Allarme seggiolino: guida all’acquisto con caratteristiche e prezzi

Guida alla scelta dell’allarme seggiolini obbligatorio: ecco come deve essere e quali sono i modelli da comprare per evitare una multa

7 novembre 2019 - 12:40

L’allarme seggiolino bimbi è obbligatorio dal 7 novembre 2019 e per evitare una multa da 81 euro e il taglio di 5 punti bisogna poter mostrare ai controlli di avere un dispositivo conforme alla legge. In questa guida alla scelta e all’acquisto di un allarme mettiamo 5 dispositivi di allarme antiabbandono a confronto con caratteristiche, prezzi, pro e contro in risalto. Ecco come deve essere un dispositivo antiabbandono conforme e quali caratteristiche tecnico-costruttive ha stabilito il Ministero per l’allarme seggiolino bimbi.

Aggiornamento del 11 novembre 2019: l’obbligo dell’allarme slitta al 1 marzo 2020, ma il rischio multe fino a fine anno resta.

LA CIRCOLARE DEL MINISTERO SULL’OBBLIGO DELL’ALLARME SEGGIOLINO

Prima di entrare nel vivo della guida con i consigli sulla scelta dell’allarme seggiolino bimbi è importante ricordare quali caratteristiche deve avere. Questo vi permetterà di scegliere un allarme antiabbandono ugualmente conforme alla legge anche se non rientra tra i principali e più noti in commercio di cui parleremo più avanti. Le caratteristiche degli allarmi seggiolini obbligatori sono riportati nell’allegato A della circolare del Ministero dell’Interno cha potete visionare cliccando su “Scarica PDF” in basso. All’interno dell’allegato c’è anche il modello del Certificato di conformità che il Produttore deve fornire con l’allarme. Ricordate di chiederlo al venditore perché potrebbe essere necessario esibirlo. Inoltre bisogna sapere come stanno realmente le cose sul rischio di perdere l’omologazione del seggiolino se si monta un dispositivo antiabbandono universale.

LE CARATTERISTICHE CHE DEVE AVERE L’ALLARME SEGGIOLINO

Per scegliere un allarme seggiolino che sia conforme alla legge, oltre ad avere il certificato di conformità accertatevi che abbia queste caratteristiche:

– deve utilizzare un sistema elettronico con sensori dedicati;
– se applicato ai sistemi di ritenuta (cinture e seggiolino) non deve interferire con l’omologazione degli stessi;
– deve attivarsi automaticamente e dare conferma al conducente;
– in caso di allarme deve emettere segnali acustici e visivi percepibili dentro e fuori l’auto;
– se alimentato a batteria l’allarme deve emettere un segnale di batteria scarica;
– in caso di allarme deve essere in grado di attivare un sistema di comunicazione e può o meno comunicare automaticamente l’allarme sullo smartpohone collegato o ai numeri memorizzati.

Adesso mettiamo a confronto i dispositivi di allarme aftermarket che si possono applicare a qualsiasi seggiolino per bimbi. Ecco caratteristiche, prezzi, pro e contro dei primi dispositivi di allarme seggiolino in commercio.

ALLARME SEGGIOLINO BABY BELL

Caratteristiche.
L’allarme seggiolino Baby Bell utilizza un sensore di peso da mettere sotto l’imbottitura che comunica con il “display” da inserire nell’accendisigari. Può funzionare sia collegato a uno smartphone (consigliato), sia senza smartphone. Quando si spegne l’auto il display nell’accendisigari emette un suono e lampeggia di rosso. Collegarlo allo smartphopne tramite l’App Babybell, permette al dispositivo di inviare un allarme SMS entro 5 minuti  ai 3 numeri memorizzati se il bambino è nel seggiolino.

Funzioni extra: durante la guida rileva e segnala se il bambino è seduto nel modo sbagliato.

Prezzo: 69 euro.
Pro:
– il sensore e il display non sono collegati da fili;
– il sensore ha una batteria interna che non si ricarica della durata stimata in 5 anni
– se collegato tramite App chiede conferme al conducente tramite smartphone;
– funziona senza Bluetooth.
Contro:
– se l’allarme viene utilizzato senza App, è necessario posizionare il display in un punto visibile al guidatore, quindi non nella presa 12V che di solito si trova dietro o nel bagagliaio.

ALLARME SEGGIOLINO BÉBÉ CONFORT E-SAFETY

Caratteristiche. L’allarme seggiolino Bébé Confort e-Safety è costituito da un cuscino intelligente collegato solo ed esclusivamente all’App e-Safety per IOS e Android. Il sistema si attiva quando il cellulare si allontana oltre 10 metri dal cuscino e se non riceve alcuna conferma dal tutore, invia un SMS (senza costi) ai 3 numeri memorizzati con la posizione GPS dell’auto. Non ci sono fili sparsi in auto, ma per funzionare ha bisogno di essere configurato la prima volta tramite App e della connessione costante tramite Bluetooth.

