Manutenzione auto: le officine crescono nel 2018

La rete per la manutenzione auto cresce di poco nel 2018: gommisti e officine delle Case auto rimpiazzano carrozzerie, elettrauto e meccanici indipendenti

1 aprile 2019 - 13:21

Si dice da tempo che le officine per la manutenzione auto saranno divorate dalle Reti e Network internazionali. I dati 2018 che emergono da un focus dell’Osservatorio Autopromotec dicono che in media sono cresciute di +0,1%. Ma come vogliono le previsioni, le officine di carrozzeria ed elettrauto sono tra gli operatori della manutenzione auto che ci stanno rimettendo di più. Anche fuori da settore dell’autoriparazione i numeri sono a doppio senso: da un lato autolavaggi e centri di revisione crescono a fronte di una diminuzione delle stazioni di rifornimento. Vediamo nel dettaglio la composizione delle officine di manutenzione che nel 2018 sono arrivare a quota 83.231.

MENO CARROZZIEREI TRA GLI AUTORIPARATORI

L’Osservatorio Autopromotec, la nota rassegna internazionale sulle attrezzature aftermarket e sulla manutenzione auto, ha riportato un focus sull’andamento delle officine tra il 2017 e il 2018. I numeri assoluti degli operatori che si occupano strettamente di riparazioni sono pressoché invariati. Tra il 2017 e il 2018 le officine di autoriparazione sono passate da  83.157 a 83.231. Quello che emerge dai dati elaborati da Cerved è che le attività di manutenzione auto sono diminuite in misura più sensibile per gli elettrauto (-1,6%). Tuttavia bisogna considerare che la legge 11 dicembre 2012, n. 224, unifica le categorie del meccanico e dell’elettrauto dal 5/1/2013 nella figura del meccatronico. Novità che non ha creato più di tanto variazioni per la categoria dei motoristi, rimasta invariata (0% tra 2017 e 2018).

CRESCONO GOMMISTI E OFFICINE “UFFICIALI”

Un trend parallelamente opposto invece riguarda le officine delle concessionari auto che sono aumentate del +3,8%, da 4614 a 4446,  tra il 2017 e il 2018. Anche i gommisti classificati tra gli operatori che si occupano della manutenzione auto vedono una meno marginale crescita. Gli installatori e riparatori di pneumatici sono aumentati del +0,5%, cioè 32 officine in più rispetto alle 6702 del 2017.

STAZIONI DI SERVIZIO IN RECESSIONE

Poi ci sono le attività non strettamente legate alla riparazione ma correlate alla manutenzione auto – vedi qui tutti i consigli video, cioè autolavaggi, stazioni di servizio e centri di revisione. Queste, assieme alle officine di riparazione compongono una rete di assistenza di 117.575 operatori. Se il 2018 ha visto la chiusura di 122 stazioni di servizio, gli autolavaggi sono cresciuti del +3,3% mentre i centri di revisione sono aumentati del +2,5%. Il settore che conta il maggior numero di operatori per la manutenzione auto è sicuramente quella di meccanici motoristi, rimasti stazionari a 43365 nel 2018.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Foratura pneumatico: la riparazione certificata che resiste anche a 300 km/h

Sicurezza funzionale in officina, nuove competenze per i meccatronici

7 passi per scoprire se un’auto Diesel ha il defeat device