della Megane che più tradisce la sua anzianità progettuale. Lungi dall'avere un'integrazione totale, come nel nuovo sistema R-Link messo a punto da Renault e disponibile sulla nuova Clio e derivate (Clio Sporter e Captur), richiede un certo periodo di apprendistato. Dal frontalino dell'autoradio che si trova molto in basso, comunque integrato nella plancia, si comandano le opzioni audio e telefono, tutte riportate sul display fisso che si trova nella parte superiore del cruscotto. Nello stesso monitor si visualizzano anche le informazioni del navigatore (opzionale) che però si gestisce da un piccolo joystick contornato di pulsanti, che si trova dietro al cambio. Infine, la classica levetta satellite posizionata dietro al volante, riporta le funzioni più utilizzate.

CORPO VETTURA – La Renault Megane Coupé è lunga 4,31 metri, larga 1,80 m, con un passo di 2,64 m. L'altezza raggiunge gli 1,42 metri, configurando un bagagliaio da 377 litri, che possono essere aumentati ulteriormente fino a 991 litri se si abbattono i sedili posteriori. La massa in ordine di marcia del corpo vettura è di 1.280 kg, mentre il coefficiente di penetrazione aerodinamica non è dichiarato.

SU STRADA – Prima abbiamo accennato al record della Megane Coupé in allestimento Renault Sport, ovvero la versione più performante della gamma che viene messa a punto nel reparto corse della casa francese, che ha sede a Dieppe. La 'nostra' Megane 1.5 dCi, lungi dall'avere le prestazioni motoristiche della RS, ha comunque un comportamento stradale rimarchevole, sicuramente al di sopra della media delle sue concorrenti. La differenza sta tutta nel comportamento del retrotreno. Infatti, pur essendo una trazione anteriore, con una distribuzione dei pesi sbilanciata sull'asse a cui il motore invia la coppia, è del tutto riluttante a cedere al sottosterzo. Lo si avverte chiaramente nella fase di inserimento di curva, dove si sente il retrotreno che diventa parte attiva dell'auto e si adopera per seguire l'avantreno chiudendo la traiettoria, ma senza diventare instabile. Il suo comportamento ha un equilibrio esemplare perché pur essendo molto agile, non parte mai per la tangente e non costringe il guidatore a controsterzare in fase di inserimento, né il controllo elettronico della stabilità a intervenire. Ma l'assetto impressiona anche quando si guida nel traffico e si affrontano buche e asperità, situazione in cui l'assorbimento è sempre buono, ovviamente facendo la tara al ponte torcente posteriore. Nella guida brillante impressionano anche i freni, che hanno un'azione davvero potente e un'ottima modulabilità. Il 1.5 dCi, invece, è sempre l'ottimo motore che conosciamo. In questa versione da 110 CV guadagna una discreta verve, ma i consumi rimangono sempre bassissimi. Difficile fare meno di 15 km con un litro.

SICUREZZA – La Renault Megane è stata testata da Euro NCAP nel 2008, in versione berlina, ma i risultati sono validi anche per la Coupé, ottenendo le cinque stelle nel vecchio protocollo con un punteggio di 37,39 e 11, nelle categorie di protezione adulti, bambini e pedoni. Completa la dotazione di sicurezza, che in questa versione presenta di serie sei airbag, l'ABS con EBD e l'ESC. In opzione è disponibile il Visio System che grazie a una telecamera frontale posizionata dietro il retrovisore interno informa il conducente con un segnale visivo e sonoro del superamento involontario delle linea che delimitano le corsie; il sistema è dotato anche di abbaglianti automatici per una visibilità massima senza disturbare i conducenti delle altre auto.

IN OFFICINA – l motore 1.5 dCi da 110 CV è l'ultima versione del K9K sul mercato ormai da dieci anni ed eroga una coppia di 260 Nm. Integra la tecnologia ESM Energy Smart Management, che permette di far funzionare l'alternatore in fase di rilascio e che prevede l'utilizzo del sistema Start&Stop. Lo schema adottato per le sospensioni è di tipo McPherson all'anteriore e ponte torcente al posteriore. Il freno di stazionamento è elettrico del tipo con attuatori sulle pinze. Alzando la vettura sul ponte, infine, si nota la presenza della sola carenatura sotto il motore

PREZZI – Il listino della Renault Megane Coupé parte dai 19.150 € della versione 1.2 TCe 130 CV GT Style S&S per arrivare ai 26.950 € della 2.0 T 265 CV RS. La Renault Megane Coupé 1.5 dCi GT Style 110 cv S&S della nostra prova costa 21.780 €, optional inclusi.

Commenta per primo