Puleggia alternatore difettosa: cause e diagnosi ai problemi più frequenti

Come controllare se la puleggia dell’alternatore è difettosa: vediamo nel dettaglio le cause e i problemi più frequenti a un alternatore auto rumoroso

5 giugno 2020 - 15:00

Quando si sente un ronzio dal vano motore, una delle maggiori cause è la puleggia dell’alternatore difettosa. Oggi vedremo perché la puleggia dell’alternatore rumorosa è un problema più frequente tra le auto recenti. Ecco le cause e diagnosi più frequenti per la puleggia dell’alternatore che fa rumore.

PULEGGIA ALTERNATORE FISSA O A RUOTA LIBERA: DIFFERENZE

Quando si parla di puleggia alternatore difettosa si dà per scontato che si tratti della puleggia alternatore “a ruota libera”. Prima di vedere le cause principali di un alternatore rumoroso o che non carica la batteria, cerchiamo di capire cosa cambia tra puleggia fissa e a ruota libera per un alternatore. La puleggia alternatore a ruota libera (o con frizione) è stata introdotta a metà degli anni 90 a causa dei problemi legati all’uso della puleggia fissa. Come s’intuisce dal termine un alternatore con puleggia fissa era direttamente vincolato alla rotazione del motore tramite la cinghia servizi. Durante i bruschi cali di giri, l’alternatore e la cinghia non potevano che assorbire e trasmettere tutte le vibrazioni agli altri organi. Così è stata ideata la puleggia alternatore con frizione che “filtra” i repentini cali di giri (come quando si decelera o si spegne il motore) continuando a girare per inerzia, anche se i giri motore sono più bassi.

PULEGGIA ALTERNATORE FISSA: CAUSE E PROBLEMI PIU’ FREQUENTI

E’ evidente che col tempo anche la puleggia alternatore a ruota libera è affetta dai suoi problemi, vediamo quali sono le principali cause di malfunzionamento che riguardano la parte meccanica. Qui invece parliamo dei casi in cui l’alternatore non carica la batteria. La puleggia dell’alternatore è una delle componenti più soggette ad usura, è sbagliato quindi credere che sia eterna, a maggior ragione se costantemente esposta all’acqua. L’acqua è il peggior nemico della puleggia dell’alternatore frizionata. Il meccanismo al centro della puleggia è quasi sempre protetto da un tappo di plastica che con il tempo perde la sua efficacia o si stacca. L’errore più frequente che si può commettere quando si sostituisce un alternatore difettoso è rimontare la vecchia puleggia sull’alternatore nuovo. Le indicazioni tecniche prevedono infatti che, se la puleggia è piuttosto usurata, vada sostituita insieme agli organi di trasmissione (cinghia, tendicinghia, ecc).

PULEGGIA ALTERNATORE DIFETTOSA: COME CONTROLLARE

Per capire se la puleggia alternatore è difettosa si può fare un test empirico senza smontare l’alternatore, lasciando però che sia un autoriparatore esperto a fare le valutazioni del caso. Quando la puleggia dell’alternatore è usurata o difettosa quasi sicuramente produce un rumore di trascinamento simile ai cuscinetti usurati. Si può provare a capire se l’alternatore fa rumore nelle fasi in cui la ruota libera fa il lavoro maggiore:

– spegnendo il motore, se si avverte rumore di trascinamento;
– dopo aver accelerato e rilasciato (meglio se a motore spento) si avverte rumore di trascinamento

Se l’acqua si è infiltrata nella puleggia ossidata dell’alternatore, in base alla tipologia di puleggia frizionata (se universo o bidirezionale), c’è il rischio che:

– la frizione bloccata si comporta come una puleggia alternatore fissa, trasmettendo vibrazioni e in alcuni casi producendo un forte stridio causato dalla cinghia che scivola;

– se la frizione resta libera, potrebbe in alcuni momenti disaccoppiare l’alternatore dal motore. In questi casi la batteria non si ricarica bene e si accende per qualche istante la spia sul quadro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Rigenerazione filtro antiparticolato: quante volte si fa?

La dilatazione termica, la lubrificazione e i segmenti in un motore

Come sono fatti il cilindro e la canna