Funzioni extra: in caso di allarme invia la posizione GPS dell’auto ai contatti di emergenza. Tramite l’App si può monitorare la carica della batteria nel cuscino.
Prezzo. 79,99 euro.
Pro:
– l’SMS di allarme è a carico di Bebè Confort;
– niente fili sparsi per l’auto: la batteria del cuscino ha una durata di circa 4 anni.
Contro:
– richiede il funzionamento tramite Bluetooth
– l’allarme scatta solo se ci si allontana almeno 10 metri dal cuscino

ALLARME SEGGIOLINO CHICCO BEBÈCARE EASY TECH

Caratteristiche. L’allarme Chicco Bebècare EasyTech è un dispositivo diverso dai classici sensori di peso, infatti è una clip che si aggancia agli spallotti o alle cinture del seggiolino. Si collega esclusivamente allo smartphone del tutore tramite l’App Chicco BebèCare e comunica via Bluetooth. L’attivazione e la disattivazione avvengono tramite un pulsante a scorrimento sulla clip. Se il cellulare si allontana dal seggiolino e la clip è attivata, viene inviata una notifica al cellulare. Nel caso di mancata disattivazione scatta l’allarme con posizione GPS dell’auto ai numeri memorizzati. La clip è alimentata da una comune batteria CR2032 che si può monitorare tramite App e sostituire in autonomia quando scarica.

Funzioni extra: invia coordinate GPS ai numeri di emergenza.
Prezzo. 39,99 euro
Pro:
– non ci sono fili sparsi nell’abitacolo;
– la batteria si può sostituire in autonomia (tipo CR 2032).
Contro:
– l’allarme deduce la presenza del bambino tramite la chiusura della clip, ma non ha un monitoraggio attivo della sua presenza;
– richiede il funzionamento tramite Bluetooth;
– l’allarme scatta solo se ci si allontana almeno 10 metri dal dispositivo;
– la clip potrebbe essere sganciata dai bimbi più vivaci;
– richiede la continua attivazione e disattivazione della clip;
– la durata della batteria potrebbe essere molto inferiore a quelle integrate degli altri dispositivi, che però non si possono sostituire in autonomia quando scariche.

ALLARME SEGGIOLINO INGLESINA ALLY PAD

Caratteristiche. L’allarme seggiolino Inglesina Ally Pad, funziona grossomodo come tutti gli altri dispositivi basati su cuscino con sensore collegato allo smartphone. Le differenze da non sottovalutare sono due: è fatto esclusivamente per i seggiolini Inglesina e la batteria interna non si può sostituire. Il funzionamento è molto semplice e automatico una volta configurati i numeri di emergenza e l’App dello smartphone del tutore. Il sistema va in allerta se il cellulare si allontana dal cuscino e se il tutore non disabilita l’alert, partono gli allarmi con localizzazione GPS ai numeri di emergenza.

Funzioni extra. Doppio sensore di peso per Gruppi 0-9 kg, 15-25 kg, 22-36 kg
Prezzo. 69 euro.
Pro:
– la batteria del sensore integrata non va ricaricata e ha una durata stimata in 4 anni;
– l’App può essere collegata fino a 4 cuscini Inglesina.
Contro:
– utilizzabile solo sui seggiolini e culle Inglesina;
– la batteria interna al sensore non può essere sostituita a differenza di altri prodotti per i quali però è necessario l’intervento dell’assistenza.

ALLARME SEGGIOLINO REMMY

Caratteristiche. L’allarme per seggiolino Remmy è una vecchia conoscenza per SicurAUTO.it, l’abbiamo testato nel 2013, quando non erano neppure definite le caratteristiche tecnico-costruttive (leggi più sopra). Da allora però è rimasto fedele alla sua estrema semplicità di funzionamento e senza una funzione di connettività tramite App. Si collega all’accendisigari dell’auto tramite fili e quando si spegne il motore, se il bambino è nel seggiolino scatta un allarme sonoro che può anche essere silenziato. Il vantaggio maggiore è l’assenza di una batteria, quindi non si scarica, ma la facilità d’uso viene superata da altri dispositivi controllabili tramite smartphone a distanza.

Funzioni extra. Presa USB integrata per la ricarica del cellulare senza scollegare Remmy dall’accendisigari
Prezzo. 79 euro.
Pro:
– non ha batteria interna poiché collegato all’accendisigari, quindi non si scarica mai;
– rileva anche se il bambino si muove (es slacciandosi le spalline);
– si mette in funzione con estrema facilità;
– monitora la presenza del bambino in modo indipendente dal tutore.
Contro:
– prezzo in media più alto rispetto agli altri prodotti senza fili;
– non ha una funzione di connettività;
– fili che corrono lungo l’abitacolo;
– il display deve essere in un punto a vista e accessibile al guidatore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

riparazione-e-manutenzione-dei veicoli

Prenotare il tagliando auto online: solo il 22% delle officine sono preparate

Dispositivi anti abbandono 30 euro bonus

Dispositivi antiabbandono e omologazione: come stanno le cose?

Officine auto migliori: ecco i Brand delle Case più apprezzati dai meccanici