Osram: in arrivo le lampade a LED con filamento omologate e legali

L’omologazione delle lampade a LED per auto è piuttosto complessa, ma Osram sta lavorando a una nuova lampada potenzialmente omologabile per USA ed Europa

19 agosto 2019 - 12:04

Le norme ECE per l’omologazione delle lampade auto sono molto rigide quando si tratta di sostituire una lampadina alogena con una a LED. OSRAM sta sviluppando una lampadina che potremmo definire “ibrida” perché è utilizza la tecnologia LED perfettamente adattata alla forma a filamento proprio per rientrare nei requisiti di omologazione della normativa, che fa riferimento solo alle lampadine a filamento. Una soluzione che abbiamo visto in anteprima assoluta come prototipo, ad Autopromotec 2019, poiché ancora in fase di finalizzazione. Se esistesse una normativa per lampade a LED di questo tipo potremmo avere la prima lampada C5W a LED omologata grazie alla stessa ottica, cioè una lampada LED otticamente uguale ad una lampada a filamento.

L’OMOLOGAZIONE SPECIFICA CHE NON C’E’

Il problema dell’omologazione quindi non sarà più riconducibile alle performance della lampadina, ma proprio alla mancanza di una normativa specifica per lampade LED. Abbiamo voluto approfondire con Alessandro Bizzotto – R&D Manager in Osram – i dettagli di questa novità che potrebbe aprire potenzialmente le porte al retrofit delle lampade a LED legali. L’applicazione è quella della luce targa a LED, potenzialmente (per il motivo di cui sopra) omologabile e legale su strada pubblica (che può essere utilizzata anche all’interno dell’auto nel bagagliaio o come luce di cortesia abitacolo, applicazioni che però non sono soggette a normative sulla distribuzione luminosa). E se vi state chiedendo quando si potranno montare anche le lampade H7 a LED omologate, leggete l’intervista qui sotto.

A livello tecnico cosa cambia tra una lampada tradizionale e una LED con filamento?

Partendo dalla lampada C5W tradizionale a filamento abbiamo lavorato per ottenere una distribuzione di luminanza uguale nella lampada C5W a LED. Nella pratica questo si verifica attraverso una misura della luminanza (cd/mm2) della lampadina LED in funzione dell’angolo, e si confrontano i valori con quelli specificati nella normativa della lampadina tradizionale. Se la distribuzione corrisponde a quella prevista dalla normativa anche l’applicazione avrà performance compatibili con la normativa.

Cosa dicono le norme sulle specifiche delle lampade C5W tradizionale e a LED?

Sono due le normative da considerare: la R37 per le lampadine a filamento e la R128 per le sorgenti a LED (come l’XLS ad esempio). La normativa R128 è stata creata recentemente, è già in vigore ma sottoposta regolarmente a revisione e ampliamento. Attualmente non contiene nessun riferimento a lampadine retrofit a LED, ma é in fase avanzata la definizione delle specifiche di una nuova categoria di lampadine a LED chiamate “substitute”. Quando diventeranno omologabili, le lampadine “substitute” potranno essere installate in primo impianto. Saranno un nuovo standard retrocompatibile con quelle con filamento, ma non viceversa. In altre parole nel portalampada di una “substitute” potrà essere installata una lampada a filamento ma non il contrario.” 

“C’è una parte importante della normativa che specifica la distribuzione della luminanza lungo il corpo emittente. Il flusso emesso deve provenire da un corpo emittente con le stesse dimensioni e nella posizione del filamento tradizionale. Per chiarire meglio, se ad esempio si ha a disposizione un filamento lungo 5mm, non si può avere un flusso generato solo nella parte centrale del filamento. Invece deve essere distribuito con specifiche percentuali che sono definite dalla normativa attualmente in sviluppo.”

C’è differenza tra Substitute e Retrofit?

Le lampade tradizionali sono compatibili con le substitute ma non il contrario. Significa che non si potrà installare una substitute al posto di una lampada tradizionale ma si potrà installare una tradizionale al posto della substitute. Poi ci sono le lampade Retrofit, che invece si sostituiscono alle lampade tradizionali. E con il prodotto che stiamo sviluppando adesso con LED filament siamo in grado di replicare lo stesso volume e la stessa uniformità di emissione luminosa di una lampada con filamento. Quindi la tipologia di applicazione dovrebbe essere uguale a quella di una lampada tradizionale.

Quando arriverà sul mercato la Substitute?

La lampada dovrebbe essere presentata prima sul mercato USA a partire dal prossimo inverno e successivamente su altri mercati. Attualmente stiamo avviando la produzione a Treviso (lo stabilimento che vi abbiamo mostrato nel video sui LED qui sotto, ndr). Un impianto gemello di quello delle lampade ausiliarie, quindi automatizzato e con standard di qualità elevati come gli altri prodotti OSRAM LED Retrofit.”

Arriveranno prima le lampade H7 LED “dedicate” o le H7 LED “universali”?

La prima applicazione è quella più immediata poiché la quantità di modelli di fanali anabbaglianti compatibili è già significativa. Negli USA la normativa SAE delle lampade alogene è più semplice della ECE e lo sviluppo richiederà circa un anno per avere disponibile un prodotto di questo tipo. L’applicazione alogena a LED richiede un’ottimizzazione accurata poiché è più sensibile delle altre applicazioni: circa 1 o 2 punti della norma su 28 escono facilmente dai requisiti anche se di poco. Questo perché la norma si riferisce alle lampade alogene che hanno caratteristiche molto diverse dai LED.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Guida di notte: il 72% degli italiani vede poco con i fari accesi d’inverno

Prezzi in officina alti per il 6% degli autoriparatori a novembre 2019

Tuning ruote: come se la cavano i gommisti a 6 anni dal decreto ruote?